in , ,

Wrestle Kingdom 14 Night 1 Report

Wrestle Kingdom 14 Night 1 Report | Prima giornata del più grande evento del Sol Levante

Wrestle Kingdom 14

Wrestle Kingdom 14 Night 1 Report. Per la prima volta, l’evento più importante di tutto il Giappone sarà diviso in due giornate. Alla tastiera Alessandro “Jin” Leone per il report di NJPW Wrestle Kingdom 14 Night 1.

Potete trovare tutti i nostri contenuti anche sulla nostra app. SCARICALA QUI!

Il report verrà aggiornato con l’inizio dell’evento. Vi rimandiamo alla nostra preview scritta e quella fatta durante What’s Next.

EIGHT MAN TAG TEAM MATCH: JUSHIN THUNDER LIGER, TIGER MASK, THE GREAT SASUKE & TATSUMI FUJINAMI VS RYUSUKE TAGUCHI, TATSUHITO TAKAIWA, SHINJIRO OOTANI & NAOKI SANO

Cominciano il match Liger, sorretto dal calore del pubblico, e Naoki Sano. Nonostante l’età Sano dopo averlo spedito fuori dal ring, lo colpisce con un Suicide Dive per poi dare il tag a Shinjiro Ootani che, immediatamente, da parecchio filo da torcere a Liger prima e a Tiger Mask poi. Tiger è costretto a subire i colpi di tutti e quattro i membri del team avversario, tra cui un Elbow Drop di Takaiwa, ma si riprende e, dopo aver avuto brevemente la meglio su Takaiwa, dà il tag ad un Tatsumi Fujinami più scatenato che mai, tanto da tenere testa anche ai colpi illegali degli avversari. È il turno di The Great Sasuke che però, dopo diversi colpi reversati, subisce un Superplex di Sano, costringendolo a dare il tag a Liger. Segue un ottimo confronto uno contro uno di Liger e Taguchi, che vede tuttavia il secondo ad avere la meglio costringendo Liger a capitolare.

VINCITORI: TAGUCHI, TAKAIWA, OOTANI & SANO

Nel post match Liger si inchina sia ai suoi compagni che ai suoi avversari, in una commovente uscita di scena. Niente da dire se non “arigato gozaimasu, Liger-sama”.

EIGHT MAN TAG TEAM MATCH: LOS INGOBERNABLES DE JAPON (BUSHI, EVIL, SANADA & SHINGO TAKAGI ) VS SUZUKI-GUN (MINORU SUZUKI, EL DESPERADO, TAICHI & ZACK SABRE JR.)

sAd iniziare il match sono EVIL e Minoru Suzuki, tale inizio segna la dominanza quasi totale di Suzuki e, dopo diversi tag, degli altri componenti del Suzuki-Gun. Segue un confronto tra Taichi e Shingo Takagi, dove i due si scambiano colpi durissimi per poi lasciare il campo a Zack Sabre Jr. e SANADA, con quest’ultimo che domina il match. SANADA da il tag a BUSHI, ma ciò si rivela un errore fatale dato che Sabre lo sottomette subito con una Crossface segnando, di conseguenza, la vittoria del Suzuki-gun

VINCITORI: SUZUKI-GUN

EIGHT MAN TAG TEAM MATCH: CHAOS (YOSHI HASHI, TORU YANO, TOMOHIRO ISHII & HIROOKI GOTO) VS BULLET CLUB (NEVER OPENWEIGHT CHAMPION KENTA, BAD LUCK FALE, YUJIRO TAKAHASHI & CHASE OWENS w/PIETER)

Inizia Yano, ma contro Fale. Si fa coraggio ma la differenza è grande e dopo qualche mossa furba e l’aver tolto il sostegno ad un angolo entrano HASHI ed Owens. Quando il CLUB inizia ad essere in svantaggio partono le scorrettezze ed il disordine regna. YOSHI viene isolato con molti tag rapidi. Ishi rompe il dominio, Fale lo atterra ma Yano prova ad approfittarne. Finalmente gli unici rimasti sono Goto e KENTA. Lo sfidante di domani parte meglio. Il campione riprende il controllo e riconsegna l’azione in mano al suo team. Tutto il CLUB attacca senza KENTA ma Goto esce dallo schienamento. Finalmente, nonostante l’infortunio al ginocchio, Ishi colpisce Fale con un Brainbuster. Goto si muove d’astuzia e prima atterra KENTA, poi termina Takahashi con l’Ushigoroshi.

