1 anno fa

MONDAY NIGHT RAW REPORT (1-10-18) HIGHWAY TO HELL

Carissimi lettori di The Shield of Wrestling, alla tastiera c’è il vostro Phoenix pronto a raccontarvi quanto succederà durante l’odierna puntata di Monday Night Raw!

•Lo show viene aperto dall’uomo del momento all’interno del feud “monopolio” di Raw, Dean Ambrose! Charly Caruso è pronta ad intervistare il Lunatic Fringe che effettivamente ammette di essere stato rimpiazzato subito da Jason Jordan. Charly gli chiede se lui è ancora con lo Shield, ma la risposta non è rassicurante. La gente pensa che questo sia il momento giusto per Dean, deve affondare il coltello in profondità. Da quando lui è tornato ha solo aggiustato i disastri dei suoi fratelli. Ambrose sembra chiudere il discorso e aggiunge che lo Shield non è un organizzazione, ma una fratellanza. Saranno sempre pronti a combattere.

Arriva Baron Corbin, il quale inizia a stuzzicare l’ex Intercontinental Champion.

Dean risponde bene alle provocazioni di Baron, che gli dà 3 opzioni per ‘sta sera: affrontare Seth Rollins per il titolo Intercontinentale, Roman Reigns per quello universale o Braun Strowman in un match singolo. Ambrose sceglie l’opzione numero 4, ovvero quella di affrontare Baron Corbin. Il general manager non la prende benissimo e gli manda contro Strowman.

•SINGLE MATCH: BRAUN STROWMAN V. DEAN AMBROSE

The Lunatic Fringe viene fin da subito messo alle strette dall’immensa potenza di Braun Strowman. Il match prosegue lentamente, il mostro cerca la Running Powerslam, ma viene beffato dalla Dirty Deeds repentina: 1…2…NO! Ambrose prosegue la sua offensiva con un Suicide Dive, lanciando Strowman contro i gradoni d’acciaio. The Monster Among Man va a segno con la Powerslam, ciononostante non riesce a capitalizzare. I due continuano a battagliare all’esterno del ring, dove Dean viene demolito grazie all’ausilio delle barricate. Si ritorna dentro, Strowman va di Powerslam e cerca di infierire, ma ecco che arriva Roman Reigns, che colpisce Strowman con un Superman Punch!

VINCITORE BY DISQUALIFICATION: BRAUN STROWMAN

Roman Reigns e Seth Rollins mettono in fuga l’ex Mr. Monster in the Bank. Arriva Baron Corbin, il quale sancisce due match: Roman Reigns vs Dolph Ziggler e Seth Rollins vs Drew McIntyre.

•Dean Ambrose è nel backstage dolorante, difatti cerca di alleviare il suo dolore con una sacca di ghiaccio. Arriva Seth, che non viene visto di buon occhio e difatti fa arrabbiare il lunatico, che gli rammenta della sua scelta all’inizio della puntata.

•NON-TITLE MATCH: ROMAN REIGNS V. DOLPH ZIGGLER

The Show Off non perde tempo e attacca Reigns con tutte le ‘armi’ a disposizione. Double R esce dal ring in seguito ad una spallata contro il paletto di sostegno. Tutto ciò è congeniale a Dolph Ziggler, che mette a segno una Jumping DDT, seguita dalla FameAsser sul ring: 1…2…NO! Di ritorno dalla pausa pubblicitaria, Roman Reigns si ritrova chiuso in un’ostica Sleeper Hold, dalla quale esce utilizzando il ring a suo favore.

Il campione Universale ci va giù pesante con le Clothesline, sventa un tentativo di Fame Asser, ma subisce la Zig Zag: solo 2.

Roman risponde con il Superman Punch, tuttavia il conteggio non raggiunge il 3. Il Mastino va per la Spear, Dolph evita con maestria grazie ad un Roll-Up, ma successivamente si becca la manovra risolutiva: 1…2…3!

VINCITORE: ROMAN REIGNS

•SINGLE MATCH: RONDA ROUSEY (W/Bella Twins) V. RUBY RIOTT (W/Riott Squad)

Ruby riesce a controllare perfettamente Ronda per una lunga fase dell’incontro. L’ex NXT cerca Riott Kick, ma viene proiettata all’indietro da Ronda che va a segno con i tipici pugni, seguiti da Gutwrench Slam. La Riott sfiora la vittoria tramite Roll-Up, ma Ronda mette a segno il Samoan Drop con seguente ArmBar.

VINCITRICE: RONDA ROUSEY (W/Bella Twins)

•SINGLE MATCH: BOBBY ROODE (W/Chad Gable) V. KONNOR (W/Viktor)

The Glorious One cerca subito la sua finisher, ma viene confinato all’angolo, dove subisce svariati pestoni. Konnor esegue un Elbow Drop che gli concede un conto di 2. Roode va con la sua Blockbuster, nel frattempo Viktor attacca Chad Gable e dà la possibilità a Konnor di connettere la Dominator: 1…2…3!

INCREDIBILE! KONNOR BATTE BOBBY ROODE!

