NJPW: WRESTLE KINGDOM 13 REPORT – (04-01-2019)

Popolo di The Shield Of Wrestling buongiorno, è il caso di dirlo visto l’orario, siamo pronti a vivere insieme lo show più importante della NJPW. Ci siamo, Wrestle Kingdom 13 ha ufficialmente inizio. A tenervi compagnia ci sarò io, Alessandro”Jin”Leone.

Iniziamo con l’unico match del pre-show di Wrestle Kingdom 13!

THE ELITE (YUJIRO TAKAHASHI, MARTY SCURLL & HANGMAN PAGE) VS YUJI NAGATA, JEFF COBB & DAVID FINLAY VS CHAOS (HIROOKI GOTO, BERETTA & CHUCKIE T) VS SUZUKI-GUN (MINORU SUZUKI, LANCE ARCHER & DAVEY BOY SMITH JR.) VS RYUSUKE TAGUCHI, TOGI MAKABE & TORU YANO- GAUNTLET MATCH – NEVER OPENWEIGHT 6-MAN TAG TEAM CHAMPIONSHIP N°1 CONTENDERS

Almeno per ora sono presenti solo i primi due trii. Scurll sa bene che Cobb è il problema principale e cercano di neutralizzare principalmente lui, fallendo momentaneamente e poi riuscendoci con una bellissima combo Superkick-Running Shooting Star Press sull’apron da parte di Scurll e Page. Finlay crea più di un problema a Takahashi, poi Page da uomo illegale prova a colpirlo ma lui cadendo esegue un roll-up su Takahashi. In realtà, guardando Page, sembra che l’abbia fatto volontariamente. Probabilmente è la sua rottura con Yujiro per andare in AEW.

THE ELITE ELIMINATA – ENTRA CHAOS

Goto, Beretta e Taylor non aspettano un attimo ad attaccare i loro avversari. Oltre che duri, i Best Friends sono anche spettacolari. Intanto nel ring, Nagata continua a dimostrarsi in buona forma e non lascia a Goto vittoria facile. Quando il Chaos si riunisce all’angolo però è un problema reagire. Goto e Cobb sono di nuovo faccia a faccia e l’ex Matanza non vuole perdere di nuovo, infatti mostra subito alcune ottime manovre come un devastante Saito Suplex al volo seguito da Standing Moonsault. Anche Goto però ha un due, a confermare la parità tra i due. Il top però Cobb lo sfodera con un Double Stalling Saito Suplex sui Best Friends. Sembra però la giornata di Finlay, che dopo aver subito molto riesce di nuovo ad incastrare uno schienamento.

CHAOS ELIMINATO – ENTRA SUZUKI-GUN

Ma il primo team non vuole aspettare nessuno ed attaccano immediatamente e con tanta furia. Nagata e Suzuki hanno una loro faida personale, in quanto molto simili. Mentre i due si battagliano fuori dal ring, i KES mettono in difficoltà Cobb e Finlay, che stravolta non può approfittare di nulla e deve subire la Killer Bomb.

NAGATA, COBB & FINLAY ELIMINATI – ENTRANO TAGUCHI, MAKABE & YANO

In realtà non entrano, il Gun li attacca in maniera violenta anche prima dell’ingresso, portandosi in vantaggio. Nel massacro, degno di nota l’Old School di Lancher, talmente lungo da dare il tag a Suzuki. Il team face riesce, però, in qualche modo, a trovare una sua offensiva. I buoni hanno però dei problemi di comunicazione, che contro l’intesa perfetta dei KES è un problema. Taguchi eccezionalmente impedisce un Gotch Style Piledriver su Makabe, poi esce da una Sleeper Hold e colpisce Suzuki. Salva anche Yano dai KES ma momentaneamente. Mentre attaccano Makabe, con l’arbitro a terra, Yano colpisce entrambi con un low blow e poi esegue un roll-up.

VINCITORI E NUOVI CONTENDENTI N°1: RYUSUKE TAGUCHI, TOGI MAKABE & TORU YANO

Suzuki non ci sta ed inizia a delirare con una sedia.
Pausa riempita da un bellissimo video recap di tutta l’annata nella federazione.
Ci viene annunciato che il match per il titolo NEVER sarà l’opener! Scelta a mio parere azzeccata. L’ordine sarà quello riportato nella preview.

WILL OSPREAY VS KOTA IBUSHI (C) – NEVER OPENWEIGHT CHAMPIONSHIP

Bellissime entrate per entrambi, con Ospreay che sfoggia anche un attire particolare. Da segnalare Jushin Thunder Liger al commento. Dopo pochi secondi abbiamo subito una sequenza di altissima velocità, poi Ospreay con una bellissima finta di Suicide Dive riporta la tensione ad alti livelli. Il match non aspetta prima di dare grandi spot, con Ospreay che intercetta un Asai Moonsault con un calcio e poi va di Handspring Spaceman Plancha fuori dal ring. Il ritmo rallenta restando alto e le manovre belle continuano: Frankensteiner di Ibushi che manda Ospreay fuori dal ring, seguito da uno Springboard Corkscrew Moonsault. Sequenza incredibile dove entrambi provano più volte ad eseguire la Golden Powerbomb di Ibushi fallendo, con Ospreay che colpisce con la Spanish Fly. L’inglese prova la Storm Breaker ma viene fermato da un fantastico Frankensteiner, segue poi una ginocchiata durissima. La Powerbomb connette, ma c’è solo un due per Ibushi. Ibushi è all’angolo in una Tree Of Woe. Ospreay si siede e lo prende a schiaffi ripetutamente, poi si posiziona per una Super Storm Breaker ma il tentativo fallisce e si becca un Double Foot Stomp sulla schiena. Ibushi va con il suo classico Middle Rope German Suplex, ma Ospreay è in piedi, come con il Super Frankensteiner famosissimo, e Ibushi si è anche rotto il naso. Arriva il classico calcione a terra, ma poi non c’è una finisher. Tentativo di Kamigoye, ma a vuoto. Ibushi connette alcuni strike, ma c’è il Lariat. Tentativo di Storm Breaker che viene infine ribaltato in un Tombstone Piledriver modificato che vale un 2,8. Ospreay ribalta tutto con i suoi soliti calci e connette la Storm Breaker. L’opener di cui ogni show avrebbe bisogno.

VINCITORE E NUOVO CAMPIONE: WILL OSPREAY

Ibushi è portato via in barella dopo delle prime medicazioni alla testa e al naso, sotto gli applausi del pubblico.

ROPPONGI 3K (YOH & SHOW W/ROCKY ROMERO) VS LOS INGOBERNABLES DE JAPON (SHINGO TAKAGI & BUSHI) VS SUZUKI-GUN (YOSHINOBU KANEMARU & EL DESPERADO) (C) – IWGP JUNIOR HEAVYWEIGHT TAG TEAM CHAMPIONSHIP

I campioni attaccano subito gli Ingovernabili buttandoli fuori dal ring, mentre i Roppongi sono pronti a combattere. Il pubblico deve ancora riprendersi dal match precedente, ma il ritmo di questo incontro è comunque molto alto e le manovre sono più che buone. Il rientro in ring di Takagi è un serio problema per tutti in quanto lottatore più grosso della contesa ed in generale uno dei più forti fisicamente della categoria. Dopo un Double German Suplex di Sho segue una lunga serie di manovre, ognuna di un lottatore diverso. Segue poi un momento molto positivo degli Ingovernabili e specialmente di Takagi che, come da me previsto, si prende il pin vincente con la Last Falconry.

VINCITORI E NUOVI CAMPIONI: LOS INGOBERNABLES DE JAPON

ZACK SABRE JR. (W/TAKA MICHINOKU) VS TOMOHIRO ISHII (C) – RPW BRITISH HEAVYWEIGHT CHAMPIONSHIP

ZSJ viene introdotto da un promo di Michinoku. Dopo poco, si passa al classico match del britannico di sottomissioni e transizioni, anche più sottomissioni contemporaneamente. Sabre fa volontariamente infuriare l’avversario con alcuni colpi deboli, solo per farlo attaccare e chiudere in una sottomissione. A sorpresa però il campione esegue una Ankle Lock per poi continuare a martoriare il nemico. Ci si stupisce sempre di come Sabre riesca ad eseguire delle prese dopo aver subito certi colpi. Dopo una serie di scambi, Sabre connette l’European Clutch che vale solo un due. Momento molto positivo per il campione che va più volte vicino alla vittoria, specialmente dopo un Lariat, ma Sabre continua a connettere prese su prese ed alla Ode To Breaks c’è la resa.

VINCITORE E NUOVO CAMPIONE: ZACK SABRE JR.

THE YOUNG BUCKS (MATT JACKSON & NICK JACKSON) VS LOS INGOBERNABLES DE JAPON (EVIL & SANADA) VS GUERRILLAS OF DESTINY (TANGA LOA & TAMA TONGA) W/BAD LUCK FALE & JADO (C) – IWGP TAG TEAM CHAMPIONSHIP

Ho sempre elogiato l’entrata di EVIL e SANADA, ma oggi si sono davvero superati. Anche i GOD hanno una bella entrata, con dei vestiti cyberpunk e Jado con un fantastico facepaint.
Iniziano i Bucks con Tama Tonga che gioca con il loro passato nel Bullet Club per alcuni mind games. Matt lo scaglia violentemente fuori dal ring, ma qui entrano gli Ingovernabili, con EVIL che distrugge Matt sulla rampa. I Bucks riuniti danno vita alle azioni migliori e puliscono il ring dagli avversari. Contemporaneamente Matt connette una Sharpshooter su EVIL e Nick un Corkscrew Moonsault su SANADA, ma i GOD continuano con i loro mind games, non interrompendo la sottomissione ma aiutando di nascosto EVIL ad uscire. Ritmo che si alza grazie ai Bucks e soprattutto a SANADA che va con quattro Springboard Plancha di fila, infiammando il pubblico. I LIDJ provano un Double Superplex, Tama Tonga lo trasforma in una Double Tower Of Doom e poi Nick con un 450 Splash su SANADA. Le intromissioni di Fale e Jado complicano il match, ma quando i Bucks sono nel momento c’è poco da fare. Arrivano però i LIDJ che prima si sbarazzano dei campioni, poi segue la combo Magic Killer/Moonsault.

VINCITORI E NUOVI CAMPIONI: LOS INGOBERNABLES DE JAPON

JUICE ROBINSON VS CODY (W/BRANDI RHODES) (C) – IWGP UNITED STATES CHAMPIONSHIP

I due non aspettano neanche la campana prima di iniziare. Cody come al solito è scorretto e finge infortuni per colpire. Quando subisce, poi, ci pensa Brandi, che si mette sopra di lui per impedire il volo di Juice dalla terza corda. Tentativo di Spear al paletto totalmente a vuoto. Cody trattiene l’arbitro dopo esserci sbattuto contro per dare il tempo a Brandi di colpire con una Spear. Dopo poco arriva la CrossRhodes, ma solo conto di due. CrossRhodes anche di Juice, di nuovo due. Beautiful Disaster e Killswitch, ma non è ancora abbastanza per Cody. Juice ha una fase di ripresa dopo il dominio di Cody. Arriva, abbastanza a sorpresa, la Pulp Friction ed il pin meno entusiasmante di sempre.

VINCITORE E NUOVO CAMPIONE: JUICE ROBINSON

TAIJI ISHIMORI VS KUSHIDA (C) – IWGP JUNIOR HEAVYWEIGHT CHAMPIONSHIP

Entrata del campione a tema Ritorno Al Futuro. Non poteva essere altrimenti.
Ishimori ha uno stile molto simile a quello del campione, con la medesima agilità nell’applicare le prese. Manovra innovativa di Ishimori, uno Sliding German Suplex, con lui che esce dal ring mentre KUSHIDA è appoggiato alla seconda corda. Seguono poi le classiche transizioni sulle sottomissioni del campione ma Ishimori è preparato e sa come svincolarsi (con, ovviamente, tutte le difficoltà dovute alla manovra). Bone Soldier prova a trasformare un Frankensteiner, ma è sempre KUSHIDA ad uscirne bene. Dopo un Tombstone Lungblower però continuano le prese del campione. Dopo degli scambi, Ishimori colpisce con la Bloody Cross.

VINCITORE E NUOVO CAMPIONE: TAIJI ISHIMORI

JAY WHITE (W/GEDO) VS KAZUCHIKA OKADA

Niente capelli rossi, niente palloncini: finalmente Okada è tornato il Rainmaker! Con delle nuove mutande, tra l’altro.
Ad uccidere l’entusiasmo del pubblico ci pensa Switchblade, che attacca subito l’ex leader. Back Suplex fuori dal ring, poi ovviamente contro le barricate. Non è un match di White se non si va contro le barricate. Il leader del Bullet Club tiene l’avversario a terra con alcune prese, ma basta una manovra di Okada per far esplodere il pubblico. Il dominio del Rainmaker potrebbe essere fermato da Gedo, che viene malamente lanciato oltre le barricate come White prima, poi Okada vola su entrambi. Dopo una Scoop Slam, grande slancio di Okada con un Elbow Drop dalla terza corda, poi esegue la sua taunt. White va a vuoto con una sedia di Gedo e Okada li manda a sbattere, con l’ex manager che dall’apron cade sulle barricate. Tentativo di Switchblade bloccato ottimamente dall’ex campione. Switchblade a vuoto, ribaltamento, Lariat a vuoto di Okada ma colpisce col Dropkick, poi Rainmaker a vuoto una, due volte, ma al terzo tentativo c’è la Discuss Rainmaker. Tutto pronto per quella normale che vale la vi-NO, SWITCHBLADE!

VINCITORE: JAY WHITE

TETSUYA NAITO VS CHRIS JERICHO (C) – NO DISQUALIFICATION – IWGP INTERCONTINENTAL CHAMPIONSHIP

L’Ingovernabile ricambia Jericho per tutto quello che ha fatto nella loro faida e lo attacca in maniera durissima prima che inizi il match. Dopo poco abbiamo la prima manovra che fa male solo a vederla: Piledriver sulla rampa. Dominio di Naito interrotto con un Suicide Dive fermato da un colpo di mazza da kendo. Il bastone complica parecchio la vita a Naito, sia con i colpi che con le sottomissioni. La scena torna fuori dal ring, dove Y2J sfrutta bene l’ambiente e colpisce con una DDT sul tavolo (…tavolino, non come quello WWE) dei commentatori. Va poi a far suonare la campanella per decretarsi vincitore, ma l’arbitro si oppone. Continua il suo dominio, con anche un Lionsault (con le sue condizioni è da considerarsi una sorpresa). Jericho fa l’errore di continuare con le provocazioni, con Naito che non solo ritorna, ma che per rispondere a dei deboli calci all’angolo di Jericho gli sputa in faccia. Dropkick all’angolo di Naito trasformato in Walls Of Jericho. Naito ne esce, blocca una Codebreaker e connette una Tornado DDT alle corde. Tentativo di Destino, ma ribaltamento in Walls Of Jericho. Quando sembra cedere, Naito trova la mazza da kendo e la usa per liberarsi. I danni inflitti iniziano ad essere considerevoli e rimangono impressi sul corpo dell’ex campione del mondo, ma Naito è troppo sicuro di sé e subisce una Codebreaker che però vale solo un due. Y2J prende poi tante sedie e prova la Powerbomb su di esse dopo aver colpito Naito, ma ci subisce una DDT. Da parte di Naito c’è anche una Codebreaker ma è solo 2. Jericho tenta il Vertical Suplex ma viene ribaltato in un German su una sedia. Poi tentativo di Destino, ma Jericho ne esce, l’arbitro non vede il low blow ed arriva il Codebreaker decisi-NO, SOLO 2! Jericho vuole usare un’altra arma: la cintura. Naito però ribalta in un Flapjack all’angolo e vince con la Desti-NO, ANCORA 2, PAZZESCO! Prende proprio Naito la cintura e colpisce lui, poi finalmente la Destino è decisiva.

VINCITORE E NUOVO CAMPIONE: TETSUYA NAITO

HIROSHI TANAHASHI VS KENNY OMEGA (C) – IWGP HEAVYWEIGHT CHAMPIONSHIP

Entrata di Omega a tema Undertale, come l’ultimo video di BTE.
Primi 10 minuti in cui l’Ace non ha neanche un briciolo di offensiva. Kenny lo tiene a terra per prenderlo a calci, se lo alza è solo per mandarlo contro le corde e colpirlo ancora. Tanahashi ha finalmente un’offensiva, con una 450 Senton, ma subito torna tutto in mano al Cleaner. Fuori dal ring, i due ci vanno giù pesante e rischiano il double count-out. Arriva anche una V-Trigger una volta tornati nel ring, ma nonostante tutti questi colpi, Tanahashi è ancora in piedi e ribalta una One Winged Angel. You Can’t Escape, ma Kenny non riesce a salire sul paletto, il ginocchio non glielo permette e l’Ace continua ad infierire. Con una fatica immonda, Tanahashi chiude Omega nella Cloverleaf, ma dopo qualche minuto non potendo più tenerla opta per la Styles Clash. Dopo questa umiliazione, High Fly Flow-NO, ALL’ULTIMO SECONDO KENNY ALZA LE GINOCCHIA! Ennesima V-Trigger sulla testa, con un vistoso taglio, di Tanahashi. Ennesimo Dragon Screw che continua a peggiorare le condizioni del ginocchio. Segue una fantastica Slingblade sull’apron. Kenny viene messo su un tavolo fuori dal ring, Tanahashi sul paletto, High Fly-OMEGA SI SPOSTA! TANAHASHI SI SCHIANTA! Kenny potrebbe vincere per count-out, ma vuole una vittoria vera e rimette Tanahashi sul ring. Powerbomb, ma non è 3. Continua a sollevarlo e schiantarlo, ma continua a non essere 3. Kenny aspetta solo di chiudere, ma dal nulla arriva la Slingblade. I due, distrutti, si scambiano dei colpi della disperazione ed anche Kenny usa la Slingblade. Kenny allora sale sulla terza corda per il suo High Fly Flow…ed è soltanto 1! Ed allora, V-Trigger. Ma Tanahashi continua a non mollare. Inverted Hurricanrana di Omega, che poi colpisce con una delle V-Trigger più forti di sempre. E nonostante tutto, l’Ace è ancora in piedi e ribalta con una Inverted Hurricanrana la One Winged Angel. Dragon Suplex e terza corda, per l’High Fly Flow in versione Crossbody, seguito da quello classico…E NON BASTA! Hiroshi prova a risalire sul paletto dopo svariati minuti a terra, ma Kenny lo prende sulla seconda corda con la V-Trigger. Kenny sfodera poi qualcosa di incredibile: Super Dragon Suplex. Manovra rischiosissima e difficilissima. Ancora V-Trigger. E finisce qui, con la One Winged Angel…NO! NO! NO! SLING BLADE! HIGH! FLY! FLOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOW!

VINCITORE E NUOVO CAMPIONE: HIROSHI TANAHASHI

Il titolo non cambiava detentore all’evento del 4 gennaio dal 2005. Questo è il match più lungo della storia del Tokyo Dome.
Tanahashi ringrazia i fan e tutti i suoi amici e le persone care che lo hanno supportato. Promette di difendere sempre questa cintura, di conservarla con la massima cura e ringrazia ancora.
Wow, fatemi un momento rifiatare. Wrestle Kingdom si è confermato all’altezza delle aspettative, qualche piccola delusione, molte aspettative confermate e con mio estremo piacere diverse aspettative superate. A parte qualche neo, l’evento è stato solidissimo con tanti match memorabili. Tanti dubbi ci sono ancora, possiamo solo aspettare New Year’s Dash!! di domani. Io vi ringrazio per avermi accompagnato in questo report.
Alla prossima!

Altre storie
WrestleMania 36 Night 1 Report
WrestleMania 36 Night 1 Report