Double or Nothing 2021 - Anteprima
Double or Nothing 2021 - Anteprima

Double or Nothing 2021 – Anteprima

Mancano pochi giorni a Double or Nothing, cosa dobbiamo aspettarci?

AEW Double or Nothing
Data di uscita
30 Maggio 2021
Luogo
Daily's Place di Jacksonville
Orario americano
8:00 PM ET, Dom 30 Mag
Orario italiano
2:00, Lun 31 Mag
Dove vederla
FITE, Sky Primafila

Double or Nothing ha sempre un posto speciale per i fan della All Elite Wrestling. Nel maggio del 2019 fu senza dubbio un evento spartiacque nella storia recente del professional wrestling che mise a tutti gli effetti la AEW sulle mappe, elevata come unica e vera alternativa occidentale alla WWE.

Il Pay Per View arriva alla sua terza edizione, ma vediamo cosa ci aspetta in questa lunga, lunghissima serata:

Anteprima AEW Double or Nothing

Buy In:

NWA Women’s World Championship Match: Serena Deeb (c) vs Riho

Sfida interessante nel preshow del PPV con due atlete di alto valore, in un match che potrebbe superare la qualità offerta dall’altro match femminile in Main Card. Riho non appariva in AEW dalla sconfitta contro Thunder Rosa nel AEW Women’s World Championship Eliminator Tournament, ma proprio in quel torneo al primo turno la giapponese fu in grado di battere proprio Serena Deeb. Questa volta la posta in palio tra le due sarà ancor più alta, il titolo NWA, ma sembra molto difficile veder sconfitta la campionessa non in uno show targato National Wrestling Alliance. Mai dire mai, ma il mio pronostico va sulla difesa di Serena.

Vincitrice: Serena Deeb

Main Show:

Singles Match: Adam Page vs Brian Cage

Una sfida molto interessanti tra due wrestler che viaggiano nelle zone altissime della card. Cage, grazie ad un pestaggio precedente al match, ha già sconfitto, o per meglio dire distrutto, Adam Page. Hangman ha continuato questa lotta alla stable e vuole la rivincita. Il percorso di Hangman lo abbiamo sempre celebrato, una distruzione e costruzione narrata in maniera sublime che lo porterà ad essere la grande minaccia per il regno di Kenny Omega nel prossimo futuro. Ma lo status ha bisogno di essere innalzato ancora e battere The Machine è un boost notevole per l’ego del Cowboy.

Vincitore: Adam Page

Casino Battle Royale

Un’opportunità titolata in palio nella classica Battle Royal a scaglioni, una delle grandi peculiarità della AEW. Su tutti si impone l’ingombrante figura di Christian Cage, sicuramente il favorito insieme a nomi come Penta El Zero Miedo, Jungle Boy, Matt Hardy e Powerhouse Hobbs. L’incognita del Joker, l’ultimo ad entrare nella sfida è poi sempre particolarmente curiosa e potrebbe ribaltare gli status di forza in gioco. Difficile pronosticare ma mi sbilancerei su Christian, la Casino Battle Royale è senza dubbio il modo più rapido per farlo arrivare al match con Kenny.

Vincitore: Christian Cage

Singles Match: Cody Rhodes vs Anthony Ogogo

Sfida nata sugli strascichi dello split tra Dustin Rhodes e QT Marshall che mette di fronte un rappresentante del Factory opposto al leader della Nightmare Family. Il background di Ogogo è straordinario: una carriera da 11-1 nella boxe condita anche dalla medaglia di bronzo alle Olimpiadi di Londra nel 2012. Cody ancora una volta potrebbe essere il sacrificato di lusso per lanciare l’inglese su cui la AEW sembra voler puntare per il prossimo futuro.

Vincitore: Anthony Ogogo

AEW World Women’s Championship: Hikaru Shida (c) vs Dr. Britt Baker D.M.D

Senza dubbio la sfida per coerenza narrativa più giusta per la scena femminile. Il lavoro su (e di) Britt Baker è stato notevole. Britt è perfettamente a suo agio come top heel della federazione, è divertente e cattiva, un mix scenico che buca lo schermo. La sua abilità sul ring migliora a vista d’occhio e inoltre Shida è un usato sicuro per condurre l’incontro. Le basi per un discreto match femminile ci sono, dopo un anno esatto il regno della giapponese dovrebbe trovare una fine.

