WWE: forti critiche per l’invasione zombie a WrestleMania Backlash

WWE: forti critiche per l’invasione zombie a WrestleMania Backlash

Il New York Post condanna la WWE

La WWE ha portato in scena con WrestleMania Backlash un bell’evento con dei match molto amati dal pubblico, specialmente il Main Event tra Roman Reigns e Cesaro. Tuttavia la stessa compagnia sapeva, in cuor loro, che l’invasione zombie del Lumberjack match tra The Miz e Damian Priest sarebbe stata duramente criticata. Non solo le critiche dei fan e le stoccate di Chris Jericho, ad andarci giù pesante ci ha pensato il New York Post.

WWE criticata duramente dal New York Post

La partnership tra la compagnia e il film di Zack Syder “Army of the Dead” che include anche Batista nel cast avrà sicuramente creato un’enorme pubblicità ma ad un costo enorme così come svelato dalla testata di New York:

La WWE sa come rovinare delle belle cose. WrestleMania Backlash ha proseguire la serie di show positivi con grandi match e belle storie ma in molti ricorderanno i terribili zombie. Per fortuna il lottato è stato così positivo dall’evitare che la loro peggiore idea buttasse tutto alle ortiche.

Non è la prima che la WWE mette in scena segmenti fortemente discusse dalla stampa, dalla crocifissione di Stephanie McMahon all’impiccagione di Big Bossman a WrestleMania 15. Tuttavia si tratta di pubblicità e, in quanto tale, deve far discutere. Come diceva Oscar Wilde, non importa che se ne parli bene o male, l’importante è che se ne parli.

Vedremo se giungeranno altri commenti a riguardo, restate connessi su The Shield Of Wrestling per tutti gli aggiornamenti.

Stiamo cercando nuovi elementi per il nostro staff! Ci sono diverse posizioni disponibili: se sei interessato, CLICCA QUI.

Abbiamo aperto il nostro canale Telegram! Rimani sempre aggiornato CLICCA QUI.

Seguici su Google News

Altre storie
AEW: Mostrata un'anteprima del videogioco
AEW: Mostrata un’anteprima del videogioco
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: