Report Being The Elite 166 Country Roads: Popolo di The Shield Of Wrestling, benvenuti all’episodio 166 di Being The Elite! Io sono Francesco D’Onofrio e vi proporrò il report della puntata. Buona lettura!

Nick Jackson, con una colonna sonora epica, simula la scalata che gli Young Bucks dovranno affrontare a All Out. Quando Matt Jackson gli chiede che cosa sta facendo, il fratello gli risponde che sta semplicemente pulendo le grondaie.

Sigla!

Matt Jackson conferma il sold out del secondo e del terzo show televisivo della AEW. Scherzando, dice che sta diventando tutto sempre più realistico e che non è quasi più una sorpresa vedere certi numeri. Hanno venduto 9.000 biglietti in 22 minuti per Philadelphia e 6.000 biglietti in 57 minuti per Boston! L’unico motivo per cui ci sono voluti 57 minuti è che il sito Ticketmaster era troppo intasato. Unendo i due show, sono 15.000 biglietti venduti in meno di un’ora! E’ da un anno, ormai, che tutto questo fa venire la pelle d’oca, è tutto davvero incredibile.

In un posto sconosciuto del Canada, gli SCU, che si presentano con la tradizionale maglietta “This Is The Worst Town I’Ve Ever Been In!”, sono appena arrivati a Mississauga (per la “gioia” di Scorpio Sky), che, ovviamente, viene definita come la peggiore città nella quale siano mai statiFrankie Kazarian si lamenta del Canada, dicendo che, solo perché il Canada ha Tim Hortons (una catena di caffetterie, ndr), non vuol dire che questo posto non faccia schifo. Più che “Oh Canada” (l’inno nazionale del Paese, ndr), è meglio dire “Oh, levati dal c****”. Christopher Daniels non riesce nemmeno a parlare e decide di tornare in macchina.

Sammy Guevara si confronta nuovamente con Brandon Cutler. Il primo si congratula con il secondo per il match appena disputato e dice che, questa volta, lo ha veramente visto, non sta facendo finta di averne sentito parlare. Brandon rimane sorpreso da questo suo comportamento e apprezza le sue parole. Stavolta, nemmeno dopo che Brandon si è allontanato, Sammy Guevara non ha aggiunto altri commenti inopportuni.

Gli Young Bucks si stanno allenando nella palestra della famiglia, situata in un luogo sconosciuto. Sono ancora increduli per l’accoglienza che stanno ricevendo da parte del pubblico statunitense. Si ricorderanno di questo per il resto della loro vita. Tuttavia, sono concentrati anche per i prossimi eventi. Per esempio, oltre a All Out, ci sarà l’evento Starrcast III, dove i fan potranno trovare in anteprima la nuova maglietta superkick fiesta, ispirata all’imminente Ladder Match contro i Lucha Bros. I due fratelli stanno anche studiando i prossimi avversari, stanno rivedendo i precedenti Ladder Match e i precedenti confronti con i due messicani, per capire quali sono stati gli errori e come possono prepararsi al meglio per il PPV. Sarà un match incredibile, dove bisogna aspettarsi delle mosse clamorose, soprattutto da parte di Nick, tanto che bisognerà pregare per arrivare interi per lo show di Ottobre.

Brandon Cutler parla al telefono e commenta l’episodio avvenuto precedentemente, quando Sammy Guevara si è complimentato in modo sincero con lui per il match e non ha aggiunto altri commenti. E’ sembrato davvero tutto strano. La conversazione viene momentaneamente sospesa, perché c’è qualcuno che bussa alla porta. Non si tratta, però, della porta che affaccia al corridoio, ma della porta comunicante con la stanza a fianco. Si tratta di Sammy Guevara, che sarà il vicino di stanza di Brandon. Quest’ultimo non sembra tanto entusiasta della cosa, ma, alla fine, accetta la proposta di Sammy di allenarsi insieme. Questo dà vita a brevi highlights del workout dei due atleti, che cominciano a coltivare uno strano rapporto di amicizia.

Rick Knox si avvicina ad un incosciente Orange Cassidy e, dopo avergli alzato invano il braccio per tre volte (come accade nel ring), decide di far suonare la campanella. Peter Avalon è confuso per la scena a cui ha appena assistito e, togliendo gli occhiali al nuovo acquisto della AEW, scopre che, in realtà, l’atleta è del tutto sveglio.

C’è posta per BTE! Nick Jackson viene chiesto: “Pensate che ci sarà un videogioco della AEW?“. La risposta è brevissima: “Sì”.

C’è posta per BTE! Matt Jackson viene chiesto: “Secondo te, quale match ruberà la scena a All Out?“. A parte l’Escalera De La Muerte, che, secondo Matt, sarà il più pazzo ladder match che abbiate mai visto nella storia del wrestling professionistico, sarà il match che decreterà il primo AEW World Champion.

E’ tempo di tornare a casa dal Canada, ma Brandon Cutler ha dimenticato il passaporto in albergo. Prova a chiedere a Sammy Guevara, che, forse, si trova ancora all’hotel. Infatti, è così, ma Sammy, tenendo in mano il passaporto di Brandon, risponde che non l’ha visto, ma ne ha sentito parlare (in riferimento alle precedenti volte in cui Sammy ha detto di non aver visto un match, ma di averne comunque sentito parlar bene). Con una risata malvagia, Sammy butta il passaporto e distrugge in brevissimo tempo l’amicizia con Brandon.

Come visto in un precedente episodio di Being The Elite, l’Elite aveva annunciato le location degli episodi del 9 Ottobre e del 16 Ottobre. Se, precedentemente, era stata mandata in onda una versione censurata (i nomi delle città non erano stati ancora svelati), adesso viene visualizzata la versione originale. La nuova città è Pittsburgh, per l’episodio del 23 Ottobre.

Dr. Britt Baker è felicissima dell’annuncio appena fatto, in quanto Pittsburgh è dove ha assistito ai suoi primi match, dove ha disputato i suoi primi match, dove ha imparato a diventare un wrestler professionista, ma anche dove ha ottenuto la sua laurea (University of Pittsburgh School – Medicina Dentale) per diventare una dentista. La AEW andrà al Petersen Events Center, che si trova proprio vicino alla struttura universitaria ed è il luogo nel quale ha passato ore, giorni, notti, settimane a studiare per gli esami, per cui ha la pelle d’oca al solo pensiero che ritornerà in quel posto per combattere per la AEW.

Cody è entusiasta di andare a Pittsburgh (o, meglio, Brittsburgh) e annuncia, per il 30 Ottobre, la prossima destinazione, attraverso una canzone country: Charleston, nel West Virginia.

 

Grazie per la lettura e.. Be The Elite!