Carissimi lettori di The Shield of Wrestling, ben ritrovati nel nostro consueto appuntamento relativo agli Ups&Downs dell’ultima edizione di Monday Night Raw. Buona lettura!

DOWNS:

Fatico veramente tanto a trovare dei punti negativi all’interno di questa puntata; esporrò il mio punto di vista alla fine dell’articolo.

•UPS:

HIGHWAY TO HELL! – Ups&Downs

The Undertaker, Kane, Shawn Michaels e Triple H all’interno di un ring WWE. 2018. Sono un nostalgico di merda, lo so. Ad ogni modo, questo segmento, oltre ad essere visivamente carino, ha quasi confermato che The Game sarà il  vincitore del match che si terrà in Australia, salvo svolgimenti inaspettati come un turn heel di Shawn Michaels in vista di Wrestlemania 35.

Considerazioni neutrali – Ups&Downs 

Abbiamo inaspettatamente assistito ad uno show molto carino. Il monopolio detenuto dallo Shield e i Dogs Of War si è rivelato estremamente interessante, soprattutto per una linea lottata che ha regalato spettacolo. Non l’ho messo negli Ups per il semplice motivo che a lungo termine potrebbe risultare monotono e ripetitivo; ormai tutte le carte in tavola sono state scoperte, hanno spremuto abbastanza questa rivalità e in vista delle Survivor Series trovo veramente difficile che tutto ciò possa risultare interessante. Passiamo alla categoria femminile, dove sembra che Pandora abbia aperto un vaso ammorbando ogni male sulla suddetta divisione. Ripeto: Ronda non è male, tutt’altro. È una “rookie” che sa stare fin troppo bene su un ring di Pro Wrestling, ma avere lei come campionessa significa limitare ogni wrestler di pregevole fattura presente all’interno del roster. La situazione di stallo è sacrosanta, ma dopo questo sabato mi aspetto una svolta decisiva. Voglio spendere le ultime parole per gli Authors of Pain, che non sembrano capire quali siano realmente i loro bersagli. Apprezzo che gli AoP siano tornati in carreggiata, ma da quando l’hanno fatto, commettono solo errori grossolani. Quando capiranno che se vogliono i titoli, devono logicamente andare a muso duro con i campioni? È un buco dilagante all’interno di un booking orribile già di suo.

Phoenix vi saluta e vi dà appuntamento alla prossima ma voi, intanto, fateci sapere cosa ne pensate nella sezione commenti. Goodbye and goodnight!