L’edizione numero 35 dello Showcase Of The Immortals si appresta a superare almeno 2 record degni di nota e difficilmente battibili in futuro.

Nonostante il wrestling, agli occhi del grande pubblico, non stia passando il suo momento migliore, WrestleMania contribuirà a cambiare tendenza. Normale che l’evento con il maggior eco in assoluto, stabilisca dei nuovi primati di tanto in tanto, sicuramente degno di nota, il fatto che accada tutto in una singola edizione. Il 35esimo anniversario, difatti, si appresta ad essere il più remunerativo in assoluto. Complice l’ottima affluenza di pubblico (si parla di oltre 80.000 spettatori) e il prezzo dei biglietti innalzato. Si stima un rientro di circa 20 milioni di dollari, solamente per gli ingressi dai cancelli. Un netto a cui verranno aggiunti i guadagni del Merchandising e dei servizi allestiti. Spostandoci sul lato tecnico, la WWE, si appresta ad offrirci il PPV più lungo della storia. O almeno secondo le previsioni. Il grande numero di match, 16 se contiamo il kick-off, il minutaggio di alcuni incontri e i soliti segmenti “Entertainment”, lasciano presagire che sarà proprio questo il caso. Oltretutto, WrestleMania 35,  riuscirà ad eguagliare il record di 16 incontri totali, condiviso con WrestleMania 4. Record tuttavia ancora in ballo, come consigliato da alcuni rumors

Che edizione sarà?

Se volete un’analisi dettagliata della card, date un’occhiata alla Preview del mio collega PRI. Io mi limiterò a dare uno sguardo generale al grande evento. Se il wrestling ci ha insegnato una morale, è “non giudicare il libro dalla copertina”. Seppure WrestleMania 35 non presenti una delle card più entusiasmanti della storia, siamo tutti predisposti allo stupore, consapevoli che il Grandaddy Of Them All, è sempre in grado di proporcelo. Molti match filler e poche attrazioni “larger than life” vero, una card incentrata quasi esclusivamente sul main event. Poche aspettative dal punto di vista qualitativo, oserei dire. Ma i colpi in canna ci sono, nonostante una Road To WrestleMania piuttosto piatta. Di WrestleMania moment ce ne saranno sicuramente e tutti potenzialmente importanti da un punto di vista sia storico che sociale. Ma basterà questo per rendere la 35, un’edizione memorabile? I dubbi sussistono e verranno sciolti solamente alla fine del PPV. Perciò io vi saluto e vi do appuntamento a Lunedì, con il focus post-WrestleMania. Sempre che non restiate mummificati sul divano dopo 6 ore di evento.