Al termine di un’avventura fatta di tira e molla, di amore ed odio, Dean Ambrose potrebbe lasciare la WWE a breve.

Dean Ambrose lascerà la WWE dopo Wrestlemania: questo è quanto filtra dalle fonti americane. Pare che la notizia sia stata comunicata a Vince McMahon durante il weekend della Rumble. Questo spiegherebbe la presenza quasi impalpabile nella rissa reale e la netta sconfitta contro Seth Rollins a Raw. Non si sa ancora se l’ex Shield continuerà ad apparire nei prossimi show fino a Wrestlemania.

In precedenza la notizia era al corrente solo dei dirigenti principali e di uno stretto gruppo di amici di Ambrose. Uno dei principali motivi di frustrazione di Ambrose sta nello scarso controllo creativo del proprio personaggio. Infatti il Lunatic Fringe avrebbe voluto più libertà nel corso delle interviste e dei segmenti parlati. È risaputo che Moxley non sopporta recitare spartiti troppo rigidi. Per questa ragione, dovunque andrà a lottare d’ora in poi, Ambrose pretenderà di essere scriptato da main eventer.

Reneé Young, moglie dell’atleta, aveva già riportato alla cabina di commento il dissapore dell’ex Money in the Bank winner. Molto probabilmente Dean Ambrose non andrà in cerca di un altro grande contratto visto che il suo stile di vita piuttosto austero, potendo scegliere in piena libertà la federazione che gli assegnerà le migliori condizioni, dopo aver guadagnato tanti soldi a Stamford. Ambrose ha rifiutato dalla WWE un quinquennale a cifre davvero importanti.

I prevedibili rumors che rimandano alla All Elite Wrestling al momento sono solo tali, visto che la compagnia degli Young Bucks non cercherà necessariamente wrestler WWE: ma se questi saranno adatti alla causa potrebbero approdarvi, e Dean Ambrose -che tornerà ad utilizzare il suo vero nome, Jon Moxley- potrebbe essere uno di questi.