Report NXT Takeover: XXV | Popolo di The Shield Of Wrestling, benvenuti! La serie di NXT TakeOver spegne cinque candeline ma soprattutto raggiunge il traguardo dei venticinque eventi. Alla tastiera Alessandro “Jin” Leone per vivere live questo evento che si preannuncia entusiasmante.

A questo proposito, vi invito a leggere la preview per sapere cosa ne penso dei match di NXT TakeOver: XXV.

Dopo diversi video promozionali riguardanti i match di questa sera, inizia la mezz’ora di Pre-Show. Charly Caruso, Sam Roberts e Pat McAfee al tavolo.

SINGLES MATCH RODERICK STRONG VS MATT RIDDLE

Si parte e Riddle sembra subito voler portare la contesa a casa con un tentativo di Bromission che però non va a buon fine.
Roderick Strong superata la paura finale porta l’avversario sull’apron e lo pianta a terra con un Backbreaker, non a caso lui è il Messia. Il membro dell’Undisputed Era prende il controllo della contesa e risposta tutto sul ring. A questo punto i due cominciano una lunga sequenza di colpi in modalità botta e risposta senza risparmiarsi. Strong mette l’avversario all’angolo che risponde con un Suplex, Roddy reagisce con una Olympic Slam ma Matt è deciso a rifarsi dopo la sconfitta nello scorso TakeOver e risponde ad ogni colpo con un Suplex. L’ex ROH allora alza l’asticella e commette una Powerbomb seguita da una ginocchiata che francobolla la rotula di Strong sul volto di Riddle.
Roderick Strong colpisce con la la End of Heartache ma Riddle reagisce però viene chiuso in una Boston Crab che muta in una Cloverleaf. Non si sa come ma l’ex EVOLVE Champion inverte la mossa ed esegue la Bromission!
Roddy resiste stoicamente ma viene sollevato e distrutto a terra con una Styles Clash improvvisata. Matt Riddle trova un’insperata vittoria!

VINCITORE: MATT RIDDLE

NXT TAG TEAM CHAMPIONSHIP LADDER MATCH: DANNY BURCH & ONEY LORCAN VS FORGOTTEN SONS (WESLEY BLAKE & STEVE CUTLER) VS STREET PROFITS (ANGELO DAWKINS & MONTEZ FORD) VS UNDISPUTED ERA (BOBBY FISH & KYLE O’REILLY) 

Il gioco di squadra è fondamentale in questo incontro. Prima di passare all’azione più dura e spettacolare sfruttando la stipulazione, è così che domina l’UE. Tirate fuori le scale, l’azione s’intensifica e nessuna squadra sembra spuntarla. Sembra il momento dei Profits, ma non dura abbastanza. Iniziano i falsi finali e le finisher, come il Doomsday Blockbuster dei Profits. O’Reilly vorrebbe provare la scalata, ma arriva Jaxson Ryker. Il terzo Forgotten Son fa piazza pulita di tutti, cerca di piazzare una scala ma subisce l’alleanza di tutti i team ad eccezione del suo per essere messo KO. Ci penserà poi un Tope Con Hilo di Montez Ford insieme ad un Dive di Burch ad allontanarlo. L’UE e i britannici posizionano due scale affiancate per poterci duellare sopra. I Forgotten Sons spingono via tutti, salgono su una scala ma dal nulla Montez Ford sale sulla cima, atterra Cutler e strappa le cinture.

VINCITORI E NUOVI CAMPIONI: STREET PROFITS

NXT NORTH AMERICAN CHAMPIONSHIP MATCH: VELVETEEN DREAM (C) VS TYLER BREEZE

Dopo diverse provocazioni, l’incontro diventa duro. L’affinità tra le due gimmick basta a creare sufficiente astio. Dream è più aggressivo, mentre Breeze ha gli spunti più fantasiosi. Fuori dal ring, Dream sbatte ripetutamente Breeze contro un tavolo, poi posa per un selfie insieme a lui e la cintura. Tornati nel ring, la Rainmaker DDT non basta. Breeze fa andare a vuoto un secondo tentativo, Superkick ma è solo due. Dream neutralizza più volte la Unprettier, colpisce con la Rainmaker DDT ma ancora due. I due le provano tutte, ribaltandosi Tombstone, prevedendo manovre nemiche e rubando finisher, ma non basta. Purple Rainmaker inefficace, Unprettier ma solo due. Dream fa finta di volersi far contare fuori, lancia la cintura al nemico, rientra mentre Breeze si lamenta, Death Valley Driver e Purple Rainmaker.

VINCITORE ED ANCORA CAMPIONE: VELVETEEN DREAM

Dream non vuole farsi un selfie con Breeze, ma sotto richiesta del pubblico accetta.

NXT WOMEN’S CHAMPIONSHIP MATCH: SHAYNA BASZLER VS IO SHIRAI

Primi minuti molto ragionati, dove l’obiettivo non è il danno in sé ma anche il controllo psicologico. Meglio la campionessa, che inizia a lavorare a terra sul corpo della rivale. La reazione esplosiva della nipponica cambia tutto, ma non si riesce a chiudere. Crossface che mette molto in difficoltà l’ex UFC, ma non è abbastanza. Shirai tira fuori dal cilindro manovre classiche del suo repertorio ma dal grande impatto, come un Moonsault fuori dal ring. Missile Dropkick e Meteora, ma arrivano Marina Shafir e Jessamyn Duke. Le due vengono però aggredite da Candice LeRae, armata di mazza da kendo. Nel ring, Kirifuda Clutch chiusa ma Shirai ne esce, Moonsault ma va a vuoto. La giapponese prova un pin articolato, ma viene chiusa di nuovo nella Kirifuda Clutch. Cerca ma non raggiunge le corde mentre piano piano le forze l’abbandonano. Prima di svenire, non può fare nient’altro che arrendersi.

VINCITRICE ED ANCORA CAMPIONESSA: SHAYNA BASZLER

Mentre Shayna esulta, Shirai l’attacca brutalmente con una mazza da kendo e la colpisce con il suo Moonsault. Risale sul paletto e lo riesegue imbracciando una sedia passata da Candice. Tra le due non è finita qua.

Ufficiale: il prossimo NXT UK TakeOver si terrà a Cardiff il 31 agosto! Stessa data di ALL OUT!

Nel pubblico, Stephanie McMahon!

NXT CHAMPIONSHIP MATCH: JOHNNY GARGANO (C) VS ADAM COLE

Il rapper Jostah Williams accompagna l’entrata di Cole, utilizzando come base la theme dell’Undisputed ERA.

Inizio molto rapido e nervoso, con subito un Last Shot a vuoto. Cole si prende poi dei momenti fuori dal ring per rifiatare. Mentre Cole non adotta uno stile preciso, Gargano punta prima sulle leve studiate, poi sull’agilità. A prescindere dalla tipologia della manovra, l’obiettivo fisso di Gargano è il braccio sinistro di Cole. Finalmente una risposta concreta di Cole, che punta invece la gamba destra. L’evoluzione legge un copione già scritto: fortissima intensità, finisher (rubate, l’hanno fatto entrambi, sia con il Last Shot che con la Crossface) e kick-out al due. Fino a circa metà match, meno esagerate dell’ultima volta. I due non si scordano diverse manovre pregevoli, come un Frankensteiner di Gargano, ma arriva un Last Shot per la vitto-NO! SOLO DUE! Cole va a prendere una sedia e, mentre litiga con l’arbitro, Gargano erroneamente abbatte il direttore di gara con un Suicide Dive. Riesce a difendersi, facendosi molto male alla caviglia, ma Cole fa finta di chiamare i rinforzi. Piledriver tra le corde, ma solo due, con l’arbitro affaticatissimo nel contare. Cole vorrebbe il Last Shot, ma Gargano non si regge neanche in ginocchio. Cole prova a rialzarlo ma Gargano lo chiude nella Crossface. Johnny si scopre facilmente però e perde la presa. Panama Sunrise trasformato in un roll-up solo da due, ma il Last Shot connette.

VINCITORE E NUOVO CAMPIONE: ADAM COLE

L’Undisputed ERA lo porta in trionfo e festeggia, unita, senza dissidi interni.