Carissimi lettori di The Shield of Wrestling, alla tastiera c’è il vicedirettore, Ciro “Phoenix” Gallotti pronto a raccontarvi quanto succederà durante l’odierna puntata di Monday Night Raw, che, in questa occasione, si svolgerà a Memphis, in Tennessee. Buona lettura!

•Lo show si apre con un piano sequenza su una limousine, dalla quale esce Vince McMahon, che fa notare al suo autista che un faro della lussuosa vettura è macchiato.

Veniamo finalmente proiettati all’interno del FedexForum con l’entrata di Braun Strowman, accolto discretamente dal pubblico di Memphis. Braun esordisce dicendo che Brock Lesnar è evidente spaventato da lui, fatto che lui ha notato in molteplici occasioni, come quando possedeva il MITB Briefcase o aveva un’opportunità all’Universal Championship. The Monster Among Men dice al “Beasty Boy” che ormai nulla può impedirgli di vincere il titolo, nemmeno Baron Corbin.

Il Lone Wolf appare sullo stage ma Strowman non gli dà possibilità di parlare, chiarendo immediatamente il fatto che lo stesso Corbin è stato licenziato dalla sua carica di general manager. Baron chiede a Braun di smetterla di prendere in giro tutti i suoi sostenitori: lo sanno tutti che perderà anche ‘sta volta. A differenza di Strowman, Baron vincerà il RR Match e guadagnerà il main event di Wrestlemania. Parte quindi un inseguimento che si prolunga dietro le quinte, con Braun che addirittura attacca un Sunil Singh. La telecamera si sposta su Elias che intona una canzone, la quale fa capire a Braun che Corbin si trova nella limousine. Il colosso attacca l’autista e sfascia l’auto. Vince McMahon assiste al massacro del suo gioiellino e appare visibilmente infastidito da tutto ciò.

Dopo la pausa pubblicitaria torniamo in pompa magna con una sentenza da parte del chairman: Braun riceve una multa di 100.000$ e il suo match in programma con Lesnar è attualmente cancellato. Strowman non la prende bene e capovolge la limousine. Dopo l’ennesima pausa, il colosso viene scortato all’esterno dell’edificio. 

Pronti per il primo incontro della serata!

•TAG TEAM MATCH: RONDA ROUSEY & SASHA BANKS V. NIA JAX & TAMINA 

Sasha Banks decide di dare inizio alle danze “in compagnia di Nia Jax”. La Bo$$ punta tutto sulla sua dinamicità per poi dare il cambio a Ronda Rousey. L’ex UFC ha la meglio sulle due partner che preferiscono riprendere fiato a bordo ring. Torniamo dalla pausa pubblicitaria e notiamo che la musica è decisamente cambiata, con Sasha in balia di Tamina e Nia. In poco tempo però, la Banks ribalta la situazione e chiude Tamina nella Bank’ Statement.

VINCITRICI: RONDA ROUSEY & SASHA BANKS 

Charly Caruso fa il suo ingresso sul ring e intervista le due, che in seguito a delle benevole dichiarazioni di Ronda, che Sasha interpreta male, decidono di metterla sul personale. La Boss sostiene che insegnerà a Ronda come perdere con classe. Non ha paura della Rousey e a Royal Rumble, quando lei stessa farà cedere Ronda, riprenderà il suo titolo. L’ex UFC cerca di riconciliarsi ma è tutto inutile.

•Spostiamo il focus sull’ufficio di Vince McMahon, dal quale esce Jerry “The King” Lawler. Sembra che quest’ultimo abbia ufficialmente rinnovato il suo contratto con la WWE.

Ronda Rousey e Sasha Banks continuano la loro lite nel backstage ma fortunatamente Bayley e Natalya riescono a far ragionare le due, salvo poi iniziare una loro discussione. La Riott Squad interviene e si dichiara molto interessata alla faccenda. Ruby Riott sfida le due a trovare un’amica per affrontarle. Challenge accepted.

Scott Dawson e Dash Wilder si apprestano ad affrontare i Lucha House Party, ma prima tengono un promo dove dicono che pagheranno le conseguenze di quanto successo settimana scorsa.

•TAG TEAM MATCH: THE REVIVAL V. KALISTO & GRAN METALIK (W/Lince Dorado) 

I lottatori mascherati confinano al loro angolo il povero Dash Wilder, che solo in seguito ad una distrazione riesce a dare il cambio a Scott Dawson.

Intanto, durante l’incontro, viene proiettata un’intervista diretta da Dasha Fuentes. Il focus è su chi debba affrontare Brock Lesnar in assenza di Braun Strowman. I contendenti sono tanti, tra cui figura anche EC3. 

Torniamo all’incontro e notiamo che Dawson la sta facendo da padrone. Mette a segno una Clothesline su Gran Metalik, il quale poggia il piede su una corda ma viene beffato da Wilder: 1…2..3!

VINCITORI: THE REVIVAL

•Torniamo su Dasha Fuentes che cerca di ottenere uno scoop da Vince McMahon. Il chairman si dirige verso il ring.

Vince McMahon fa dunque il suo ingresso in arena. Cerca di prendere parola, ma viene raggiunto tempestivamente da John Cena. Il leader della Cenation si avventa sul chairman e gli ricorda quanto abbia fatto per la federazione quando i colossi hanno abbandonato la causa. Mr. McMahon ha dato molteplici possibilità a John e lui crede di non aver mai deluso le aspettative. Quindi, John, chiede un’altra opportunità, ‘sta volta all’Universal Championship. Il pubblico non la prende bene. Cena aggiunge che lui ha qualcosa in più rispetto agli altri, ovvero: Ruthless Aggressione.

Arriva Drew McIntyre che sentenzia a destra e a manca, dicendo che il tempo di John è finito mentre il suo è appena iniziato. Al trio si aggiunge Baron Corbin, il quale chiede un’opportunità titolata. Ed ecco che arriva Finn Bàlor, il quale si dice molto scontento dal fatto che non sia stato invitato. In più asserisce che lui è l’unica persona in quel posto ad essere mai stato Universal Champion. The Demon parla duramente a Vince, dicendo di sapere che il chairman non ha ma straveduto per lui. A differenza dei fan. Quindi vuole mostrare che si sbaglia e attacca il Lone Wolf, dando inizio ad una rissa generale. McIntyre è The Last Man Standing. Il chairman prende la palla al balzo e sancisce un Fatal Four-Way match che sancirà il nuovo #1 contender. 

Jinder Mahal, nel backstage, interroga Vince McMahon sul perché non sia stato preso in considerazione per il confronto di poc’anzi. Lo stesso Jinder pensa che è questo che le persone vogliono vedere. McMahon acconsente e gli dà in pasto uno sfidante: se dovesse vincere, prenderà il suo posto. L’ex WWE Champion sceglie Finn Bàlor.

•SIX-WOMAN TAG TEAM MATCH: THE RIOTT SQUAD V. BAYLEY, NATALYA & NIKKI CROSS 

Nikki Cross fa il suo debutto in quel di Monday Night Raw. L’ormai ex NXT si fa avanti nell’affrontare l’intera Squad al completo e difatti lo fa senza problemi. Di ritorno dalla pubblicità vediamo che le cose sono decisamente cambiate, infatti la Riott Squad riesce a confinare Bayley al proprio angolo con dei quick tags. Natalya entra finalmente in gioco e annienta Sarah. Liv Morgan si prende il cambio ma viene prontamente intercettata da Nikki, la quale diventa la donna legale e connette una Diving Clothesline. Si prosegue con l’ex ICW che la fa da padrona, addirittura all’esterno del ring. Si ritorna nel limite delle corde e la Morgan subisce la Purge da Nikki, con Bayley che conclude l’opera con il Diving Elbow Drop!

VINCITRICI: BAYLEY, NATALYA & NIKKI CROSS 

•Finn Bàlor si appresta a fare la sua entrata, ma nel mentre, circondata amichevolmente da Mickie James e Dana Brooke, scorge Lacey Evans. Debutto per lei. 

Dean Ambrose si trova dietro le quinte e ci fa un riassunto di quanto dovrà fare ‘sta sera. Lui reputa tutto ciò sbagliato, soprattutto il fatto che lui debba difendere il titolo a Memphis.

•SINGLE MATCH: FINN BÀLOR V. JINDER MAHAL (W/Samir Singh) 

Finn Bàlor subisce un attacco durante la sua entrata e viene messo in una situazione pericolosa. Ciononostante decide di proseguire. L’incontro segue una falsa riga di padronanza da parte di Jinder Mahal. L’ex WWE Universal Champion ingrana la quarta, anche la quinta e con un ottimo comeback si sbarazza del tirapiedi di Jinder, mettendo poi a segno la fantastica Tope con Hilo. Si ritorna dentro ed ecco la Coup De Grace vincente!

•VINCITORE: FINN BÀLOR 

Dopo l’onnisciente pausa pubblicitaria passiamo al prossimo incontro.

•TRIPLE THREAT INTERCONTINENTAL CHAMPIONSHIP MATCH: DEAN AMBROSE (c) V. SETH ROLLINS V. BOBBY LASHLEY (W/Lio Rush) 

Dean Ambrose e Bobby Lashley, come da copione, si coalizzano ai danni di Seth Rollins. L’alleanza giunge al termine e Seth può dare libero sfogo alla sua dinamicità, anche se contro Lio Rush non sembra funzionare. Torniamo dalla pausa pubblicitaria e incredibilmente vediamo una coalizione tra Dean e Seth ai danni di Lashley. Una volta ritornati sul ring parte una serie di colpi tra Rollins e Ambrose, quest’ultimo subisce una Falcon Arrow: 1…2…Lio interrompe! The Architect e The Lunatic Fringe si liberano di Rush, Lashley approfitta dell’opportunità ma non c’è niente da fare. Dean viene allontanato con una mossa aerea. Lashley subisce il Frog Splash, Dean scaraventa l’ex amico all’esterno del ring e prova a capitalizzare: solo 2. Lashley annienta la concorrenza e connette la Spear su Dean, aggiudicandosi la vittoria!

VINCITORE E NUOVO CAMPIONE: BOBBY LASHLEY (W/Lio Rush) 

•Ci spostiamo al camerino di Alexa Bliss. Un addetto le porta del latte ma accidentalmente “rischia” di vederla la senza veli. L’ex Raw Women’s Champion è quasi pronta per il talk show.

•”A Moment of Bliss” ha ufficialmente inizio con la conduttrice che fa le presentazioni di casa. Paul Heyman è l’ospite della serata. Alexa ci propone anche uno scoop: ad Elimination Chamber, tre team di Raw e di Smackdown Live si sfideranno per ricevere i titoli femminili di coppia, che ci vengono mostrati dalla stessa Alexa. Dopo il grande annuncio, Paul Heyman si autointroduce e chiede alla Bliss di porgergli le sue domande migliori. Alexa chiede cosa ne pensa effettivamente l’avvocato del diavolo di tutti i cambiamenti in circolo questa sera. Paul risponde dicendo che tutto ciò non ha rilevanza: la differenza è irrilevante, Brock abbatterà tutti. Durante il discorso di Paul, sullo stage si palesa Otis Dozovic, che  successivamente viene fermato da Tucker Knight e dal resto della sicurezza. Sembra che il membro degli Heavy Machinery fosse interessato ad Alexa. Il segmento si conclude così.

Siamo dunque pronti per il main event!

•#1 CONTENDER’S FATAL FOUR-WAY MATCH: DREW MCINTYRE V. FINN BÀLOR V. JOHN CENA V. BARON CORBIN 

Di ritorno dalla prima pausa pubblicitaria vediamo un’alleanza di Finn Bàlor e John Cena ai danni di Baron Corbin. Ci spostiamo sul paletto e Drew McIntyre abbatte sia Bàlor che Cena con una doppia Powerbomb. McIntyre fa piazza pulita anche con Corbin. Ecco che torniamo dall’ennesima pausa, con Drew McIntyre che salva la candela dopo una End of Days ai danni di Finn Bàlor. John va con un attacco aereo ma viene intercettato da una Powerbomb dello scozzese: 1…2…NO! Bàlor cerca nuovamente il Coup De Grace ma John Cena lo carica a mo’ di Attitude Adjustment, che poi viene connessa. Baron scansa John e va per il pin: 1…2…NO! Baron si muniscedi sedia e attacca Bàlor, ma viene preso al volo da una Attitude Adjustment di Cena, che a sua volta subisce una Claymore. Bàlor si libera di McIntyre con una DDT e schiena il leader della Cenation in seguito al Coup De Grace.

VINCITORE E NUOVO SFIDANTE DI BROCK LESNAR: FINN BÀLOR 

John Cena tiene un promo dove dice che da oggi in poi Finn Bàlor ha un nuovo sostenitore, cioè lui.

Si chiude su queste importanti immagini l’odierna puntata di Monday Night Raw. Una puntata che ha avuto i suoi alti e bassi, ma per le considerazioni finali, dovrete aspettare oggi pomeriggio. Grazie per averci seguito, Have a nice day!