NJPW Dominion 6.9: ecco cos’è successo all’interno dell’Osaka-jō Hall

L’evento targato New Japan Pro Wrestling, Dominion 6.9, è stato messo agli archivi.
Diamo un’occhiata ai risultati e ai momenti avvenuti all’interno dell’Osaka-jō Hall.

Ad aprire l’evento è stato un Non-Title Match tra l’IWGP US Champion Jon Moxley e Shota Umino. (3:52)
Prima dell’inizio dell’incontro, Umino ha sorpreso Moxley con un Tope Atomico fuori dal ring.
Match dominato dal “Death Rider”, che si porta a casa la vittoria grazie alla sua Double Underhook DDT.
Al termine dell’incontro, Moxley ha eseguito un promo in cui ha annunciato il suo intento di entrare nel G1 Climax. Dopo ciò, il Death Rider ha aiutato il suo avversario a rialzarsi e lo ha accompagnato dietro le quinte.

A seguire è stato il match tra Shingo Takagi e Satoshi Kojima. (11:14)
Il membro de Los Ingobernables de Japon ha sconfitto il due volte IWGP Heavyweight Champion, grazie alla sua Last of the Dragon. Un’altra sconfitta per Kojima, che non vince un match dal 2017.
Dopo il match, anche “The Dragon” annuncia il suo intento di entrare nel G1 Climax. In seguito alla fine della sua streak, avvenuta per mano di Will Ospreay alla finale del torneo Best Of Super Juniors, è giunto il momento per Takagi di competere nel girone dei pesi massimi.

Il terzo match dell’evento è stato un Tag Team Match.
Jushin Thunder Liger e Yoshi-Hashi contro i Suzuki-Gun (Minoru Suzuki e il RevPRO British Heavyweight Champion Zack Sabre Jr.). (9:39)
Prima dell’inizio dell’incontro, i Suzuki-Gun hanno improvvisamente attaccato il team dei face a bordo ring. La vittoria è andata a questi ultimi grazie a un sorprendente schienamento di Yoshi-Hashi ai danni del campione britannico.
Al termine dell’incontro, Hashi segna il suo prossimo obiettivo, prendendo in mano il British Heavyweight Championship.
Il tour di addio di Jushin Thunder Liger continua e include quello che è stato il suo ultimo match a Dominion.

Il quarto match della serata è stato un Six-Man Tag Team Match.
I Taguchi Japan (Hiroshi Tanahashi, Juice Robinson e un terzo dei NEVER Openweight 6 Man Tag Team Champions, Ryusuke Taguchi) contro il Bullet Club (Jay White, Chase Owens e Taiji Ishimori). (9:48)
La vittoria è andata ai Taguchi Japan, grazie ad una Modified Final Cut con schienamento vincente di Tanahashi.

Il quinto match della serata è stato quello valevole per il NEVER Openweight Championship tra il campione Taichi e Tomohiro Ishii. (11:16)
La storia portata avanti in questo match è la mancanza di rispetto di Ishii nei confronti del campione Taichi come lottatore. Particolare rappresentazione di ciò è avvenuta nella sequenza iniziale del match, in cui Ishii ha permesso al suo avversario di attaccarlo.
Vittoria di “Big Tom” Ishii grazie alla Brainbuster e al conseguente schienamento vincente, che hanno dato inizio al suo quinto regno come NEVER Openweight Champion.

Il sesto match della serata è stato il Tag Team Match valevole per gli IWGP Tag Team Championships tra i campioni, i Guerillas of Destiny (Tama Tonga e Tanga Loa) e Los Ingobernables de Japon (Evil e Sanada). (16:38)
Match vinto dai membri del Bullet Club, che conservano con successo i loro titoli di coppia.

Con grande sorpresa, si presenta Katsuyori Shibata, il quale accoglie un nuovo arrivato nella New Japan Pro Wrestling, KENTA.
Il giapponese, dopo un quasi vent’anni di carriera, è finalmente giunto nell’impero fondato da Antonio Inoki e annuncia di voler partecipare al G1 Climax.

Il settimo match è stato quello valevole per l’IWGP Junior Heavyweight Championship tra il campione Dragon Lee e lo sfidante, nonché vincitore del BOSJ, Will Ospreay. (20:07)
Da menzionare, nella prima metà dell’incontro, il momento in cui Dragon Lee ha colpito con un potente Suicide Dive lo sfidante, il quale era seduto sulla ringhiera a bordo ring. I due sono finiti nella postazione di commento, dove si trovava anche Tanahashi.
A vincere il match è il vincitore del BOSJ Will Ospreay che, grazie alla sua combinazione OsCutter/Storm Breaker, diventa IWGP Junior Heavyweight Champion per la terza volta.

L’ottavo match dell’evento è stato quello valevole per l’IWGP Intercontinental Championship tra il campione Kota Ibushi e lo sfidante Tetsuya Naito. (22:06)
Durante il match, Ibushi ha quasi rischiato di infortunare Naito al collo con una Reverse Jig N’ Tonic.
Vittoria che va al leader de Los Ingobernables de Japon, grazie alla sua Destino con la quale porta a casa il suo quarto titolo intercontinentale.
Nel post-match, Naito poggia il piede sulla testa in posa con il titolo appena vinto.

Siamo giunti al match per l’IWGP Heavyweight Championship: il campione Kazuchika Okada contro Chris Jericho. (25:43)
Il “Rainmaker” è riuscito a battere il “Painmaker” grazie a un Cradle Pin, mantenendo così il titolo massimo.
Nel post-match, Jericho assale Okada con una sedia e un Judas Effect. Dopo questo, Jericho porta il campione fuori a bordo ring e intrappola il suo collo in una sedia per eseguire una Powerbomb sul tavolo, ma Tanahashi si alza dalla postazione di commento per salvare Okada dall’assalto di Y2J.
Questo ha gettato le basi su una possibile faida tra i due per i prossimi mesi.