Vincitrice: Dr. Britt Baker D.M.D

AEW World Tag Team Championship: The Young Bucks (c) vs Jon Moxley & Eddie Kingston

Il match che attendo di più nella card. Gli incontri dei Bucks sono una garanzia di eccellenza e la grande tradizione di wrestling dovrebbe continuare anche a Double or Nothing. Jon Moxley e Eddie Kingston hanno iniziato questa strana alleanza, basata sulla lunga amicizia nelle scene indipendenti che hanno raccontato durante il loro feud. Ma il motivo principale che li tiene uniti è l’odio comune per Matt e Nick, che nel frattempo dopo molti dubbi hanno trovato quella verve cattiva che tanto agognava Don Callis. Le basi per una contesa divina ci sono tutte, l’ennesima perla di Tag Team wrestling targata AEW.

Vincitori: Young Bucks

Tag Team Match: Sting & Darby Allin vs Scorpio Sky & Ethan Page

Siamo nettamente al di sotto del precedente incontro di coppia raccontato, ma la curiosità di vedere Sting in azione è sempre tanta. Darby si è “liberato” del TNT Title quindi la rivalità si è poi proiettata al di là della cintura. Una costruzione semplice su un match che gira totalmente sulla figura dello Stinger, chiaramente messo lì per vendere il PPV. Il risultato è scontato, i buoni vinceranno senza sorprese.

Vincitori: Sting & Darby Allin

TNT Championship Match: Miro (c) vs Lance Archer

Archer torna sul luogo del delitto, dove Cody lo sconfisse l’anno scorso nella finale del torneo per l’assegnazione del titolo a Double or Nothing. Vincere anche in questo caso sarà molto difficile poiché di fronte si trova Miro, senza dubbio una delle macchine di distruzione per eccellenza costruite in questi mesi di AEW. Due colossi in una sfida letteralmente all’ultimo sangue, il regno di Miro non sembra destinato già ad una fine ma una vittoria con Archer sarebbe un grande attestato di stima per il bulgaro, ancora carente.

Vincitore: Miro

Stadium Stampede Match: Inner Circle vs Pinnacle

Un incontro sulla carta non proprio entusiasmante a mio modo di vedere, ancor più perché va a riempire uno spot in PPV, con un lungo minutaggio, di cui non se ne sentiva bisogno. Sarebbe stata una degna conclusione di una puntata di Dynamite e avrebbe acquisito molto più valore di essere un comprimario a Double or Nothing. Sulla carta il match c’è tutto, ma l’anno scorso ebbe un rilievo decisamente comedy grazie anche al bel lavoro di Matt Hardy, quest’anno sembra assumere contorni più seri che non si sposano bene con la filosofia dell’incontro. La clausola che costringe all’Inner Circle a sciogliersi in caso di sconfitta lascia presagire la vittoria del gruppo di Jericho, mandando sul 1-1 i due team dopo il Blood & Guts.

Vincitori: Inner Circle

AEW World Championship Triple Threat Match: Kenny Omega (c) vs Orange Cassidy vs PAC

La All Elite Wrestling sfonda la porta del match a 3 staccandosi dalla tradizione di stampo orientale degli 1vs1. Kenny Omega si ritrova in una situazione sulla carta pericolosa, quella di perdere il titolo senza essere schienato, ma i due avversari non sembrano essere pronti per un futuro immediato come campioni. Il tempo probabilmente darà loro ragione ma al momento per battere Kenny serve un qualcosa di più. Le potenzialità però per assistere ad un ottimo incontro ci sono tutte, un Three Way veloce, dinamico e ben lottato che potrebbe giocarsi lo spot di match della serata. Ben curioso capire chi e come sarà il sacrificato del match. Altro pepe in una contesa che aspetto con ansia.

Vincitore: Kenny Omega

 

Conclusioni:

Un evento che sulla carta dovrebbe proseguire sulla falsa riga dei precedenti, tanta qualità e carne al fuoco, e quest’ultima cosa come già accaduta in passato potrebbe risultare il punto dolente del PPV.

In ogni caso le basi per una straordinaria serata di wrestling ci sono tutte.

Stiamo cercando nuovi elementi per il nostro staff! Ci sono diverse posizioni disponibili: se sei interessato, CLICCA QUI.

Per farti due risate a tema wrestling, segui i nostri amici di Spear Alla Edge su Instagram!

Abbiamo aperto il nostro canale Telegram! Rimani sempre aggiornato CLICCA QUI.

Seguici su Google News

Altre storie
Shingo Takagi al vertice della nuova LEGACY!
Shingo Takagi al vertice della nuova LEGACY!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: