Carissimi lettori di The Shield of Wrestling, alla tastiera c’è il vicedirettore, Ciro “Phoenix” Gallotti pronto a raccontarvi quanto succederà durante l’odierna puntata di Monday Night Raw che, come vi ricordo, è l’ultima in vista di TLC. Buona lettura!

•Siamo in diretta da San Diego, California! Il pubblico è uno dei più calorosi dell’anno e notiamo che l’intera arena è allestita in ottica TLC. Sul ring troviamo “The Man”, Seth Rollins il quale ci dà il benvenuto e ci rammenta la sua sfida con Dean Ambrose in vista di domenica.

Seth Rollins sposta il focus su Baron Corbin che, dopo essere stato chiamato in causa, si appresta a raggiungere il ring. Il general manager invita l’architetto ad una conversazione privata dato che per una superstar del suo calibro non ci sono proibizioni. Rollins ne ha abbastanza e dichiara che Raw, sotto la guida di Corbin, fa letteralmente schifo e successivamente ne elenca i megalomani motivi. Il pubblico concorda con Seth e i cori “Corbin Sucks!” si sprecano. Corbin non la prende benissimo.

Rollins assume la posizione da fan del web e difende la situazione dei Revival, dicendo che Scott Dawson e Dash Wilder dovrebbero ricevere opportunità titolate anziché vagare nel limbo dei Lucha House Party. L’attuale Intercontinental Champion fa il punto della situazione anche per quanto riguarda Brock Lesnar, che non compete a Raw dal 2002. Rollins addossa ogni colpa a Baron Corbin, tra cui i bassi ascolti che lo show sta riscontrando nell’ultimo periodo.

Baron è molto chiaro: a lui non importa nulla. Raw è il suo show e se a Rollins non sta bene questa gestione, dovrebbe farsela piacere. 

Il general manager di Raw sfida apertamente il suo detrattore e quest’ultimo raccoglie il guanto. L’architetto del male sfoggia tutto il suo ingegno e vuole un TLC match. Proprio ora. Baron si dice preoccupato per Rollins, il quale vuole sembrare una specie di eroe ma è proprio questo che condannerà la sua carriera. La risposta di Baron è no. Seth inizia a punzecchiare Corbin, etichettandolo con l’appellativo di “codardo“. Seth ottiene dunque il suo match e sarà valevole per il titolo Intercontinentale.

•3-ON-2 HANDICAP MATCH FOR THE RAW TAG TEAM CHAMPIONSHIP: THE AUTHORS OF PAIN (c) & DRAKE MAVERICK V. BOBBY ROODE & CHAD GABLE

Gli AoP sfruttano la superiorità numerica – alla quale sono ormai abituati – per danneggiare Chad Gable. L’ex membro degli American Alpha trova il cambio e spedisce Akam, Rezar e Maverick all’esterno del ring. Di ritorno dalla pausa pubblicitaria notiamo che la sinfonia è completamente cambiata in favore dei campioni, i quali dominano per gran parte dei minuti a venire. Gable, a differenza di Roode, sfugge dalla Super Collider ma è vittima del Suplex into Powerbomb. Drake si prende il cambio e schiena Roode: NO! CRUCIFIX PIN DI BOBBY: 1…2…3!

VINCITORI E NUOVI CAMPIONI: BOBBY ROODE & CHAD GABLE

•I neo campioni vengono intervistati, nel backstage, da Charly Caruso. I due asseriscono che sono increduli ed effettivamente solo una parola può racchiudere il momento: GLORIOUS!

•Al termine del break pubblicitario ritroviamo Natalya sul ring, la quale dice di aver perso il suo sorriso. (is this a HBK reference?) Ad ogni modo, la canadese si racconta molto irritata dai comportamenti di Ruby Riott e soprattutto non può perdonare il fatto che abbia rotto gli occhiali di suo padre. Natalya è orgogliosa di essere in WWE nonostante tutte le ingiurie che la sua famiglia ha subito; dedicherà il match di questa domenica a suo padre, Jim “The Anvil” Neidhart.

Ruby Riott si presenta sullo stage in compagnia delle sue partner. La punkettara è stanca di tutti i piagnistei della canadese e asserisce che quest’ultima è la cosiddetta “disgrazia della famiglia”. Ruby mostra a Nattie un tavolo che lei stessa ha creato e, come tutti starete immaginando, sul tavolo c’è la figura di Jim Neidhart. Ruby segue dicendo che questa domenica, quando la canadese sarà schiantata contro quel tavolo, sarà più che mai vicina al suo vecchio.

•Finn Bàlor non è presente questa sera ma la sua presenza per TLC è assicurata. Drew McIntyre si trova sul ring con Charly Caruso. Lo scozzese dice che il fatto che lui non sia più imbattuto – così come successe ad Andre The Giant o a The Undertaker – non lo rende meno pericoloso.

•SINGLE MATCH: DOLPH ZIGGLER V. DREW MCINTYRE

The Scottish Psychopath dimostra che l’astio nei confronti di Dolph Ziggler non è minimamente calato. McIntyre esegue una Super Death Valley Driver, ma non è abbastanza. Dolph cerca la vittoria via count-out, McIntyre risale sul ring e se la prende comoda dopo che il biondo collassa inerme al tappeto…NO! ZIG ZAG! 1…2…NOOOO! ZIGGLER VA DI SUPERKI….CLAYMORE! CHE INTRECCIO! 1…2…3!

VINCITORE: DREW MCINTYRE

Lo scozzese continua ad infierire ma viene prontamente fermato dagli addetti.

Passiamo direttamente al prossimo incontro!

•SINGLE MATCH: ALICIA FOX (W/Jinder Mahal & Singh Brothers) V. BAYLEY (W/Sasha Banks)

Alicia si porta in vantaggio, soprattutto grazie alle sue scorrettezze sostanivate da Jinder & Co. Arriva Apollo Crews che, in coppia con Sasha, sbaraglia la concorrenza. Nel mentre la beniamina di casa mette a segno la sua manovra risolutiva e chiude l’incontro!

VINCITRICE: BAYLEY (W/Sasha Banks)

Dean Ambrose si trova in compagnia di Charly Caruso nell’area interviste. Dean dichiara che Seth è un completo pazzo e che la sua pazzia deriva dal grande ego che lo possiede. Ci viene mostrato un video highlights del ritiro permanente di Roman Reigns e di tutte le toccanti dichiarazioni dello Shield. Segue un altro video highlights dell’intero feud fra i due ex fratelli. Ritorniamo ai giorni nostri dove un Ambrose indifferente lascia la scena.

Elias, armato di chitarra e ironia pungente, si trova sul ring. Il musicista tiene il solito discorso minatorio nei confronti di Bobby Lashley e acquisisce il consenso del pubblico. Siamo pronti per il prossimo incontro che sarà arbitrato da Heath Slater! 

•SINGLE MATCH: ELIAS V. LIO RUSH (W/Bobby Lashley)

Nonostante l’assurda velocità in possesso di Lio, Elias riesce a dominare l’intera prima fase del match. Rush riesce a riprendersi solo grazie ad un’interferenza di Lashley, che successivamente interviene nell’incontro attaccando Elias ma non venendo squalificato. Bobby sfascia la chitarra sulla carcassa di Elias, che automaticamente perde l’incontro.

VINCITORE: LIO RUSH (W/Bobby Lashley)

Alexa Bliss si presenta sul quadrato per ospitare un prestigioso faccia a faccia pre TLC. Nia Jax e Tamina sopraggiungono prontamente. Nia è molto cinica questa sera e lancia un messaggio a Ronda Rousey: l’ex UFC dovrebbe lasciare ai suoi pedi il Raw Women’s Championship se non vuole fare una brutta fine. La Jax è assolutamente sicura di sé e ci ricorda di come ha messo KO Becky Lynch, cosa che farà anche con la Rousey, ovvero la colpirà ripetutamente affinché l’ex UFC debba arrendersi per fermarla. Parli del diavolo e spunta…Ronda Rousey! La campionessa dice che è lì per combattere ed invade il ring, solo che tutte le presenti sgombrano. Arriva Ember Moon a dare manforte e la concorrenza viene totalmente sbaragliata.

•SINGLE MATCH: EMBER MOON (W/Ronda Rousey) V. TAMINA (W/Nia Jax)

L’ex NXT Women’s Champion continua a vedersela con avvarsarie decisamente fuori dalla sua portata. Tamina subisce svariate manovre ma non sembra nemmeno sentirle. Ronda spedisce Nia oltre le barricate per non creare interferenze, Ember connette la Eclipse e si aggiudica la vittoria!

VINCITRICE: EMBER MOON (W/Ronda Rousey)

•Michael Cole ci informa di un cambiamento per TLC: il match fra Bobby Lashley e Elias sarà un Ladder Match con la chitarra sospesa.

Heath Slater raggiunge il ring per arbitrare il main event della serata!

•TLC MATCH FOR THE INTERCONTINENTAL CHAMPIONSHIP: SETH ROLLINS (c) V. BARON CORBIN

Il campione in carica mette Corbin fuori gioco con un braccio teso in Springboard. Di ritorno dal break pubblicitario vediamo Baron Corbin assalire Seth con una sedia. Rollins viene proiettato contro una scala grazie ad un Suplex. Il general manager stra per prendere la cintura, ma Rollins salva la situazione proiettandosi in Springboard sull’oggetto. La situazione è molto confusa a causa delle pause televisive; al ritorno dell’ennesima c’è una Deep Six di Baron ben piazzata. I due continuano a battagliare senza sosta, Rollins attacca l’avversario con delle sediate e lo stordisce con una serie di Suicide Dive, che gli costa una Chokeslam con atterraggio sul tavolo. Il Lone Wolf scala la vetta che porta alla cintura, ma anche ‘sta volta viene raggiunto e preso a sediate.

Seth colpisce erroneamente anche Slater.

L’attuale campione inferisce su Baron e lo posiziona su un tavolo all’esterno del ring, per poi eseguire una Frog Splash. L’architetto scala la scala, ma Heath lo scaraventa giù e aiuta Corbin a riprendersi. Seth torna in sé e connette una Buckle Bomb su Baron e mette giù Heath. Il campione afferra la cintura e si riconferma tale.

VINCITORE E ANCORA CAMPIONE: SETH ROLLINS

Dean Ambrose si presenta sullo stage e partono sguardi di fuoco.

Su queste immagini giunge al termine l’ennesima puntata di Monday Night Raw. Dalla base è tutto, goodbye and goodnight!