Sono quasi due anni che Chris Jericho ha lasciato la WWE, diventando rapidamente una pedina importante in AEW e in NJPW.

Un cambio di rotta inaspettato quello avvenuto a fine 2017 per quanto riguarda Chris Jericho. Reduce da una run prosperosa in WWE, si pensava ad una parabola discendente per un atleta ormai ultra quarantenne. Mentalità completamente diversa quella di Y2J, sempre più convinto e determinato ad andare avanti in ogni campo. Faide con Kenny Omega e Tetsuya Naito in NJPW e via, firma per la AEW. Dove se la vedrà ad All Out contro “HangmanAdam Page, per il titolo massimo.

Perché oro?

Neanche due anni e tutto sembra trasformato per Chris Jericho. Il suo Star Power non era così alto dal 2009. Gimmick decisamente reinventata come suo solito, almeno dal punto di vista visivo. In NJPW è solito recitare il ruolo di Gaijin avverso a tutto ciò che concerne il Giappone, le sue regole e la sua tradizione. Rendendolo uno degli Heel più temuti, in Kayfabe, della federazione. Canovaccio simile quello portato in AEW, dove Chris Jericho incarna perfettamente la figura di villain old school. Forte della sua caratteristica arroganza, implementata abilmente nel nuovo stile di lotta, necessariamente, più conservativo.

Perché Bronzo?

Non sono molti i 48enni ancora in attività, a mantenersi su tali livelli. Questo non può che essere un pro per Chris Jericho. Ma è anche vero che il giudizio del fan prescinde dal wrestler e si concentra sul prodotto. Legittimo quindi essere scontenti dell’utilizzo di Jericho. Il quale, per certi versi, non può più offrire performance di prima qualità. Da sottolineare che spesso i suoi match risultano ancora buoni, se non ottimi, ma con lo star power e la freschezza presenti in AEW e NJPW, è lecito aspettarsi più new school nel main event. Ogni tanto la ripetitività del canovaccio di Jericho, si fa un po’ troppo insistente.

Cosa c’è nel suo futuro?

La possibilità di vedere Chris Jericho diventare il primo AEW World Champion, è molto concreta. Seppure i favori dei pronostici sono dalla parte di Adam Page, non è da escludere che la federazione di Tony Khan, possa puntare sul Buzz garantito dal Lionheart. La parabola di Chris Jericho non potrà certo prolungarsi ancora per molto. Probabile aspettarsi un utilizzo da “tutto e subito”. Perché se le prestazioni in ring non hanno più la brillantezza di una volta, il personaggio di Chris Jericho, è ancora una volta degno di nota. Una gimmick ben delineata può sempre offrire spunti narrativi convincenti. Il match di Dominion 6.9  contro Kazuchika Okada, ha solamente ribadito questo concetto.