Report AEW Revolution 2021

Report AEW Revolution 2021

Report AEW Revolution 2021: Tra il debutto di una leggenda e l'estremo Exploding Barbed Wire Deathmatch

AEW Revolution 2021
Data di uscita
7 Marzo 2021
Luogo
Daily's Place (Jacksonville, Florida)
Orario
01:00 (Italia), 19:00 (USA)
Luogo della messa in onda
Sky Primafila (Italia), FITE TV

Dopo ben quattro mesi da Full Gear, la All Elite Wrestling torna con il suo nuovo pay-per-view in questo 7 Marzo con l’edizione 2021 di AEW Revolution (QUI! l’anteprima). L’evento di stasera propone anzitutto lo scontro con in palio il titolo femminile AEW tra la campionessa Hikaru Shida Ryo Mizunami, vincitrice dell’Eliminator Tournamente, così come ci aspetta la Casino Tag Team Royale o il Face the Revolution Ladder Match fino ad arrivare al sanguinoso Exploding Barbed Wire Deathmatch tra il campione AEW Kenny Omega e l’ex-campione Jon Moxley. Inoltre, come annunciato durante una puntata di Dynamite da Paul “The Big Show” Wight, stasera fa il suo debutto una leggenda meritevole dell’Hall of Fame. A raccontarvelo in diretta sarà il vostro amichevole Alex Bruno di quartiere.

Report AEW Revolution 2021

Il Buy-in del pay-per-view inizia alle 01:00 e, dopo un filmato dedicato ai match di cartello di stasera, ci accolgono Tony Schiavone ed Excalibur che ci illustrano e commentano la card di stasera, come di consueto.

TAG TEAM MATCH: THUNDER ROSA & HIKARU SHIDA VS BRITT BAKER & MAKI ITOH (w/REBEL)

Il match di questo Buy-In vede il duo Thunder Rosa & Riho affrontare Britt Baker e Maki Itoh, quest’ultima in sostituzione di Rebel a causa di un attacco di Nyla Rose come annunciato dalla dentista. Riho e Baker sono le donne legali iniziali, con la dottoressa che cerca subito di giocare sporco ma che ben presto finisce per subire il dominio dell’avversaria. Itoh-chan e Thunder Rosa entrano in campo e si danno battaglia con vantaggio della Mera Mera, costringendo la Fired Idol a sfruttare il trucchetto del pianto per poterle pestare e bloccarle il piede, per poi recuperare il breve svantaggio accumulato. Maki si ritrova contro anche Riho, la quale sfodera la 619 prima di ridare il tag a Rosa tornando a dominare la contesa. Riho è in pieno controllo prima di essere trascinata fuori dal ring da Britt Baker e colpita più volte da essa, permettendo a Maki-chan di tentare la Flying Big Head anche se non va a segno con tale mossa. Britt torna ad essere la donna legale e ad ottenere il pieno controllo della contesa, approfittando anche di qualche sotterfugio di Rebel. Maki e Riho tornano a battagliarsi, con l’ex-campionessa AEW che sfodera un Crossbody per atterrare l’avversaria, per poi lasciare il tag alle rispettive tag team partner. Thunder Rosa domina su Britt Baker, ma la situazione si capovolge con il nuovo ingresso di Maki che stavolta va a segno con la Flying Big Head. Baker attacca Riho, a sua volta atterrata da Thunder Rosa prima che quest’ultima venga colpita dalla Tornado DDT di Maki seguita dalla Diving Kokeshi che, però, non va a segno. Maki evita un attacco di Riho e va per una Single Leg Boston Crab sulla rivale, prima di colpirsi ripetutamente con essa per poi colpirla con un Headbutt. Rosa e Britt tornano nuovamente le donne legali e danno vita ad un breve scambio di roll-up, poi la Mera Mera torna in pieno controllo ma viene distratta da Rebel ma riesce ciononostante ad andare a segno con una Death Valley Driver. Dopo aver evitato la finisher dell’ispanica, Baker spinge l’avversaria verso Rebel facendola colpire dalla stampella di quest’ultima per poi aggiudicarsi la contesa.

VINCITRICI: BRITT BAKER & MAKI ITOH

Il Buy-In di AEW Revolution si conclude con una scena ormai diventata consuetudine nei pay-per-view All Elite Wrestling: l’arrivo di Jim Ross.

Dopo una schermata commemorativa dedicata allo scomparso Jim Crockett Jr. lo show ha ufficialmente inizio, con addirittura un’inquadratura in primo piano sul nostro connazionale D3.

AEW WORLD TAG TEAM CHAMPIONSHIP MATCH: YOUNG BUCKS (MATT & NICK JACKSON) VS INNER CIRCLE (CHRIS JERICHO & MAXWELL JACOB FRIEDMAN) (w/WARDLOW)

L’opener dell’evento è il match che vede gli AEW World Tag Team Champions Young Bucks difendere le cinture contro Chris Jericho & Maxwell Jacob Friedman, in rappresentanza dell’Inner CircleNick Jackson atterra subito con un Double Leg Takedown, costringendo MJF ad accorrere in aiuto di Y2J ma anch’egli viene colpito da un Double Leg Takedown stavolta di Matt Jackson. L’incontro degenera in una rissa fuori dal ring dove, però, hanno la meglio i due dell’Inner Circle, i quali finiscono per fare l’errore di voltare le spalle agli avversari permettendo loro di colpirli con un Double Suicide Dive ed a sottometterli con due Sharpshooter in tandem. I Bucks ottengono il pieno controllo della contesa e nemmeno una breve rimonta degli avversari riesce a fermarli, i quali fanno ancora l’errore di voltare le spalle ai fratelli Jackson. Ad aiutare Jericho e Friedman ci pensa Wardlow, il cui aiuto permette agli assistiti di recuperare lo svantaggio e di mettere a segno un Double Vertical Suplex e, senza pensarci due volte, di alzare il dito medio al pubblico. Matt Jackson, però, passa al contrattacco con una DDT su entrambi gli avversari per poi dare il tag al fratello Nick, il quale torna a dominare la contesa ed arriva quasi ad aggiudicarsi la vittoria ma MJF esce al conto di due. I Bucks addirittura mettono a segno la finisher dei Motor City Machine Guns su MJF, poco dopo Matt evita una Liontamer e la Judas Effect e si prepara ad eseguire la Meltzer Driver con Nick, ma MJF blocca quest’ultimo sull’apron e quando lo lascia andare Le Champion va con la Walls of Jericho per poi rifilarne un’altra anche su Matt. Friedman tenta più schienamenti, poi si beffa di Matt usando più volte il “S*ck It” mentre Jericho si occupa di Nick con un Codebreaker. Wardlow colpisce Matt Jackson con un tubo di ferro senza farsi vedere, permettendo ad MJF di schienarlo ma il maggiore degli Young Bucks si libera al conto di due. I Bucks tornano ad avere controllo su Jericho, per poi atterrare i due dell’Inner Circle con due Diving Crossbody simultanei, e facendo colpire Wardlow da Jericho involontariamente con la Judas Effect. Jericho tenta la Liontamer, finendo per subire il V-Trigger venendo salvato da MJF, il quale finisce al centro di un Superkick Party culminato con un Double Superkick sul Demo God. I Bucks vanno a segno con la Meltzer Driver e mantengono i titoli di coppia.

VINCITORI ED ANCORA CAMPIONI: YOUNG BUCKS

CASINO TAG TEAM ROYALE

Il secondo match è il Casino Tag Team Royale, con in palio un’opportunità agli AEW World Tag Team Championship, e ad iniziare tale incontro sono i Natural Nightmares ed Alan “5” Angels & Preston “10” Vance del Dark OrderDustin Rhodes stringe la mano ad Angels mentre QT Marshall attaca subito Vance, dando subito inizio alla battaglia tra i due tag team che vede prevalere i due del Dark Order prima di essere entrambi atterrati dal fu Goldust. Fanno il loro ingresso Santana & Ortiz, i quali se la prendono subito con i Natural Nightmares venendo però contrastati da Angel & Vance. QT Marshall colpisce Angels con il Diamond Cutter, mentre poco dopo fanno il loro ingresso i fratelli Mike & Matt Sydal che prima attaccano Preston Vance prima di concentrarsi su Santana. Nel frattempo entrano Evil Uno & Stu Grayson, i quali accorrono in soccorso dei compagni del Dark Order per poi attaccare Mike Sydal, il quale poco dopo viene gettato dalla terza corda da Santana & Ortiz. Gli ex-Latin American Xcange si battagliano con l’intero Dark Order, mentre nel frattempo fanno il loro ingresso un’altra coppia di fratelli: Austin & Colten Gunn. Il Gunn Club si da battaglia con il Dark Order, mentre Matt Sydal viene eliminato anch’egli da Santana & Ortiz. Poco dopo è il turno di entrare del duo Peter Avalon & Cesar Bononi,Pretty Picture, ma finiscono subito nel mirino degli avversari mentre i Varsity Blonds, entrati poco dopo sono più incisivi e si gettano con foga nella mischia. Peter Avalon  vengono eliminati dopo una Fameasser di Colten su Avalon e, poco dopo, tutti e due vengono eliminati da QT Marshall che, dopo, aver litigato con Dustin Rhodes, si auto-elimina. I Bear Country entrano poco dopo ed eliminano Stu Grayson, successivamente finisce nuovamente il countodown ed entrano Jungle Boy & Luchasaurus del Jurassic Express. Jungle Boy elimina Ortiz e Santana, mentre Jungle Boy fa piazza pulita con Bononi ed altri atleti minori. Fanno il loro ingresso The Butcher & The Blade, i quali si danno battaglia con i Bear Country prima di concentrarsi sul solo Dustin Rhodes che viene eliminato anche grazie all’aiuto di The Bunny. Entrano i Private Party, i quali cercano di eliminare Jungle Boy per poi battagliarsi con gli altri atleti rimasti. Altro ingresso, stavolta di Frankie Kazarian & Cristopher Daniels che inizialmente se la prendono con i Private Party per poi battagliarsi con i Bear Country e Luchasaurus, il quale viene eliminato dai Bears a loro volta eliminati da The ButcherPAC & Rey Fenix, due terzi del Triangulo de la Muerte, fanno il loro ingresso ed eliminano Marq Quen The Blade prima di essere atterrati da The Butcher. John Silver & Alex Reynolds, gli ultimi due rimasti del Dark Order, si uniscono alla battaglia ed eliminano Isaiah Kassidy, mentre The Butcher viene eliminato dali SCU. Gli ultimi team rimasti iniziano a battagliarsi, Christopher Daniels viene eliminato da Fenix mentre Reynolds da Jungle BoyKazarian da PAC. Il Triangulo è l’unico tag team con entrambi i membri rimasti, arrivano vicinissim ad eliminare Silver ma questi si salva e se la vede con PAC ad armi pari evitando in un primo momento l’eliminazione prima di essere eliminato da Fenix. Il solo Jungle Boy finisce alla mercé del Triangulo, riuscendo però ad eliminare PAC ed a rimanere da solo con Fenix. I due iniziano a battagliarsi, uscendo dalla seconda corda e poco dopo Fenix sfodera il Suicide Dive prima di essere colpito da un Superkick ed una Discus Clothesline di Jungle Boy ma la Cinderella Story di quest’ultimo ha vita breve, dato che viene eliminato dall’ispanico poco dopo.

VINCITORI: TRIANGULO DE LA MUERTE

La visuale si sposta su Dasha Gonzalez intenta parlare con Paul “The Big Show” Wight riguardo il misterioso debuttante.

La regia inquadra prima Diamond Dallas Page e poi Al Snow.

AEW WOMEN’S WORLD CHAMPIONSHIP MATCH: HIKARU SHIDA (c) VS RYO MIZUNAMI

Il prossimo incontro è quello con in palio l’AEW Women’s World Championship, dove la campionessa Hikaru Shida è chiamata a difendere la cintura dall’assalto della veterana Ryo Mizunami. Le due si danno subito battaglia, con la campionessa che sfodera subito il suo Knee Strike sull’apron per poi aprire una sedia ed usarla come trampolino per un secondo Knee Strike ma la Mizunami la anticipa e la lancia contro la barricata. Ryo-san ottiene e mantiene il controllo della contesa, anticipando gran parte dei colpi dell’avversaria prima, però, di essere fatta schiantare contro la rampa da Hikaru-san. Non contenta, Shida mette a segno un Superplex per poi darsi un’intensa battaglia con l’avversaria che la porta ad essere colpita da quest’ultima con diversi Headbutt seguiti da due devastanti Lariat ed una Hot Limit. Shida, però, si riprende quasi subito e va a segno con il Tamashii ma anche Mizunami è un osso molto duro e le due, in brevissimo tempo, tornano a battagliarsi intensamente culminando con un’Uranage ed una Spear di Mizunami. Shida ricorre ad un German Suplex ma Ryo Mizunami non va giù ed usa un Lariat, prima di essere atterrata da una combo di Falcon Arrow Knee Strike alternati. Hikaru sfodera un altro Knee Strike e poi tenta un roll-up, prima di andare a segno con il Tamashii, ma Mizunami cerca di bloccarla in un roll-up non riuscendoci. Shida va a segno con l’ennesimo Tamashii, per poi portarsi a casa la contesa poco dopo.

VINCITRICE ED ANCORA CAMPIONESSA: HIKARU SHIDA

Nel post-match Nyla Rose & Vickie Guerrero attaccano Mizunami e Shida, poi al parti si uniscono anche Maki Itoh, Britt Baker Rebel ma in aiuto delle buone arriva Thunder Rosa, la quale costringe alla fuga le altre.

La visuale si sposta su Chuck Taylor & Orange Cassidy, i quali vengono attaccati da Kip Sabian & Miro prima dell’inizio del loro match.

TAG TEAM MATCH: MIRO & KIP SABIAN (w/PENELOPE FORD) VS BEST FRIENDS (CHUCK TAYLOR & ORANGE CASSIDY)

Miro & Sabian trascinano il solo Taylor sul ring, con il Bulgarian Brute che prova estremo biasimo nei confronti dell’ex-maggiordomo che non si tira indietro allo scontro. L’incontro, praticamente un Handicap Match, vede i due europei dominare senza troppi problemi bloccando l’avversario al loro angolo. Il fu Chuckie T prova a resistere stoicamente e finalmente fa la sua comparsa un Orange Cassidy che atterra Miro con un Dropkick e, dopo essere diventato l’uomo legale, attacca Sabian con un Suicide Dive ed una Diving DDT. Il Freshly Squeezed, però, subisce la Gutbuster dell’avversario ma dopo che Taylor si prende il tag la situazione torna a favore dei Best Friends. Cassidy si ritrova contro Miro e, dopo essersi messo le mani in tasca, cerca l’Orange Punch per poi ripiegare su una Stunner seguita da un Orange Punch prima di essere distratto da Penelope Ford e colpito dal Matchka Kick di Miro. Il fu Rusev è fuori controllo e colpisce anche Taylor con il Matchka Kick per poi chiuderlo nella Game Over e facendolo cedere.

VINCITORI: MIRO & KIP SABIAN

La visuale si sposta su Chris Jericho & Maxwell Jacob Friedman, i quali affermano che l’Inner Circle inizierà ad arruolare nuove reclute e che mercoledì prossimo saranno in consiglio di guerra.

BIG MONEY MATCH: “BIG MONEY” MATT HARDY VS “HANGMAN” ADAM PAGE

Il prossimo match è il Big Money Match tra “Big Money” Matt Hardy ed “Hangman” Adam Page, dove lo sconfitto dovrà cedere i propri guadagni del 2021. I due iniziano a battagliarsi, con Page che ottiene il controllo della contesa mentre Hardy è costretto alla fuga venendo, però, atterrato da una Double Axe Handle dell’avversario fuori dal ring. Page finisce per colpire il paletto con un’Elbow Smash, mentre l’avversario cerca di rompergli le dita per poi mordergliele per poi fargli chiudere il braccio tra la rampa ed i gradoni d’acciaio. Il maggiore degli Hardy Boyz domina la contesa ma Page, poco dopo, riesce a recuperare lo svantaggio e ad atterrare l’avversario con un pugno sull’apron prima di essere colpito da una Twist of Fate fuori dal ring. Big Money Matt torna in pieno controllo, mettendo a segno un Germa Suplex dalla seconda corda prima di colpirsi più volte con l’avversario con delle Clothesline per poi finire entrambi fuori dal ring. Hangman va a segno con un Moonsault ed un Diving Crossbody prima di colpire l’avversario con uno Sliding Lariat, ma Matt riesce a recuperare e ad atterrarlo con un Neckbreaker e a colpire il cowboy con una Sit-Out Powerbomb. Hardy cerca la Twiest of Fate ma viene colpito dalla Dead Eye, mentre i Private Party fanno la loro comparsa per distrarre e dare fastidio all’ex-Elite che, dopo aver colpito Isiah Cassidy con un Suicide Dive, viene colpito dalla Side Effect e la Twist of Fate dell’avversario. In aiuto di Page arriva il Dark Order al gran completo, i quali permettono a Page di concentrarsi ed aggiudicarsi la contesa poco dopo.

VINCITORE: “HANGMAN” ADAM PAGE

FACE OF REVOLUTION LADDER MATCH

Il prossimo match è il Face of Revolution Ladder Match, contesa che vede in palio un’opportunità al titolo TNT di Darby Allin e a contendersi tale opportunità sono Cody Rhodes, Penta El Zero Miedo, Vance Archer, Max Caster, Scorpio Sky ed un misterioso partecipante, che si rivela essere “All Ego” Ethan Page. La battaglia tra i vari atleti inizia dopo il canonico suono della campanella, con Archer che si da battaglia con Cody sulla rampa per poi lanciare una sedia su Scorpio e Page. Il Murderhawk Monster, però, viene atterrato da Pentagon, il quale a sua volta viene colpito da un German Suplex di Scorpio Sky. Nel frattempo Caster sta per ricevere un assist da Jake Evans, il quale viene attaccato e atterrato da Preston “10” Vance. Al centro del ring si danno battaglia Rhodes e Page, ma ben presto è Caster a dominare il match dopo aver colpito diversi suoi avversari con un boom-box. Penta è il solo sul ring ed usa la scala come trampolino per atterrare su Cody e Caster, mentre Archer viene atterrato da Ethan Page con un Cutter sulla scala. Anche Scorpio Sky viene fatto schiantare contro la scala, che finisce per chiudersi su Archer, da All Ego che prende un’altra scala ed inizia a salirci prima di subire un Backstabber di Penta aiutato da Lance Archer. Il membro del Triangulo de la Muerte tenta una Package Piledriver sull’American Nightmare su una scala, venendo però contrattaccato da quest’ultimo. Caster si arrampica sulla scala, venendo tirato giù a forza da Scorpio prima di darsi battaglia sulla cima di due diverse scale e poco dopo ai due si uniscono anche Archer e Page. Scorpio Sky sta per afferrare l’anello ma viene tirato giù e colpito da un Superkick di Pentagon, prima di essere atterrato dal membro degli SCU. Caster e Page sono in cima, con il secondo che viene schiantato al suolo dal primo mentre Scorpio torna ad avere il controllo della contesa facendo schiantare il membro degli Acclaimed su una scala, per poi colpirlo con una Frog Splash sopra tale oggetto. Archer fa involontariamente salire Scorpio sulla cima della scala, per poi tirarlo giù e fargli sfondare la seconda scala. Poco dopo Penta El Zero Medio torna in pieno controllo, dandosi battaglia con Ethan sulla cima della scala e fatto cadere da questi, il quale a sua volta viene tirato giù da Cordy Rhodes e colpito con la Cross Rhodes. Il figlio dell’American Dream viene colpito da un Suplex dalla scala di Archer ed un Elbow Drop di Caster, il quale tenta una scalata ma Penta gli impedisce di afferrare l’anello prima di essere entrambi fatti cadere da Archer. Il Murderhawk Monster rifila diverse Chokeslam a diversi atleti, per poi colpire Caster con una Blackout ed iniziando la sua scalata interrotta da Ethan Page, il quale lo colpisce con un Razor’s Edge preceduta da un Low Blow prima di essere atterrato da Jake “The Snake” Roberts, a sua volta colpito da un Superkick di Pentagon. Cody colpisce l’ispanico con un Cody Cutter, per poi essere ripagato con un colpo di sedia del fratello di Fenix che sale sulla scala, ma viene fatto cadere a colpi di sedie da Scorpio Sky. Cody e Scorpio si danno battaglia sulla cima della scala, con quest’ultimo che fa cadere l’American Nightmare e stacca l’anello dalla sede.

VINCITORE: SCORPIO SKY

Ma adesso è arrivato il momento dell’arrivo del misterioso nuovo atleta che ha firmato con la All Elite Wrestling e sin dalla sua theme song di ingresso capiamo che può essere solo lui: “Captain Charisma” Christian Cage.

STREET FIGHT MATCH: DARBY ALLIN & STING VS TEAM TAZ (BRIAN CAGE & RICKY STARKS)

Il penultimo incontro della serata è lo scontro che vede il Team Taz, rappresentato dal campione FTW Brian Cage Ricky Starks, affrontare il campione TNT Darby Allin Sting, quest’ultimo al suo ritorno lottato dopo il terribile infortunio di Night of Champions contro Seth Rollins. Ci spostiamo su Cage & Starks a bordo di un’auto, i quali raggiungono un parcheggio ed entrano in un edificio misterioso per poi salire su un ring ritrovandosi davanti un’arbitro. Allin e Sting, di contro, li raggiungono preceduti da un piccolo esercito di uomini mascherati e truccati come The Icon. L’ex-WCW lancia il suo assistito contro Cage, che in un primo momento sembra avere la meglio sul campione FTW ma in brevissimo tempo il Team Taz ottiene il pieno controllo della rissa, con Cage che strangola Allin con la sua canotta mentre nel frattempo Sting inizia ad avere la meglio su Starks. Il campione TNT viene usato da Cage per sfondare una porta, mentre l’Hall of Famer perseguita Ricky e lo picchia senza pietà prima di dirigersi in direzione di Allin e Cage. L’ex-IMPACT! Wrestling fa schiantare l’avversario contro un bidone della spazzatura prima di essere preso alle spalle da Sting ritrovarsi in una situazione di due contro uno prima che la parità numerica venga ristabilita da Starks che arriva a colpire Sting con un fusto. Cage da solo neutralizza l’offensiva degli avversari ma viene colto impreparato da uno schizzo con l’estintore ed una bottigliata sulla testa, per poi essere fatto schiantare contro un tavolo. Allin, poco dopo, si lancia su Starks con un Coffin Drop prima di essere fatto schiantare contro una colonna da Powerhouse Hobbs colpito anche da Hook, mentre Cage mette KO Sting facendolo schiantare contro il muro. Darby sfonda una vetrata dopo essere stato lanciato contro di essa da Hobbs & Cage. Con il Team Taz al gran completo Sting se la vede brutta, venendo più volte colpito con una pala ma l’assist gli viene fornito da Allin che gli lancia la mazza da Baseball con la quale manda KO Cage, il quale viene poi colpito da Darby con un Coffin Drop dalla finestra. Poco dopo Starks recupera su The Icon sul ring, arrivando ad atterrarlo con una Spear per poi caricarlo in una Powerbomb dalla quale Sting riesce a non farsi colpire, per poi andare a segno con la Scorpion Death Drop Decisiva.

VINCITORI: STING & DARBY ALLIN

AEW WORLD CHAMPIONSHIP EXPLODING BARBED WIRED DEATH MATCH: “THE CLEANER” KENNY OMEGA (c) (w/DON CALLIS) VS JON MOXLEY

Ma adesso arriviamo al main event di questo AEW Revolution, l’Exploding Barbed Wire Deathmatch con in palio l’AEW World Championship conteso tra il campione “The Cleaner” Kenny Omega e l’ex-campione Jon Moxley. I due si prendono il loro tempo prima di iniziare questa vera e propria guerra, ma all’inizio vero e proprio i due cercano di premere l’uno la faccia dell’altro contro il filo spinato, le provano tutte per fare davvero molto male all’altro. Kenny viene spedito sulla rampa da Mox, il quale getta nel ring diversi oggetti per poi usare una mazza avvolta nel filo spinato per colpire più volte The Cleaner ed usando in tandem anche lo shinai ma il leader dell’Elite, dopo avergli gettato della polvere in faccia, lancia l’avversario contro il filo spinato causando anche la prima esplosione dell’incontro. Non contento Omega fa schiantare la testa di Moxley contro il bidone della spazzatura, poi lo chiude nella Figure 4-Leglock dalla quale il fu Dean Ambrose si libera grazie alla sedia avvolta dal filo spinato. Kenny per ripicca lancia il rivale contro un tavolo con il filo spinato, per poi colpirlo con un Moonsault e con una seria di colpi con lo shinai. Omega tenta nuovamente la Figure 4 ma Mox lo lancia contro il filo spinato per ben due volte, causando altrettante esplosioni, per poi colpirlo con un Suplex sull’altro tavolo con il filo spinato. Mox va per la Paradigm Shift, ma Omega la evita e Jon allora decide di legarsi del filo spinato sul braccio destro e cercando di colpire l’avversario con un Lariat, venendo però colpito da un V-Trigger prima di sfoderare il suo Lariat con il filo spinato. Moxley tenta nuovamente la Paradigm Shifts, ma il rivale lo spinge nuovamente contro il filo spinato causando un’altra esplosione. I due sono sull’apron, posizione molto pericolosa, continuando a darsi battaglia e Kenny cerca di lanciare l’avversario in ben due tavoli col filo spinato, finendo per schiantarcisi sopra anche lui con la Paradigm Shifts di Mox e la caduta, tra l’altro, causa un’altra esplosione. L’ex-Shield colpisce Kenny con il filo spinato ma si sente una musica trionfale e Jon tenta più volte uno schienamento, senza successo, prima di essere colpito con un Low Blow ed una Powerbomb da Omega che, poco dopo, ricorre al V-Trigger e la One Winged Angel che quasi gli vale la vittoria se non fosse per il piede di Mox che va a poggiarsi contro il filo spinato, con conseguente esplosione. Fanno irruzione gli IMPACT! Tag Team Champions Good Brothers, i quali distraggono Mox e permettono ad Omega di colpire l’avversario con una mazza col filo spinato causando un’esplosione. Doc Gallows & Karl Anderson aprono una sedia, permettendo ad Omega di sfoderare la One Winged Angel decisiva

VINCITORE ED ANCORA CAMPIONE: “THE CLEANER” KENNY OMEGA

Nel post-match assistiamo ai “festeggiamenti” del Bootleg Club, caratterizzato da un pestaggio su un Moxley ammanettato ed indifeso con una mazza da baseball avvolta nel filo spinato. In aiuto di Moxley arriva Eddie Kingston, insieme a The Butcher & The Blade, il quale cerca di togliere le manette all’amico per poi fargli da scudo umano per salvarlo dall’esplosione del ring.

AEW Revolution non poteva chiudersi in modo più traumatico e logorante.

Stiamo cercando nuovi elementi per il nostro staff, ci sono diverse posizioni disponibili, se sei interessato CLICCA QUI

Ora è possibile acquistare la prima rivista dedicata al wrestling italiano. CLICCA QUI!



Seguici su Google News

Report AEW Revolution 2021
Report AEW Revolution 2021
Evento accattivante e divertente
Tolta qualche lieve sbavatura, la All Elite Wrestling ha proposto un altro buon evento che va ad inserirsi come un must see per ogni amante della disciplina, dato che riesce a soddisfare i gusti di diverse tipologie di fan
Thunder Rosa & Riho vs Britt Baker & Maki Itoh
6.6
AEW World Tag Team Championship Match
7.9
Casino Tag Team Royale
7.1
AEW Women's World Championship Match
8
Miro & Kip Sabian vs Best Friends
5.6
Big Money Match
6.5
Face of Revolution Ladder Match
7.5
Darby Allin & Sting vs Team Taz
6.4
AEW World Championship Exploding Barbed Wire Deathmatch
7.7
Fattori Positivi
Il debutto di Christian Cage che, seppur pronosticabile, non era proprio scontato vista la presenza del Captain Charima alla Royal Rumble
Hikaru Shida vs Ryo Mizunami, una buona contesa di joshi
L'Exploding Barbed Wire Deathmatch, da guardare per gli amanti dell'Hardcore Wrestling vecchia scuola
Fattori Negativi
Lo scontro tra Miro & Kip Sabian ed i Best Friends, terribile nota stonata dell'evento
7

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Thunder Rosa & Riho vs Britt Baker & Maki Itoh
AEW World Tag Team Championship Match
Casino Tag Team Royale
AEW Women's World Championship Match
Miro & Kip Sabian vs Best Friends
Big Money Match
Face of Revolution Ladder Match
Darby Allin & Sting vs Team Taz
AEW World Championship Exploding Barbed Wire Deathmatch
Final Score

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Altre storie
Report IMPACT! 15-04-2021 - IMPACT! Wrestling
Report IMPACT! 15-04-2021 – IMPACT! Wrestling
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: