IMPACT! Report 06-07-2020

Ultimo aggiornamento:

Rivediamo i The North (Ethan Page & Josh Alexander) parlare di Ken Shamrock e dell’attacco orchestrato allo stesso la settimana precedente; i due, poi, vengono attaccati da Shamrock stesso e da Sami Callihan e, dopo essersi lamentati con Scott D’Amore, il Vice Presidente indice un match tra i quattro a Slammiversary con in palio gli Impact Tag Team Championship. Inoltre rivediamo Moose vincere contro Crazzy Steve mantenendo il TNA World Heavyweight Championship e, dopo il match , attaccare Tommy Dreamer che lo etichetta come una perdita di tempo; nel Main Event di settimana scorsa, poi, Trey Miguel ha avuto la sua vendetta su Madman Fulton colpendolo ripetutamente con una sedia

TAG TEAM MATCH: ROSEMARY & TAYA VALKYRIE (w/ JOHN E. BRAVO) VS SUSIE & KYLIE RAE

Rosemary provoca Susie cercando di risvegliare in lei Su Yung, le due hanno un battibecco e la Demon Assassin prende il sopravvento. Subisce però un Monkey Flip ed un Crucifix Pin ma nulla da fare, entra la Rae che mette al tappeto l’avversaria favorendo la compagna che colpisce con un Palm Strike; cambio per la Valkyrie che però subisce un Side Headlock ed un’Hurricanrana, rientra Susie ed insieme colpiscono con un Double Bulldog. Rosemary interviene e la Wera Loca colpisce con un Clothesline, Pump Kick seguito da un German Suplex e Susie viene isolata, subendo un Tarantula Lock ed un Running Knee Strike; entrano le rispettive compagne e la nativa di Chicago prende il sopravvento, colpisce con un Cannonball ma non basta, subisce un Lariat ma riesce a ribaltare la situazione con una Stunner. Si rialza l’ex Knockout Champions che subisce un Superkick, cambio per la Valkyrie che connette una Spear ed un Northern Lights Suplex; l’ex AEW reagisce con un Superkick e Rosemary interviene salvando il match, entra anche Susie che la fa uscire con un Palm Strike ma la Campionessa più longeva di sempre la butta fuori dal ring. La canadese perde tempo guardando Bravo che sta assistendo Rosemary priva di sensi a bordo ring, ne approfitta la Rae che chiude con la STF (Smile To The Finish)

VINCITRICI: KYLIE RAE & SUSIE

Chris Bey rimprovera Johnny Swinger per quanto successo settimana scorsa, ma il veterano ha un piano e suggerisce al #1 Contender per l’X-Division Champion di sedersi e godersi lo spettacolo

FOUR-WAY TAG TEAM MATCH: THE DEANERS (CODY DEANER & COUSIN JAKE) VS RENO SCUM (ADAM THORNSTOWE & LUSTER THE LEGEND) VS XXXL (ACEY ROMERO & LARRY D) VS TJP & FALLAH BAHH

Subito tutti contro tutti, i Reno Scum subiscono l’offensiva di TJP & Fallah Bahh che vengono però messi KO dai Deaners che subiscono i duri colpi dei XXXL. Di nuovo il team del Nevada interviene sui giganti, Jake si trova da solo sul ring e vola sugli altri contendenti con una Pescado; i Reno Scum isolano Cody Deaner, intervengono i filippini ma nulla da fare. Luster colpisce con un Bodyslam ed un’Headbutt il veterano, Romero si prende il cambio che non viene però ufficializzato ma permette a Cody di liberarsi, riesce finalmente ad entrare il gigante ex MLW che però subisce un Neckbreaker. Interviene Larry D che fa piazza pulita, stessa cosa TJP e Fallah Bahh ma ecco intervenire anche i Reno Scum e tutti gli atleti sono a terra; il duo di origini filippine e gli hooligans del Nevada escono dal ring e si danno battaglia fin nel backstage, Cody riesce finalmente a dare il cambio a Cousin Jake mentre entra anche Larry D che colpisce con uno Spinebuster ma interviene di nuovo Cody che viene buttato fuori da una Pounce di Romero, il gigante finisce fuori dopo una Train-O-Stomp di Cousin Jake che poi si prende cura di Larry D, chiudendo il match con una Blak Hole Slam.

VINCITORI: THE DEANERS (CODY DEANER & COUSIN JAKE)

Lo scontro tra i Reno Scum (Adam Thornstowe & Luster The Legend) e TJP & Fallah Bahh continua nel backstage. TJP viene usato come un ariete e, armato di sedia, prova a mettere al tappeto gli avversari ma, infine, sono lui ed il compagno a finire KO.

Johnny Swinger è nel backstage e sta cercando un modo per aiutare Chris Bey. Frugando tra alcuni costumi trova quello da Super Eric (vecchia gimmick di Eric Young…un altro indizio del ritorno dell’ex World Champion?) ma dice che non va bene; continuando a cercare trova il costume di Suicide ed ha l’illuminazione: tutti amano Suicide, il lottatore mascherato non può essere bandito dal bordo-ring

Ken Shamrock sta cercando Sami Callihan nel backstage, le luci scendono i l’hacker è alle spalle del primo TNA World Champion. L’ex UFC offre il suo aiuto per stasera, ma Callihan dice che non ne ha bisogno…ad essere sincero non sa nemmeno perchè lo abbia aiutato, forse perchè vuole essere lui a fare fuori il veterano e non i The North….o forse perchè crede che insieme siano The World Most Dangerous Team

SINGLES MATCH: KIMBER LEE VS JORDYNNE GRACE

La Campionessa parte meglio con un Wrist Lock, la Lee prova una reazione ma l’avversaria è in completo controllo. Dopo uno Spinebuster subito, la nuova arrivata reagisce con un Enziguiri Kick ed un Roundhouse Kick; blocca la Campionessa in un Full Nelson Lock ma subisce un Suplex ed un Bodyslam e prova a chiudere con un Michinoku Driver ma non riesce. La sfidante reagisce con un Heel Kick, si porta sulla terza corda e connette una Swanton Bomb ma ancora non basta; la Lee prende un tirapugni ma non riesce a colpire la Campionessa che chiude poi con la Grace Driver.

VINCITRICE: JORDYNNE GRACE

Nel post-match risuona in Arena la theme song di Deonna Purrazzo ma quest’ultima non si presenta di persona ma con un video, dove dice che la Grace dovrà aspettare fino a Slammiversary per metterle le mani addosso, dato il fatto che la Virtuosa è arrivata ad Impact per vincere il titolo e non per combattere

Vediamo un video riguardante i tre contendenti ufficializzati per Slammiversary per il World Heavyweight Championship. Eddie Edwards dice che sente di volere quel titolo più di ogni altra cosa, Ace Austin vuol diventare il più giovane World Champion nella storia di Impact e Trey Miguel dice che dopo Slammiversary non avrà più fame di titoli; riguardo il quarto misterioso contendente, The One True Ace dice di non essere preoccupato, a Trey interessa solo umiliare Austin ed Edwards dice che, chiunque esso sia, non cambia assolutamente nulla.

Willie Mack incontra Johnny Swinger nel backstage travestito da Suicide. L’X-Division Champion dice che lo trova bene dopo quanto successo e gli da appuntamento a più tardi sul ring, quando si scontreranno per il Titolo; Swinger realizza troppo tardi cosa ha appena combinato

Madison Rayne ci introduce ad una nuova puntata di Locker Room Talk; dopo aver detto che Johnny Swinger non è presente perchè nemmeno lui può competere con il suo ospite, finalmente ce lo introduce: se stessa. Facendosi domande e rispondendosi da sola, annuncia che a Slammiversary entrerà nel #1 Contender Gauntlet Match per il Knockouts Championship. Nel bel mezzo dell’ “intervista” intervengono Kiera Hogan e Tasha Steelz che commentano sarcasticamente quanto sta avvenendo ma ecco arrivare anche Nevaeh e Havok; le quattro hanno una discussione che sfocia poi in uno scontro

Hernandez è nel backstage e sta sfidando un addetto di Impact a braccio di ferro; dopo averlo battuto, dall’altra parte del tavolo si siede Rhino. Le scontro si preannuncia…eterno

X-DIVISION CHAMPIONSHIP MATCH: WILLIE MACK (c) VS SUICIDE (JOHNNY SWINGER)

Swinger parte meglio con una serie di colpi all’angolo, Mack risponde con un devastante Dropkick ma l’avversario prova a bloccarlo in un Abdominal Stretch, non riuscendo nemmeno a chiudere la mossa. Swinger-cide sta per chiudere con la Swinging Neckbreaker ma si rende conto di non poterla usare e, pertanto, si porta sulla terza corda pronto per un Moonsault; scivola però dalla terza corda e finisce per subire la Stunner che chiude il match

VINCITORE ED ANCORA X-DIVISION CHAMPION: WILLIE MACK

Tommy Dreamer è nel backstage ed, intervistato da Gia Miller, legge le sue pubbliche scuse a Moose per quanto detto settimana scorsa. Dopo aver detto che Moose non conosce nemmeno chi siano Bob Backlund, Bruno Sammartino ed altri grandi atleti del passato, dice anche che l’ex NFL crede che la terra sia piatta; interviene proprio il TNA World Heavyweight Champion che dice che le scuse dell’ex ECW non gli sembravano sincere…oltre al fatto che non esiste prova che la terra sia una sfera. Dreamer dice che ha parlato con la dirigenza della TNA che gli ha dato la possibilità di essere il #1 Contender a Slammiversary, Moose risponde dicendo che non esiste nemmeno più la TNA e la leggenda dell’Hardcore conclude dicendo che ha ragione, dato il fatto che non esiste nemmeno il TNA World Heavyweight Champion. Il match tra i due a Slammiversary sarà un Old School Rules

SINGLES MATCH: JOSH ALEXANDER (w/ETHAN PAGE) VS SAMI CALLIHAN

Sostanziale equilibrio tra i due, Callihan prova a prendere vantaggio ma l’avversario riesce a contrastarlo, ma subisce un Jumping Knee Strike. Lo scontro si sposta fuori dal ring dove l’ex World Champion colpisce con un Big Boot, di nuovo dentro dove l’hacker si scatena con alcune Stomp; reazione del canadese che porta l’avversario sulla rampa ma subisce un Death Valley Driver, Page si avvicina al compagno ma viene allontanato da Callihan, permettendo ad Alexander di riprendersi con un Suplex sull’apron-ring. Di nuovo dentro dove l’Impact Tag Team Champion ribalta la situazione con una serie di Stomp sulle giunture, colpisce con un Bodyslam ma subisce la reazione con un Corner Clothesline ed un devastante Lariat che lo manda al tappeto. Ancora l’ex WWE che prova un Piledriver ma la situazione si ribalta, Alexander prova un Suplex ma riceve un Brainbuster che per poco non gli costa il match; è però il canadese a riprendersi ed a colpire con uno Spinning Bodyslam ma nulla da fare, blocca l’avversario in una Ankle Lock ma l’americano tocca le corde e si salva. Dopo aver colpito l’avversario con una Piledriver, Callihan si trova catapultato addosso all’arbitro che subisce un duro colpo, interviene Page da fuori che colpisce di nuovo l’arbitro e si prepara per colpire l’ex World Champion con la sua mossa finale ma dal backstage arriva Ken Shamrock che blocca All Ego in una Ankle Lock; Page urla di dolore fuori dal ring, Alexander non sa cosa fare e questo permette a Callihan di colpire con la Cactus Special che chiude il match

VINCITORE: SAMI CALLIHAN

Nel post-match, Ken Sharmrock sale sul ring e sembra dire a Callihan che, nonostante non volesse, ha avuto bisogno di lui. L’hacker guarda il suo partner a Slammiversary negli occhi, gli fa il gesto di volerlo tenere sott’occhio e poi se ne va, non volendo stringere la mano del veterano

Altre storie
RAW 14-06-2021 - Risultati Live
RAW 14-06-2021 – Risultati Live
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: