Report ROH
Report ROH

Report ROH 11-03-2019

Popolo di The Shield Of Wrestling, benvenuti! Alla tastiera Alessandro “Jin” Leone per il report dell’ultima puntata di ROH!

ROH WORLD 6-MAN TAG TEAM CHAMPIONS THE KINGDOM (TK O’RYAN & VINNY MARSEGLIA) VS VILLAIN ENTERPRISES (MARTY SCURLL & PCO) – ***1/2

Come prevedibile, è la fiera delle scorrettezze, specialmente (e come prevedibile) da parte del Kingdom, che riesce a controllare quando c’è Scurll ma che subisce tantissimo quando c’è PCO (parlerò della questione nella preview del 17esimo anniversario della ROH). Dopo una combo Superplex-Frog Splash che non porta alla vittoria, l’Enterprises va in difficoltà e c’è il dominio del Kingdom, con un Suicide Dive di Marseglia su PCO, una Spinebuster di O’Ryan su Scurll seguita dalla Redrum, la Top Rope Senton di Marseglia. PCO viene posizionato su un tavolo fuori dal ring e viene colpito da un’altra Redrum, ma il gigante non vende la mossa e si rialza immediatamente. PCO distrugge totalmente i nemici e regala a Scurll l’assist per la Crossface Chickenwing.

VINCITORI: VILLAIN ENTERPRISES

Rush sta facendo un promo in spagnolo, ma viene interrotto da Bandido che gli fa il gesto dello sparo con le mani e gli dice qualcosa. Non c’erano sottotitoli e purtroppo il sottoscritto non se la cava con lo spagnolo.

WOH WORLD CHAMPION/ARTIST OF STARDOM CHAMPION MAYU IWATANI VS HOLIDEAD – NON-TITLE MATCH – **

A differenza di quanto ci si sarebbe immaginati, non c’è il dominio della campionessa. Per un match di breve durata, Holidead ha avuto troppa offensiva. Non un gran modo di arrivare alla rivincita con Kelly Klein. Solo nel finale c’è la combo Superkick-German Suplex della campionessa, seguita dal Moonsault.

VINCITRICE: MAYU IWATANI

La Klein arriva e cerca di rubare la cintura. Quattro membri del Camp Klein si mettono tra le due ed Iwatani attacca uno di loro. Faccia a faccia tra le due, prima del 17esimo anniversario.
Ci viene ufficializzato anche in puntata che il match tra Villain Enterprises e Briscoes per i titoli all’anniversario sarà un No Disqualifications.

DALTON CASTLE (W/THE BOYS) VS KENNY KING – **1/2

Come al solito, Castle prova a prendere un po’ in giro l’avversario, il quale però non s’impressiona. Dopo la pausa pubblicitaria, ci ritroviamo con King che, come al solito, non ha problemi ad essere scorretto. Castle continua a vendere l’infortunio al busto come da diverso tempo, ma va in vantaggio e va vicino alla vittoria con una Gutwrench Powerbomb. King crea una distrazione attaccando i Boys e approfitta colpendo con la Royal Flush.

VINCITORE: KENNY KING

King prende un microfono e provoca Scurll, convinto che all’anniversario, nella sua città natale Las Vegas, lo prenderà a calci in c*lo.
Matt Taven si trova con i resti del suo “vero” titolo e promette a Jay Lethal che gliela farà pagare.
Dopo alcuni video pre-registrati e dei recap sull’anniversario, Taven si presenta sul ring ed invita Lethal a salire. Il campione è pronto a combattere, ma O’Ryan e Marseglia lo attaccano alle spalle. Purtroppo questa settimana il LifeBlood non è presente, quindi il Kingdom è in maggioranza numerica e colpisce con la House Of A Thousand Horses. Arriva Jonathan Gresham che inizialmente riesce a combattere, ma subisce anche lui la manovra in trio conclusiva. Lethal viene posizionato su un tavolo e viene colpito con la sua stessa Hail To The King.

Altre storie
Risultati RAW 06-07-2020
Risultati RAW 06-07-2020