WrestleLove – L’Amore Combattuto: Recensione | Sta per arrivare nelle sale italiane il film di Cristiano Di Felice incentrato sul wrestling italiano con protagonisti Karim Brigante e Miss Monica. Noi di The Shield Of Wrestling abbiamo avuto il piacere di vedere in anteprima la pellicola e di poterla recensire. Io sono Michael Formica e questa è la recensione di WrestleLove – L’Amore Combattuto.

Potete trovare questa notizia e tutti i nostri contenuti anche sulla nostra app. SCARICALA QUI!

Con i suoi 70 minuti e 20 secondi di durata, WrestleLove – L’Amore Combattuto, film di Cristiano Di Felice incentrato sui sacrifici, i viaggi, le problematiche e la passione di due giovani lottatori italiani, si prepara ad approdare nelle sale italiane. Prima di ciò, il film verrà presentato in prima mondiale il prossimo 6 novembre all’interno del Sulmona International Film Festival.

Prima di proseguire, colgo l’occasione per ringraziare il regista a nome di tutto lo staff The Shield Of Wrestling il quale ci ha dato modo di visionare il film in anteprima e di poterlo recensire.

La Recensione

Come già detto in precedenza, il film ruota attorno ai suoi due protagonisti, Miss Monica, nome d’arte di Monica Passeri (24 anni) e Karim Brigante, nome d’arte di Karim Bartoli (26 anni). Sin dai primi minuti, però, è chiara la direzione che il film vuole intraprendere. Ad essere messe in primo piano sono tutte le difficoltà che comporta seguire il sogno di essere un wrestler professionista e nel farlo vediamo la quotidianità di Karim e Monica tra allenamenti, visite mediche, insegnamenti a giovani allievi e rari momenti spensierati passati in famiglia che troppo spesso vengono sacrificati in nome di tournée in giro per il mondo.

E chi meglio di Monica e Karim per raccontare al meglio tutti gli aspetti della disciplina? Per i meno avvezzi del wrestling italiano, i due protagonisti sono indubbiamente due dei lottatori migliori dello stivale riconosciuti anche all’estero (basti pensare che Karim Brigante, oltre ad essere stato allievo del leggendario Harley Race, è stato anche NWA Missouri Heavyweight Champion e che Miss Monica, oltre ad essere stata WLW Ladies Champion, ha anche ottenuto il riconoscimento di MWR Female Wrestler Of The Year). Due lottatori tenuti assieme da un profondo amore che riesce a dare loro una forza incredibile: quella di affrontare la solitudine di questo business.

La pellicola ci regala degli squarci sul pesante passato di Karim senza tralasciare quanto sia differente la sua vita rispetto alla propria compagna la quale ha deciso di lasciare tanti affetti in nome del wrestling. Ed è proprio la grande differenza tra chi non ha nulla da perdere e chi ha tutto da perdere che rende interessante la pellicola poiché spesso gli atleti che non fanno parte di circuiti importanti come quello WWE si ritrovano a viaggiare da soli senza stringere veri e propri legami. Eppure, nonostante tutto, è grazie al sacrificio che i due lottatori riescono a crearsi un percorso vincente, strada che passa da duri allenamenti alla cura del proprio merchandising investendo continuamente tempo e denaro.

Giudizio finale

Partiamo subito con il chiarire un aspetto fondamentale, questo film è un vero e proprio vademecum sia per chi vuole intraprendere la carriera da lottatore e sia per chi vuole approfondire le dinamiche della disciplina.

A livello tecnico il film ha azzeccato quasi tutto. Le musiche sono ottime e ho apprezzato molto l’idea di riprendere la quasi totalità delle scene a mano dando allo spettatore la sensazione di essere presenti nello svolgersi delle loro vicende personali. Da amante della disciplina ho apprezzato anche i vari riferimenti al leggendario Bruno Sammartino e di come essi diano prestigio ai due protagonisti nel finale.

Difficile dire se questo film possa sortire lo stesso effetto visto da qualcuno che non conosce nulla della disciplina, probabilmente alcune scene potrebbero non essere incisive agli occhi di un pubblico ignaro. Tuttavia, non posso non dare un giudizio personale ed, essendo questo un film di wrestling, è facile supporre che gran parte del suo possibile pubblico abbia delle conoscenze in merito riuscendo ad apprezzarlo a pieno come il sottoscritto.

Il giudizio finale è più che positivo e il film merita di essere visto. Correte a vederlo, non rimarrete delusi!

Se volete far parte della nostra community entrate nel gruppo Telegram.

Per partecipare alle nostre periodiche chiacchierate entrate a far parte del nostro server Discord.