VINCITORI: CHAOS

IWGP TAG TEAM CHAMPIONSHIP MATCH: GUERRILLAS OF DESTINY (TAMA TONGA & TANGA LOA) (c) VS FINJUICE (JUICE ROBINSON & DAVID FINLAY)

La lotta comincia già sulla rampa. Gli sfidanti caricano i campioni ma non ne escono bene, con Juice che subisce un Back Body Drop sulla stessa rampa. Addirittura Finlay sembra essere sparito. L’incontro sembra un semplice martoriare Robinson che riesce a dare il tag a David. Tama Tonga attacca alle spalle e non da uomo legale per cercare di riprendere in mano la situazione, ma Finlay si dimostra agile e concentrato. Tanga riesce comunque ad evitare il cambio a Juice. Ora David è in netta difficoltà e viene isolato. Loa si fa colpire a suon di Chop senza subire danno. Spear della disperazione di Finlay con la spalla infortunata. Entra Juice ed atterra entrambi gli avversari con una Spinebuster a testa. Due Lariat agli angoli e due Cannonball. Grande reazione di Loa ma Juice intercetta alla perfezione le manovre di coppia. Entra Finlay che si sbarazza di Loa, poi mossa di coppia ma Tama esce subito. I FinJuice vorrebbero chiudere ma invece Powerbomb di Loa ed Elbow Drop di Tonga solo per un conto di due. Finlay reagisce al tentativo di Magic Killer iniziale, subisce un secondo e Juice rompe il conto e c’è anche per lui la Magic Killer. Jado chiama la Super Powerbomb ma reazione incredibile. Cradle di Finlay per un due, colpo di mazza di Jado, Cradle di Tonga e due. Due volte a vuoto la Gun Stun, Stunner di Finlay ma non basta. Juice ribalta le manovre di Loa, stende Jado e c’è la Pulp Friction. Chiude Finlay con uno Shiranui.

VINCITORI E NUOVI CAMPIONI: FINJUICE

IWGP UNITED STATES CHAMPIONSHIP MATCH: LANCE ARCHER (c) VS JON MOXLEY

Mox mette delle sedie nel ring durante l’ingresso, Archer porta dei coperchi di bidoni e totalmente a caso attacca gli Young Lions a bordo ring. Il Death Rider attacca immediatamente e c’è subito un Suicide Dive. Superata la prima linea di barricate, Mox lancia l’avversario contro quest’utile. Tornati nel ring ecco la mazza da kendo. Mox prova a volare dal paletto, si accorge che Archer ha una sedia ma poco dopo viene comunque colpito. Sedia e coperchio infliggono tremendi danni allo sfidante, come la stessa mazza che viene usata più di tutti gli altri oggetti. Mox fa perdere l’equilibrio durante una Old School, colpi con la mazza e quando Archer sembrava essersi ripreso colpo col coperchio. Due sedie vengono posizionate con il coperchio sopra, Suplex sugli oggetti e Knee Trembler. Mox prova ad attaccare fuori dal ring ma c’è una Chokeslam sull’apron. Follia di Lance che prende uno Young Lion, lo porta sull’apron e da lì con una Chokeslam lo lancia sul nemico. Jon e il ragazzo vengono soccorsi dagli altri Young Lion, ma c’è un Tope Con Hilo di quel bestione di Archer. Il conto di dieci per la vittoria non arriva, ma intanto sul ring inizia ad accorpare delle sedie mentre tiene Mox a bada con la mazza. Jon non riesce a mettere il nemico sulle spalle. Archer fiuta una occasione ghiottissima con l’avversario sul paletto: Blackout sulle sedie. Mox si rialza all’otto. Ora lotta di sottomissioni: Mox ribalta la EBD Claw in una Armbar che viene ribaltata a sua volta. Archer subisce ma al nove si rialza. Death Rider bloccata e Chokeslam su una sedia. Mox fa fatica a tornare in piedi. Si rialza all’otto e fa il doppio dito medio. Pessima idea: Archer lo stende con un Big Boot e con un sacchetto di plastica esegue una pericolosissima EBD Claw. All’ultimo, Jon da una risposta. Frustrato, Archer prende due tavoli e li posiziona fuori dal ring. Mette Mox sul paletto per la Blackout che non va a segno. Stessa sorte per la Chokeslam dall’apron, ma alla fine sarà la Death Rider a far schiantare i due. Un sanguinante Mox si alza per primo, quando vediamo un immagine di Archer che sviene sul secondo tavolo in un mare di sangue.

VINCITORE E NUOVO CAMPIONE: JON MOXLEY

Mox chiede il microfono ed annuncia che è venuto a Tokyo per andarsene con qualcosa o con niente. Domani, al Tokyo Dome, lui e Juice Robinson se la vedranno una volta per tutte.

IWGP JUNIOR HEAVYWEIGHT CHAMPIONSHIP MATCH: WILL OSPREY (c) VS HIROMU TAKAHASHI

Il campione continua a sbeffeggiare lo sfidante, ritenendo che non sia più lo stesso. Hiromu non ci sta a farsi trattare così e mostra a Will che riesce a tenergli il passo. Sfruttando le occasioni giuste, l’Aerial Assassin riesce comunque a danneggiare meglio. Sfrutta bene anche le barricate, prima con uno Shoulder Trust e poi con delle prese. Neckbreaker fuori dal ring e Hiromu sembra spacciato. Ospreay continua ancora ad usare delle prese che sfiancano Takahashi. Reazione del Time Splitter che sembrava nel pallone al 100%. Falcon Arrow, ma solo conto di due. A vuoto la Sasuke Special, German Suplex di Hiromu ma Ospreay atterra sulla rampa, prova la carica, Belly To Belly Suplex ma con una magia Ospreay passa tra le corde e colpisce con la Sasuke Special. Springboard Elbow Smash ma solo conto di due. A vuoto la Robinson Special e Shotgun Dropkick di Hiromu che ora non molla. Tiger Feint Kick di Os che vola da un apron all’altro e colpisce Hiromu alla schiena con un Double Foot Stomp. Invito a rialzarsi per un violento Dropkick sul collo. Conto di due, ma il collo già martoriato di Hiromu sta per subire la Hidden Blade che non va a segno per un mancamento dello sfidante. Ospreay non lo lascia nemmeno rialzarsi ed inizia ad attaccarlo con dei fastidiosi calci. Package Superkick, poi Ospreay prova a salire sul paletto con una Electric Chair ma non ci riesce. Hiromu prova una manovra dalla terza corda, Electric Chair a vuoto ancora, riesce la mossa del Time Splitter ma è solo conto di due. Time Bomb a segno, ma è un near fall nuovamente. Non va a segno la seconda. Robinson Special, ma la OsCutter viene bloccata. A vuoto anche la Time Bomb, ma MADE IN JAPAN di Ospreay che la ruba a Shingo Takagi. Shooting Star Press sulla schiena, ma Hiromu è ancora dentro. OsCutter e quando sembra tutto finito Takahashi esce. Hiromu schiva la Hidden Blade e colpisce con una Pop-Up Powerbomb, ma sfrutta il tempo per recuperare senza tentare lo schienamento. I due si rialzano a fatica ma iniziano a duellare. Hiromu ha ripreso in mano la gara. Lariat di Takahashi ribaltata in una Powerbomb ribaltata a sua volta in un Flip Piledriver solo per un conto di due. Death Valley Driver contro un paletto. Time Bomb bloccata all’ultimo secondo. Due Superkick di Hiromu, Ospreay risponde. A vuoto la Storm Breaker, a segno lo Spanish Fly ma è ancora due. Una delle Hidden Blade più dure di sempre mette a dormire Hiromu, ma in maniera incredibile la Storm Breaker diventa una Flip Powerbomb per un conto di due. Inside Out e, finalmente, Time Bomb… ma Ospreay ne esce! Hiromu non molla e mostra una nuova, incredibile, indescrivibile ma dolorosissima finisher che gli vale la vittoria.

VINCITORE E NUOVO CAMPIONE: HIROMU TAKAHASHI

IWGP INTERCONTINENTAL CHAPIONSHIP MATCH: JAW WHITE (c) VS TETSUYA NAITO

Tutti e due gli atleti hanno la cattiva abitudine di metterci una vita prima di cominciare a lottare. White però si prende più pause. Naito obbliga il campione a lottare tenendo in ostaggio Gedo. Parte meglio lo sfidante, che si permette anche la posa da Ingobernable. Naito lascia White rientrare e poi colpisce con un Neckbreaker che fa cadere White da sdraiato sul ring fuori. Fuori e dentro il ring Naito continua a martoriare Switchblade. Reazione, ma ci sono incomprensioni con Gedo. Le scorrettezze rimangono e l’arbitro si fa ingannare come un pollo, dato che mentre rimprovera il campione Gedo colpisce Naito con una sedia alla gamba. L’assalto all’arto continua anche con il sostegno delle barricate. White si permette anche di mimare la posa degli Ingobernables con un Too Sweet. Muta Lock, Naito esce ma la situazione non cambia. Finalmente una reazione con tanto di sputo. La furbizia ed il tempismo di Tetsuya non sono spariti. Naito non sfrutta mai le situazioni al massimo e Switchblade ha ancora benzina. Ora i due sono alla pari ma da un duello esce meglio Naito. La presa sulla mano c’è ma è ancora presto per la Destino. Ora White reagisce con un Deadlift German Suplex. Naito amministra nuovamente ma White lo fa cadere contro il paletto. I danni alla gamba di Naito sono eccessivi e in più di un’occasione l’arbitro sembra voler terminare l’incontro. Uranage di White, ma solo conto di due. Snap Saito Suplex oltre le corde e Naito ha un durissimo impatto sull’apron. Kiwi Krusher di White, ma per un soffio Naito esce. Si torna alla gamba con la Inverted Figure-Four Leglock. Tetsuya non sa più che pesci pigliare. Le corde sono troppo lontane ma prova a farsi coraggio supportato dal pubblico. Con la forza della disperazione e dolorante come forse mai raggiunge le corde. Pop-Up Spinebuster di Naito ma la Gloria viene bloccata a suon di gomitate. Gedo distrae l’arbitro e Naito, White è lento ad approfittare e con una Tornado DDT i danni aumentano. Avalanche Hurricanrana. Destino bloccata con una pressione sulla gamba, l’arbitro e Naito vengono fatti impattare da Naito. Bloccata una sediata di Gedo, Low Blow di White ma Naito lo scaccia. Gedo prova a rientrare ma subisce un Low Blow da Naito. Sediata a tradimento di White che richiama l’arbitro dopo un German Suplex. A vuoto la Blade Runner, sputo in faccia a Naito che subisce un altro German Suplex ma si rialza in una frazione di secondo colpendo con una Destino. A vuoto sia la seconda Destino che la Blade Runner. Counter su counter, Poison Hurricanrana di Naito che chiude con la seconda Destino… no! White esce! La terza viene bloccata ma solo momentaneamente. Destino!

VINCITORE E NUOVO CAMPIONE: TETSUYA NAITO

IWGP HEAVYWEIGHT CHAMPIONSHIP: KAZUCHIKA OKADA (c) VS KOTA IBUSHI

Probabilmente il miglior ingresso di sempre da parte del Rainmaker. Lunga concentrazione per i due, poi si passa alle prime prese. Lunga e precisa fase di studio iniziale: i due sono alla pari. Prematuro tentativo di Rainmaker schivato ed Ibushi ci mostra tutto il suo atletismo. Non manca ovviamente la tecnica ed Okada comincia a perdere molte energie con una presa alle vie respiratorie. I calci di Ibushi riecheggiano in tutta l’arena ma Okada non molla. Il campione gestisce fuori dal ring e la Silverspoon DDT danneggia molto lo sfidante. Ibushi viene provocato, risponde duramente ma Okada mantiene il vantaggio. Ripresa a suon di calci della Golden Star. Ora Okada non può rimanere indifferente: questi colpi fanno malissimo. Ibushi viene mandato contro le barricate e con un Big Boot Okada lo manda nello spazio d’intermezzo. Il campione prende la rincorsa e le scavalca con un Crossbody. Okada gestisce ma a vuoto la Rainmaker. A vuoto anche il Tombstone Piledriver anche se Ibushi cade di testa. Riesce comunque a rialzarsi e colpire con un devastante Buster Driver, ma mancano le energie. Pur essendo andato vicino praticamente alla paralisi, Ibushi colpisce Okada con un violentissimo Double Foot Stomp. Sembra non vero: splendido Asai Moonsault. Rientrati nel quadrato Okada intercetta la Bomaye con il magnifico Dropkick e colpisce con il Tombstone Piledriver. Ibushi si aggrappa alle corde per evitare la Rainmaker. Quando Okada sembra aver chiuso la questione con un German Suplex, Ibushi incredibilmente atterra in piedi. Va vicino alla squalifica usando dei pugni, poi prende a calci il corpo di Okada e sfodera un altro pugno a mano chiusa. Decide di andare di Elbow, ma la violenza rimane e l’arbitro è costretto ad allontanarlo da Okada. Il campione intercetta il Second Rope German Suplex e sfodera un Tombstone Piledriver sull’apron a danneggiare ancora di più il collo problematico di Ibushi. Okada si rialza, mentre Ibushi al diciotto è ancora riverso per terra. Rientra all’ultimo secondo ma subisce un Air Raid Neckbreaker ed un Heavy Rain che non bastano. German Suplex con caduta sul collo. Ibushi si appella alle ultime energie per evitare la Rainmaker e colpisce con lo Short Arm Lariat. Second Rope German Suplex di Ibushi ma solo conto di due. Ancora Tombstone Piledriver, ma quando Okada gira Ibushi è lui a subire la Rainmaker. Bomaye a segno ma Okada esce addirittura all’uno. Seconda Bomaye ed è near fall. Calcione alla testa e Kamigoye, ma all’ultima frazione di secondo Okada esce. Lariat, ma è nuovamente conto di due. Distrutti, iniziano a duellare. Quando sembra in difficoltà Ibushi sfodera le manovre più dure del suo arsenale, cadendo per la stanchezza. Salgono sul paletto ed Ibushi viene spinto giù. Crossbody trasformato al volo in una Powerbomb per un near fall. Phoenix Splash ma Okada schiva all’ultimo. Spinning Rainmaker e poi Rainmaker… NO! NO! NO! IBUSHI ESCE! Okada rivuole la presa al polso. Short Arm Rainmaker, ancora presa al polso ed ancora Short Arm Rainmaker. Prova la Rainmaker ma subisce la V-Trigger del miglior rivale e migliore amico dei due. Tombstone Piledriver a segno ed infine Rainmaker.

VINCITORE E ANCORA CAMPIONE: KAZUCHIKA OKADA

Naito si presenta con la cintura appena vinta. Dopo sei anni dal primo scontro, dopo due dal secondo, sarà ancora una volta Okada vs Naito e stavolta più importante che mai

Okada ringrazia tutto il pubblico presente. Prima di parlare di Naito ringrazia Ibushi per l’incontro della vita. Due anni fa Okada lo disse: Naito può tornare, ma lui non mollerà. Lui è il più forte campione IWGP di sempre e ringrazia nuovamente tutti. Domani vedremo il miglior Okada di sempre e farà piovere ancora.

Per rimanere informati sul mondo del wrestling, continuate a seguirci sul nostro sito e su Facebook, InstagramTelegramYouTubeDiscordTwitter e Twitch

Se volete far parte della nostra community entrate nel gruppo Telegram

What do you think?

Written by Alessandro Jin Leone

Membro di The Shield Of Wrestling da luglio 2018. Newsboarder, reporter, podcaster ed anche altro. A partire dall'anno 2018/2019 frequenta un ITE ed è intenzionato a continuare nel settore economico. Attivista politico. Nel tempo libero è tifoso dell'Inter, predilige la musica metal e s'interessa di diversi ambiti del mondo nerd.

Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Loading…

smackdown risultati

SmackDown Risultati 03-01-2020

Wrestle Kingdom 14

Wrestle Kingdom 14 Night 1 Risultati