Report Being The Elite 160 Go Away Heat: Popolo di The Shield Of Wrestling, benvenuti all’episodio 160 di Being The Elite! Io sono Francesco D’Onofrio e vi proporrò il report della puntata. Buona lettura!

Gli Young Bucks stanno programmando il booking per il medio-lungo periodo. Sul taccuino di Matt Jackson, ci sono: l’ironica domanda “Chi dovremmo seppellire?”, la possibile data di inizio dello show televisivo della AEW (2 Ottobre), la possibilità di aggiungere più comedy, un’ulteriore parodia del segmento di Cody nel post match di Double Or Nothing (“non ho bisogno di un partner, non ho bisogno di un amico, ho bisogno del mio fratellone…”) e una menzione dei Good Brothers (Luke Gallows & Karl Anderson). Sul taccuino di Nick Jackson, ci sono alcune idee ironiche: (in riferimento al WWE 24/7 Championship) ci sarà una corsa al titolo? (scherzando) Kenny Omega dovrebbe diventare un jobber? I due fratelli vengono interrotti da Leva Bates, la quale dice (titubando inizialmente) che il pubblico sta… amando questa gimmick! Per questo motivo, ci teneva a ringraziarli per quest’opportunità, li abbraccia e se ne va. Nick, in realtà, stava pensando di abbandonare quest’idea dei bibliotecari, ma, dopo il discorso che ha fatto Leva, ha deciso di dare loro fiducia e di concedere un intero anno di tempo. Matt sembra contrario a questa scelta, ma, in realtà, è completamente d’accordo e, anzi, vuole puntare su di loro per ben CINQUE anni. Ci saranno sempre i bibliotecari, saranno sempre presenti ad ogni show e potranno occupare qualunque ruolo. C’è bisogno di un misterioso avversario, chi chiameranno? Il bibliotecario! C’è bisogno di un arbitro, chi ne assumerà le vesti? Il bibliotecario! Nick Jackson è entusiasta dell’idea e rilancia: perché non dare loro un push come quello di Baron ****** (censurato, ma si tratta, ovviamente, di Baron Corbin)? Matt Jackson, infine, lancia l’idea definitiva: c’è uno show televisivo alle porte, chi ci sarà nel Main Event? I bibliotecari.

Sigla!

Un’apparizione a sorpresa…

Gli Young Bucks sono a Miami Beach, per una convention. Qui, incontrano i fan, firmano autografi e si fanno le foto con loro. Tra questi, c’è anche un cosplayer di Maui (personaggio del film di animazione “Oceania”, doppiato da The Rock). Quando, però, arriva un fan vestito come Mick Foley/Cactus Jack, interviene la stessa leggenda della WWE, che, scherzosamente, dice che, se ti vesti come lui, non puoi fare la fila per incontrare gli altri atleti. Matt Jackson, però, fa notare che molti fan in fila per incontrare Mick Foley hanno la maglia degli Young Bucks

Jungle Boy sembra in pericolo e l’arbitro sta per intervenire, ma, come sempre, c’è Luchasaurus che lo sorregge, quindi non c’è nessun problema.

Gli SCU, che dormono in tre stanze diverse, non hanno sentito la sveglia e si sono svegliati troppo tardi. Cercano di vestirsi in fretta (tant’è che Christopher Daniels esce a torso nudo), ma non arrivano in tempo all’aeroporto e hanno quindi perso il loro volo. Con loro, c’è il bibliotecario Peter Avalon, che, puntualmente, li zittisce e ammette di aver perso anche lui l’aereo…

Shawn Spears “lotta” contro le zanzare e si dà alcuni colpi sulla spalla. Emerge dal nulla un arbitro, che dice che ha ceduto e che è fuori. Viene suonata la campanella.

C’è posta per BTE!

C’è posta per BTE! A Brandon Cutler viene chiesto: “Qual è il tuo cosplay preferito?”. Dice che lui e sua moglie hanno fatto molti cosplay: Rogue & Gambit (una miniserie della Marvel), Superman & Wonder Woman, Grog & Vex di Critical Role (una serie web americana in cui un gruppo di doppiatori professionisti gioca a Dungeons & Dragons). Da solo, invece, ha fatto recentemente un cosplay di Captain Falcon (uno dei personaggi della serie di videogiochi F-Zero) e un cosplay del Comandante Cobra (l’antagonista di G.I. Joe) durante una convention nella quale è stato vittima di una chokeslam. Per rispondere alla domanda di Twitter, il suo dream cosplay sarebbe Jafar (l’antagonista di Aladino), perché pensa di avere anche la faccia giusta per farlo.

C’è posta per BTE! A Matt Jackson viene chiesto: “Perché continuate a prendere in giro il segmento dei fratelli Rhodes?”. Risponde, dicendo che ama Cody e Dustin, hanno avuto un match fenomenale e hanno avuto un momento fenomenale alla fine, un momento molto emozionante. E’ stato sicuramente un momento riparatore per la famiglia Rhodes ed è stato amato su internet. Tuttavia, ne ha avuto abbastanza.

Di conseguenza, Nick Jackson recita nuovamente il promo di Cody… aggiungendo, però, una nuova parte, perché ha bisogno che il suo fratellone chiami un Uber per andarli a prendere e ha bisogno che si sbrighi, visto che sta facendo molto caldo.

Un nuovo match per Fight For The Fallen!

Scorpio Sky vuole annunciare il match degli SCU, ma non lo farà da solo. Il collegamento passa a Frankie Kazarian, che dice che la AEW vuole offrire il miglior tag team wrestling del mondo e Fight For The Fallen non sarà un’eccezione. Come promesso in una precedente puntata di Being The Elite, per la prima volta, gli SCU (Frankie Kazarian & Scorpio Sky) affronteranno… i Lucha Brothers! Chiude la puntata Christopher Daniels, che spiega che sarà comunque a bordo ring a portare la sua esperienza e farà capire che, quando gli Young Bucks e i Lucha Brothers si stuzzicavano su chi fosse il miglior Tag Team del mondo, gli SCU dovevano far parte della conversazione fin dall’inizio.

Grazie per la lettura e… Be The Elite!