Keith Lee si unisce allo #SpeakingOut e racconta la sua storia
Keith Lee si unisce allo #SpeakingOut e racconta la sua storia

Keith Lee si unisce allo #SpeakingOut e racconta la sua storia

Keith Lee decide di aderire allo #SpeakingOut

Keith Lee si unisce allo #SpeakingOut e racconta la sua storia. Con un lungo post su Twitter, anche l’NXT North American Champion ha condiviso la sua storia.

Il Movimento #SpeakingOut cresce sempre di più e, ora, si arricchisce di un nuovo protagonista.

Keith Lee è l’attuale NXT North American Champion, ma metterà in palio il suo titolo, nella prossima puntata di NXT, in un Triple Threat Match contro Finn Balor Johnny Gargano. Se riuscirà a difendere con successo il titolo, avrà l’opportunità di diventare Double Champion, perché affronterebbe Adam Cole per l’NXT Championship in un Winner Takes All Match.

Keith Lee ha deciso di unirsi al Movimento #SpeakingOut e di raccontare la propria storia.

Non per rancore.
Non perché voglio causare un danno a qualcuno.
Non per odio o rabbia.
Voglio solo che sappiate… #YouAreNotAlone

Io sto #SpeakingOut

Nel lungo post su TwitterKeith Lee ha raccontato una storia del 2016-2017. Egli stava facendo conversazione con una donna, con la quale scherzava e cantava al karaoke. Tuttavia, lei voleva andare oltre, mentre lui aveva più volte rifiutato gentilmente l’offerta. Volendo offrire un drink alla donna come per chiedere scusa, ha, invece, ricevuto lui un drink da lei. Prima di berlo, si era recato in bagno. Al ritorno, ha bevuto tutto il drink e, dopo un po’, la vista è diventata sempre più confusa, fino a quando, poi, si è risvegliato nudo in una camera d’albergo.

Stiamo cercando nuovi elementi per il nostro staff! Ci sono diverse posizioni disponibili: se sei interessato, CLICCA QUI.

Ora è possibile acquistare la prima rivista dedicata al wrestling italiano. CLICCA QUI!

Seguici su Facebook Seguici su Google News

Altre storie
NXT: la top 10 dei ritorni a sorpresa
NXT: la top 10 dei ritorni a sorpresa
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: