La Nuit Du Catch 2 Review: C’era una volta la magica Contea di Nizza, i cittadini vivevano felici al suo interno coltivando agrumi, pescando e cantando canzoni dal dialetto soave, ma un bel giorno il regnante di codesta terra decise di annunciare il torneo per sfidare i regni vicini.

A rappresentare la bella “Nissa” c’era l’eroe il gladiatore Tom La Ruffa dal cuore d’oro pluridecorato che ha vagato per il mondo in cerca di tesori.

Mi chiamo Donato Nesta ed oggi vi accompagnerò da novello menestrello a La Nuit Du Catch 2 evento tenutosi a Nizza in Francia il giorno 26 ottobre alla Salle Leyrit.

Potete trovare questa review e tutti i nostri contenuti anche sulla nostra app. SCARICALA QUI!

La formula del torneo è molto semplice, quattro match di qualificazione ed una finale ad eliminazione.

Match di Qualificazione: Krixus vs Tom Laruffa

Gladiatore contro Gallo, anche se il nostro Gallo entra con la musica degli Avengers leggermente modificata quindi anche qui abbiamo un gallo dalle idee confuse, ma a noi va bene così. Il match è parecchio lineare con una fase iniziale dove La Ruffa ( Tifatissimo ) brilla agli occhi del suo pubblico, una seconda parte dove il giovane Krixus prova a fare la voce grossa, ma dopo uno splash dal paletto andato male La Ruffa capitalizza la vittoria con un Superkick.

Vincitore e qualificato: Tom La Ruffa

Match di Qualificazione: Camus vs Legion Von Creed

Camus è un lottatore con la gimmick del gentiluomo steampunk invece Legion Von Creed è un misto fra Bane di Batman ed un qualsiasi nemico casuale di Prince of Persia. Parlando del match ci troviamo in un classico “Davide contro Golia”, dove Camus prova a scappare dall’immenso Legion Von Creed, in maniera abbastanza maldestra ed invece il nostro Big Man ha la stessa mobilità di una quercia centenaria. Da segnalare in questo incontro un’ottima Gorilla Press Slam e la Chockeslam entrambe fatte dal gigante belga ai danni di Camus che gli valgono la finale.

Vincitore e qualificato: Legion Von Creed

Match di Qualificazione: Violenzo(w./Fabio Ferrari) vs El Tornado

Alcune volte mi chiedo perchè ci facciamo degli scrupoli in Italia sugli stereotipi, Ferrari entra chiaramente da Heel, con una reazione devastante fra il pubblico sulle note di una tarantella napoletana con chiaro atteggiamento da mafioso nonostante sia Genovese e abita nel Torinese. Purtroppo lo stallone italiano è infortunato e così a farne le veci è il suo Bodyguard, Violenzo, con un attire veramente molto stretto.

l’avversario dell’italiano è un misterioso lottatore con la maschera probabilmente parente di El Generico. L’incontro è molto semplice e serve per attirare heat sul duo italiano a farne le spese è il lottatore messicano colpito alle spalle dalla racchetta da tennis di Ferrari.

Vincitore e qualificato: Violenzo

Match di Qualificazione: Mike D vs Vince NT

Il match della serata probabilmente, Mike D un atleta molto simile a Brian Cage. L’altro atleta pronto a lottare è Vince NT atleta di Marsiglia proveniente dalla TPW. L’incontro è un bellissimo mix fra colpi potenti dello spagnolo e colpi Stiff ( soprattutto calci, autentico marchio di fabbrica ) del francese. Ho adorato il momento in cui si sono colpiti fuori dal ring con sequenze al limite dello shoot style. Il Piccolo Vince NT si deve arrendere ad una Torture Rack slam eseguita dallo spagnolo, che conclude un ottimo incontro.

Vincitore e qualificato: Mike D

Tag Team Match: HellHounds vs Lucas Menil & Mareck

Gli HellHounds sono un buon tag team, bella presenza scenica buon fisico ed ottima alchimia, mentre gli altri sono due giovani atleti anch’essi della TPW. Il match in se non è stato male, ma troppo lungo. L’incontro finisce con una sequenza Powerbomb + Double Stomp da parte dei cani infernali.

Singles Match: Mila Smidt vs Lauriana

Lo ammetto ho sofferto: io sono un amante del wrestling femminile e penso che questo match avesse senso dato che Mila Smidt è la beniamina del pubblico di casa essendo Nizzarda e Lauriana si è atteggiata anche molto bene da Heel, ma non sono riuscito ad apprezzare la contesa che ha anche vissuto di momenti positivi. Ottimo il Northern Light Suplex e la successiva Gory Bomb di Mila Smidt che ovviamente è valsa il conto di tre all’atleta di casa.

Finale del torneo per decretare il Campione del Mediterraneo: Violenzo(w./Fabio Ferrari) vs Tom La Ruffa vs Legion Von Creed vs Mike D

E così il nostro eroe, Tom La Ruffa, è alla resa dei conti finale, di fronte a se ha i campioni dei regni sfidanti, ma lui sa di avere dalla sua tutto il pubblico. Gli acerrimi rivali di La Ruffa, provenienti dall’Italia hanno un piano e con l’aiuto del mefistofelico belga, Legion Von Creed formano un’alleanza che mette in difficoltà sia Mike D che l’eroe La Ruffa.

Con un colpo gaglioffo Violenzo e la bestia Belga mettono KO Tom Laruffa sbattendolo contro un tavolo, l’arbitro prontamente chiama i soccorsi, è la fine?
No, rimane Mike D che con coraggio affronta i due malvagi che coadiuvati dal geniale Fabio Ferrari gettano sabbia negli ingranaggi della macchina Spagnola.

Mike D riesce però ad eliminare Legion Von Creed grazie ad una NeckBreaker altissima, ma Violenzo cogliendo distratto lo spagnolo riesce a capitalizzire la vittoria e portare a casa il conto di 3 diventando campione del mediterraneo e portarlo al suo Signore Fabio Ferrari O forse no, come in tutte le favole, Tom La Ruffa, il nostro eroe  fa ritorno e con coraggio nonostante una vistosa fasciatura affronta l’acerrimo nemico italico e grazie ad un Superkick schiena il sorpreso Violenzo portando finalmente a lieto fine la nostra storia.

Vincitore e primo Campione del Mediterraneo: Tom La Ruffa

Un’invasione di bambini assale La Ruffa, manco fosse una parata di Disneyland Paris, i due italiani si allontanano con la coda fra le gambe e la nostra storia ha il suo lieto fine.

Conclusione

Un evento basico, semplice e pulito, forse troppo semplice, ma vista l’organizzazione dietro posso semplicemente direi che è ben riuscito, dall’impianto luci al sonoro, passando alla location ed alle piante a bordo ring che tanto sono state apprezzate dalle persone attorno a me. L’evento ha visto più di 250 spettatori paganti con almeno 6 tavolate con servizio cathering e cena a tema.

Insomma i francesi sul piano organizzativo sono avanti a noi italiani e con ciò posso solo dire che La Nuit Du Catch 2 è stato un evento veramente ben riuscito.