VINCITORE: KONNOR (W/Viktor)

Moment of Bliss: Alexa Bliss ci racconta di una sua fantomatica esperienza infantile. Era andata ad incontrare, per la prima volta, la sua idola, Trish Stratus. Alexa aveva semplicemente chiesto un autografo, ma a quanto pare Trish le chiese 50$ per lo scomodo. L’ex campionessa di Raw aveva solo 7 anni, quindi Trish le strappó il quaderno e infranse il suo sogno. Morale della favola: gli eroi non esistono.

•TAG TEAM MATCH: B-TEAM V. THE REVIVAL

Il match si rivela essere incredibilmente corto. Il team face mette in mostra un buon lavoro di squadra, che li aiuta a vincere quando Bo Dallas beffa Scott Dawson con un Roll-Up.

VINCITORI: THE B-TEAM

Gli Authors of Pain attaccano Bo Dallas e Curtis Axel con una SuperCollider.

•Roman Reigns si trova in compagnia di Dean Ambrose, il quale gli propina il discorso fatto prima a Seth.

•SINGLE MATCH: DREW MCINTYRE V. SETH ROLLINS

Contesa molto dinamica che vede i due darsele di santa ragione già dalle prime fasi. Ci spostiamo all’esterno del ring, dove McIntyre connette un SideWalk Slam con atterraggio sull’apron-ring. Torniamo dal break pubblicitario con Seth Rollins che mette a segno una Slingblade, prontamente seguita da una Blockbuster: solo 2. Rollins riesce ad evitare le migliori manovre di McIntyre e mette a segno una portentosa Falcon Arrow: 1…2…NO! L’incontro prende una piega decisamente confusionaria, con Dolph Ziggler che fornisce l’assist definitivo per la Claymore.

VINCITORE: DREW MCINTYRE

I Dogs of War e lo Shield collidono anche ‘sta volta e ad avere la peggio sono quest’ultimi.

•Elias e Kevin Owens trattano male un addetto al backstage.

Kevin Owens ed Elias sono finalmente arrivati al centro del ring. I due si complimentato a vicenda per le loro molteplici similitudini, ma poi attaccano la città di Seattle scaturendo una reazione veramente rumorosa. KO ed Elias sono visibilmente divertiti da tutto ciò, anche se faticano a parlare a causa del chiasso prodotto dal pubblico. Quel genio di Owens riesce a combinare l’odio verso John Cena a quello verso la città, scaturendo una reazione ancora migliore. Lio Rush interrompe i due dicendo che John Cena è una leggenda. Il wrestler di 205 Live introduce il suo amico, Bobby Lashley pronto al prossimo match!

•SINGLE MATCH: BOBBY LASHLEY (W/Lio Rush) V. KEVIN OWENS (W/Elias)

KO cerca in ogni modo di contrastare la forza del suo avversario, riuscendo addirittura a lanciarlo più volte contro i paletti di sostegno. Di ritorno dalla pausa pubblicitaria c’è Bobby Lashley che esegue un ordinario Leap Frog seguito da svariate Clothesline. Intanto, all’esterno del ring, Elias attacca Lio e dà la possibilità a Kevin di eseguire il Roll-Up vincente.

VINCITORE: KEVIN OWENS (W/Elias)

Il duo heel attacca brutalmente Bobby Lashley e Lio Rush.

•SINGLE MATCH: BAYLEY (W/Finn Bàlor) V. ALICIA FOX (W/Jinder Mahal & Sunil Singh)

La Hugger riesce a tenere sotto torchio Alicia, sventa un attacco di Jinder grazie a Finn e vince con un Bayley-To-Belly.

VINCITRICE: BAYLEY (W/Finn Bàlor)

•Torniamo in arena per l’atto finale che sarà siglato dall’immortale Shawn Michaels. L’Heartbreak Kid inizia a parlare del match fra The Undertaker e Triple H dicendo che manca effettivamente poco. Shawn ci ricorda di nuovo che lui voleva assistere a questo match in veste di fan, ma Undertaker l’ha messa sul personale e di conseguenza lui farà la stessa cosa. Se Taker avrà suo fratello Kane al suo angolo, anche HHH avrà suo fratello al suo angolo. La theme song della Big Red Machine risuona e Kane si palesa alle spalle di Michaels, attaccandolo con uno schiaffo tagliente. Anche Taker è lì, e cerca di attaccare HBK ma in suo aiuto accorre Triple H. C’è un mega rissone che viene vinto dai Brothers of Destruction, che effettuano una doppia Chokeslam. Taker lascia il suo marchio con una Tombstone su Triple H.

Su queste immagini intrise di un sapore nostalgico giunge al termine l’odierna puntata di Monday Night Raw. Goodbye and goodnight!

Ciro Gallotti

Seguace della disciplina dal lontano 2007, si occupa degli show settimanali WWE con annesse analogie; oltre ad essere colui che gestisce "Burning Hammer", "Pills of Wrestling" e "PerfecTen". Sentimentalista cronico nei confronti di determinati wrestler. Fighting Spirit Guy, Cinefilo, Puroresu Lover e anche appassionato di lettura generale. Ama approfondire ogni singola sfaccettatura che offre questo sport-spettacolo, abbattendo le barriere della superficialità e cercando di migliorarsi giorno per giorno affinché il progetto al quale state prestando attenzione possa raggiungere una vetta sempre più alta.