Carissimi lettori di The Shield of Wrestling, dopo le vicissitudini di TLC siamo pronti a voltare pagina con una nuova puntata di Monday Night Raw. Alla tastiera, come sempre, c’è il vicedirettore, Ciro “Phoenix” Gallotti pronto a raccontarvi quanto succederà. Buona lettura!

•Lo show viene aperto da Vince McMahon, il quale, non accolto magnificamente, chiama a raccolta Stephanie McMahon, Shane McMahon e Triple H. La donna di famiglia dice che tutto sta per cambiare e il cambiamento sta per iniziare questa sera. Shane aggiunge che loro si assicureranno che noi tutti resteremo felici. Triple H fortifica quanto detto e annuncia che d’ora in poi saremmo noi fans “The Authority”. Baron Corbin arriva sullo stage – fischiatissimo – e si dice molto entusiasta di questa decisione. Steph gli fa notare che il pubblico non apprezza la sua presenza. La propaganda contro il Lone Wolf continua e la famiglia McMahon ci mette il suo. L’ex United States Champion è molto contrariato della sconfitta subita ieri sera ma Triple H gli fa una proposta: se dovesse riuscire a battere Kurt Angle, diventerà general manager. Heath Slater farà da arbitro.

•SPECIAL REFEREE MATCH: KURT ANGLE V. BARON CORBIN

L’incontro prosegue, ma HHH interviene e dice che questo sarà un Handicap Match. Sopraggiungono i Glorious Gable e Apollo Crews. La contesa è pregna di scorrettezze che Heath Slater “non vede”. Ecco che arriva anche Shane McMahon, che rende questo incontro un No Disqualification. Angle si aggiudica la vittoria in seguito ad un Angle Slam.

VINCITORE: KURT ANGLE

Il Lone Wolf viene schiantato contro un tavolo.

•SINGLE MATCH: DOLPH ZIGGLER V. FINN BÀLOR

I due fin da subito non si risparmiano e danno libero sfogo ad ogni reversal. Dolph Ziggler esegue la Zig Zag, ma con lo stupore di tutti non riesce a capitalizzare. Al match sopraggiunge Drew McIntyre, il quale viene abbattuto da una Tope Con Hilo. Finn Bàlor si becca la Fame Asser: solo 2! McIntyre non riesce a starnese in disparte e colpisce Bàlor.

VINCITORE: NO CONTEST

•Dean Ambrose, accompagnato dai suoi druidi, sale sul ring ed esordisce dicendo che lui merita rispetto e che tutti i fan lì presenti dovrebbero inchinarsi. Dean, con un discorso alla “ve l’avevo detto!”, dice che Seth Rollins ha perso le staffe proprio come da lui predetto, perdendo l’incontro. Il Lunatic Fringe invita l’ex amico a farsi vedere perché vuole sentirsi dire che aveva ragione. Seth non presenzia e Dean indice una Open Challenge. A rispondere è…

•INTERCONTINENTAL CHAMPIONSHIP MATCH: TYLER BREEZE V. DEAN AMBROSE (c)

Il campione in carica mantiene uno stile molto aggressivo. Tyler Breeze è autore di molteplici come back che non portano a nulla. Dean Ambrose archivia la questione in pochi minuti grazie alla Dirty Deeds!

VINCITORE E ANCORA CAMPIONE: DEAN AMBROSE

Dean Ambrose dice che questa è la prestazione di un campione Intercontinentale e che Seth Rollins è un completo pezzo di merda. L’architetto del male si rivela essere un druido e attacca Dean e i suoi seguaci, mettendo in fuga il campione.

Shane McMahon viene avvicinato da Drake Maverick. Quest’ultimo vuole una chance titolata per gli Authors of Pain. Shane dice che questa sera assisteremo ad un match fra Revival, AOP, Lucha House Party e B-Team. Il vincitore si aggiudicherà una shot titolata.

•EC3, Lacey Evans, Lars Sullivan, Nikki Cross e gli Heavy Machinery sono prossimi al main roster.

Bobby Lashley ed Elias continuano il loro feud con il secondo che sfascia una chitarra contro la schiena del primo.

•Sami Zayn sta per tornare – Promo Package.

•No.1 CONTENDERS MATCH: AUTHORS OF PAIN V. LUCHA HOUSE PARTY V. THE B-TEAM V. THE REVIVAL

L’incontro è molto confusionario già dalle prime fasi. Lince Dorado e Kalisto la fanno da padroni e noi andiamo in pubblicità. Dopodiché la contesa si fa abbastanza rapida: i Revival connettono una Shatter Machine su Curtis Axel e si aggiudicano la vittoria!

VINCITORI: THE REVIVAL

Seth Rollins è in compagnia di Charly Caruso ed ammette di aver sbagliato la scorsa notte. Sopraggiunge Baron Corbin, il quale addossa a Seth ogni colpa di questo mondo e lo schernisce. L’ex RoH attacca il Lone Wolf.

Ronda Rousey si trova al centro del quadrato e si dice molto soddisfatta di quanto fatto la scorsa notte. Secondo lei, un vero campione è uno degli esemplari migliori che la razza umana abbia da offrire ed è per questo che lei è qui. Il pubblico scoppia con i cori “Becky!”, ma intanto Ronda vuole indire una Open Challenge. A rispondere è… Stephanie McMahon si presenta sullo stage con tutte le wrestler di Monday Night Raw. La figlia del Boss indice un Gauntlet Match che sancirà la sfidante di Ronda Rousey!

•Promo package di Kevin Owens: sta per tornare.

•GAUNTLET MATCH

Bayley e Alicia Fox danno inizio alle danze. Dopo una fase di studio ben mirata, Alicia viene eliminata tramite Roll-Up. Ecco che entra in gara anche Dana Brooke. Quest’ultima viene eliminata tramite Bayley-To-Belly in poco tempo. Mickie James si fa avanti ed ingaggia un’intensa battaglia con Bayley. Alla fine è proprio la veterana ad eliminare la Hugger. Ember Moon entra a far parte dell’incontro e in poco tempo elimina Mickie con una Eclipse. Ecco che arriva Natalya. Ember esce da una Discus Clothesline ma non può nulla all’arrivo di un Roll Up. Ruby Riott fa il suo ingresso come prossima lottatrice. Dopo una fase assolutamente statica, la Riott viene eliminata tramite Roll-Up ed ecco che esordisce Sasha Banks! Le due la mettono su un piano tecnico ed è Sasha ad avere la peggio dopo una Sharpshooter!

VINCITRICE E NUOVA SFIDANTE: NATALYA

Ronda Rousey e Natalya chiudono la puntata con un abbraccio molto sentito.

Su queste note si conclude l’odierna puntata di Monday Night Raw. Alla prossima!