Dopo aver visto l’ultima puntata di Monday Night RAW, andiamo ad analizzare i fatti salienti con gli Ups&Downs di Beppe “HBK” Ieno

Si è conclusa da poche ore l’ultima puntata di Monday Night RAW, svoltasi a Kansas City, a ormai pochi giorni dalla disputa dell’evento in Arabia, ovvero Super ShowDown. In vista dell’imminente PPV, ci saranno stati sviluppi interessanti nello show rosso? Lo scopriamo subito con gli Ups&Downs odierni.

UPS

– LESNAR & ZIGGLER

Il piatto forte della puntata consisteva nella scelta del campione da sfidare da parte di Brock Lesnar. In realtà, Mr. Money In The Bank ha semplicemente preso in giro sia Kofi Kingston, sia Seth Rollins, minacciando che lui utilizzerà la valigetta solo quando ne avrà voglia. Da apprezzare anche il lato comedy di Lesnar, che è entrato sul ring in modo completamente diverso rispetto al solito. Sempre ad inizio serata, Dolph Ziggler ha attaccato il campione WWE e anche Xavier Woods, causando una sorta di rissa senza quartiere. Lo Show-Off ha poi ribadito come a Super ShowDown conquisterà la cintura.

– ROLLINS VS ZAYN & RICOCHET VS CESARO

Nell’ultima puntata di RAW è andato in scena il re-match di settimana scorsa tra Ricochet e Cesaro, con i 2 che hanno fatto ancora meglio di 7 giorni fa e a prevalere è stato l’ex atleta di NXT. Nel main event, Sami Zayn (autore di un promo molto controverso) si è scontrato con il campione universale Seth Rollins, riuscendo a tenere testa al Kingslayer e a metterlo in grave difficoltà, complice un infortunio alla gamba. Alla fine però l’ex componente dello Shield è riuscito ad ottenere il pin vincente.

DOWNS

– MEDIOCRITA’ E BUCHI LOGICI

L’ultima serata dello show rosso ha fornito almeno un’ora di nulla, con riempitivi poco utili alle storyline e con la situazione femminile che non ha subito sbocchi narrativi. Oltre alla scarsa qualità iniziale, c’è da registrare un fatto curioso accaduto nel Fatal-4-Way Elimination Match valevole per il posto di primo sfidante per il titolo universale, dove è stato Baron Corbin ad ottenere l’opportunità di sfidare Seth Rollins in Arabia, schienando The Miz, ma in maniera abbastanza confusa, con Bobby Lashley e Braun Strowman che sarebbero stati eliminati per Count-Out. Inoltre, il clima del Memorial Day non ha fatto altro che aumentare il disagio di questa puntata.

– IL CUGINO DI ROMAN REIGNS

Nella serata di RAW ha fatto la sua comparsa Shane McMahon, che si è dovuto scontrare con Lance Anoa’i, ribattezzato come il cugino di Roman Reigns. Dopo averlo sconfitto quasi agevolmente (anche grazie a Drew McIntyre), il Commissioner ha continuato a provocare la famiglia del Big Dog, fino a quando lo stesso samoano non ha raggiunto il ring con una sedia, mettendo in fuga i 2 rivali.

Considerazioni generali

Dopo due settimane di discreta qualità, l’ultimo RAW è ripiombato nella mediocrità generale che sta attanagliando la WWE, in particolar modo lo show rosso. Da salvare solo alcuni promo, come quelli di Brock Lesnar e Dolph Ziggler, e il main event, mentre il resto non ha rispecchiato le attese e non ha dato sviluppi futuri verso Super ShowDown.