NXT UK TakeOver
NXT UK TakeOver

NXT UK TakeOver: Blackpool II Report

Ultimo aggiornamento:

NXT UK TakeOver: Blackpool II Report. Tornano i grandi eventi del roster britannico con il terzo della sua serie e si torna nella location dove ci fu il primo. Benvenuti al report in diretta di NXT UK TakeOver: Blackpool II. Alla tastiera, Alessandro “Jin” Leone.

Ora è possibile acquistare la prima rivista dedicata al wrestling italiano. CLICCA QUI!

Potete trovare i risultati dell’evento a questo link.

SINGLES MATCH: TRENT SEVEN VS EDDIE DENNIS

Immediatamente Seven reagisce agli assalti nemici con una forza incredibile, ottenendo con una Powerbomb dal paletto un immediato near fall. Dennis converte un Superplex nemico in una Crucifix Powerbomb. I due si scambiano dei colpi secchi, Vertical Suplex di Dennis ma solo conto di due. Seven reagisce a suon di Chop. Dragon Suplex, Suicide Dive e Dragon Suplex fuori dal ring. Seven va a vuoto con la Corkscrew Senton. Signature a segno e fallite, ma Dennis non riesce a chiudere. Dennis esce da un Burning Hammer, scopre un angolo ma Seven lo ferma e colpisce con un Superplex solo per un conto di due. Seven Star Lariat fermato e Trent finisce nell’angolo scoperto. Dennis decide di esagerare e con una Crucifix Powerbomb manda Dennis fuori dal ring. Seven incredibilmente reagisce ma Eddie sfodera il Neck Stop Driver.

VINCITORE: EDDIE DENNIS

I Gallus si esercitano per i loro incontri.

NXT WOMEN’S CHAMPIONSHIP TRIPLE THREAT MATCH: KAY LEE RAY (C) VS TONI STORM VS PIPER NIVEN

Storm mostra da subito un’aggressività inaudita, ignorando l’ex Viper ed aggredendo selvaggiamente la campionessa. Niven si stufa della situazione e raggiunge entrambe con un Suicide Dive. Nel ring Toni continua l’aggressione e nuovamente Piper interrompe, stavolta con una Senton. All’ennesima interruzione, Toni reagisce con un pugno. Storm Zero fermata e Kay riprende a pungere come in tutte le pause. Tutte mostrano qualche manovra dura. Quando lo stallo continua, la campionessa prende una sedia. Dopo alcuni colpi piazzati, mette la sedia al collo di Toni. Pronta a colpire duramente, Niven la travolge con uno Shoulder Trust. Ora la neozelandese ha la sedia, ma volendo un combattimento leale la molla. Kay interrompe il confronto e ne subisce amare conseguenze. Dopo una Cannonball dall’apron, tutte le contendenti sono fuori dal ring a terra. Niven e Storm battagliano fuori dal ring e Ray le raggiunge con una Swanton Bomb. Battaglia al centro del ring, Viper Driver a segno su Ray ma è solo conto di due. Secondo tentativo ribaltato in Gory Bomb e Toni torna all’ultimo a bloccare il braccio dell’arbitro. Suicide Dive della Ray, a vuoto un Flip Piledriver, riesce a farlo la Niven. Storm Zero sulla Ray dopo aver neutralizzato Niven, ma è solo momentaneo e il pin viene interrotto. Non va a segno la Storm Zero su Piper ma diventa una sorta di Pedigree, Toni colpisce con un Frog Splash ma Kay la scaccia con un Superkick e ruba la vittoria.

VINCITRICE ED ANCORA CAMPIONESSA: KAY LEE RAY

Anche l’Imperium si riscalda.
La canzone dell’evento è I CAN DX WHAT I WANT di Scarlxrd.
Travis Banks è mostrato nel pubblico.

SINGLES MATCH: TYLER BATE VS JORDAN DEVLIN

Pubblico ovviamente caldissimo per il Big Strong Boi. Sotto i cori incessanti si parte con delle classiche prese britanniche alle mani. Serie di ribaltamenti e Bate mostra la sua incredibile forza. Ottima reazione di Devlin, ma l’irlandese non riesce a chiudere. Fa l’errore di provocare il primo campione che lo lancia oltre il paletto e poi lo raggiunge con un Suicide Dive. Prova un Crossbody dalla terza corda ma viene raggiunto da un Midbreaker al volo per un conto di due. L’irlandese sfianca il nemico con delle precise sottomissioni. Bate reagisce ed i due si schiantano con un Crossbody contemporaneo. Bate cattura il nemico mentre provava una Tornado DDT e colpisce con un Exploder Suplex. Solita sequenza che porta alla Running Shooting Star Press ma solo conto di due. Bate nuovamente cattura il nemico al volo e con l’Airplane Spin lo rintontisce. Stavolta, però, Tyler si supera nella durata. Subito dopo Brainbuster, ma solo conto di due. Tyler Bate ’97 ribaltato, due near fall (uno a testa), Overhead German Suplex di Jordan ma solo conto di due. Devlin tira fuori dal nulla una Slingshot Cutter nel ring e, poco dopo, un’altra sull’apron. A tempo ormai finito, Bate rientra nel ring, con Devlin che era tornato poco prima. Scambi durissimi di pugni, al limite del consentito. Sequenza interrotta da un Rolling Kick di Bate, ma il Tyler Driver ’97 viene fermato. I due si separano ma, col rimbalzo alle corde, Spanish Fly dell’irlandese. Pugno di Bate in ginocchio, testata di Devlin ma solo conto di due. Lotta sul paletto vinta da Devlin con un Avalanche Spanish Fly che per un nonnulla non gli vale la vittoria. Teasing del Package Piledriver, ma Bate si libera con una violenta testata. Springboard Tornado DDT seguita dal Tyler Driver ’97, incredibilmente Devlin esce e allora chiude con l’arma segreta, la Spiral Tap.

VINCITORE: TYLER BATE

Applausi, tra gli altri, anche da William Regal, Johnny Saint Triple H.

NXT UK TAG TEAM CHAMPIONSHIP FATAL FOUR-WAY LADDER MATCH: GALLUS (WOLFGANG & MARK COFFEY) (C) VS SOUTH WALES SUBCULTURE (MARK ANDREWS & FLASH MORGAN WEBSTER) VS GRIZZLED YOUNG VETERANS (JAMES DRAKE & ZACK GIBSON) VS IMPERIUM (FABIAN AICHNER & MARCEL BARTHEL)

Tutti i tag team sanno che devono sfruttare al massimo la loro chimica di coppia. Nella fase iniziale, infatti, ogni team si mette in mostra. I primi campioni si portano brevemente in vantaggio con le sedie, ma la forza fisica degli attuali detentori delle cinture li neutralizza. Il tag team dell’Europa centrale approfitta della situazione altrui e vanno a prendere una scala, ma i gallesi li raggiungono con dei Tope Con Hilo. Aichner e Barthel riescono comunque a fermare i nemici e salire sulle scale, ma i Gallus portano il caos introducendo un’altra scala. Vengono posizionate su due angoli, una orizzontalmente e l’altra verticalmente, permettendone un utilizzo duro ed ingegnoso. Diversi durissimi spot mettono a dura prova tutti i partecipanti e dalla situazione più attiva ne escono bene i campioni. Nessuno però riesce ad andare in alto nella scalata. Gli spot riprendono ed un felice protagonista è il nostro connazionale Aichner. Pandemonio: ora nel ring ci sono ben cinque scale. Dalle durissime sequenze escono splendidamente i GYV. Una scala bassa impedisce a Drake di raggiungere le cinture: Aichner lo prende e colpisce insieme a Barthel l’European Boom. Le sequenze si susseguono e tutte le squadre si portano al limite con il top del loro repertorio. Ora i Gallus introducono, oltre ad una scala particolarmente lunga, due tavoli. Uno di questi è troppo leggero e Coffey lo spezza solo sdraiandosi sopra. Entrambi allora si prendono un rischio pazzesco: si abbracciano sulla cima della scala e con una rischiosissima Double Swanton Bomb colpiscono Wolfgang sull’altro tavolo. Ora i gallesi provano nuovamente a salire verso le cinture con la scala piccola ma i GYV li fermano. Webster viene lanciato via. Gibson tiene buono Andrews mentre Drake sale, ma Mark prende una mazza da kendo e con incredibile violenza mette fuori gioco tutti i nemici. Barthel e Aichner approfittano, Marcel sale ma quando sembra finita Coffey lo stringe. Lo scozzese non sradica il nemico, gli europei non riescono a colpirlo, Wolfgang schianta Aichner sull’altra scala spezzandola completamente a metà mentre Coffey fa volare Barthel su tutti gli altri partecipanti. Indisturbati, i due salgono.

VINCITORI ED ANCORA CAMPIONI: GALLUS

L’ex atleta di rugby e wrestler Ridge Holland appare nuovamente tra il pubblico, come lo scorso anno.

WWE UNITED KINGDOM CHAMPIONSHIP MATCH: WALTER (C) VS JOE COFFEY

WALTER prova un Big Boot immediato ma va a vuoto. Ora si parte quindi normalmente. Si impone in apertura lo scozzese. Saito Suplex, l’austriaco fugge fuori ma viene raggiunto. Flying Shoulder Thrust dal pubblico verso il bordo ring. Il leader del Gallus (con difficoltà esecutive) non riesce a chiudere nonostante la durezza delle manovre. DDT, ancora kick out del campione. Sorprendendo, c’è anche un Vertical Suplex e l’Iron King continua a dominare. WALTER si fa colpire a suon di Chop, che riecheggiano, ma mai quanto la sua singola, devastante ed iconica. Due singoli colpi e la situazione si capovolge. Fuori dal ring ancora il campione che si fa sentire, lasciando lo scozzese in difficoltà con un Big Boot. Tre Chop di Joe non valgono una singola di WALTER. L’austriaco passa tra varie sottomissioni per sfiancare il nemico. In un modo o nell’altro, le Chop si abbatteranno sempre sul petto dello sfidante. Coffey si riprende, prova una manovra dalla terza corda ma viene bloccato in una Boston Crab poi tramutata in altre sottomissioni. Tornano le Chop, sempre più riecheggianti nell’arena. I due hanno una sequenza alla pari che WALTER chiude con un Suplex. Incredibilmente Coffey riesce ad eseguire un Moonsault ma è solo conto di due. Reazione di WALTER, Powerbomb ma anche stavolta è conto di due. Il campione resiste ad una Irish Whip, prova un Dropkick ma Coffey si abbassa e l’arbitro viene colpito in pieno. Joe prova ad approfittarne, Powerbomb ma purtroppo anche per lui non c’è un arbitro. Paradossalmente ne approfitta il campione, c’è un Big Boot di Alexander Wolfe sullo sfidante ma arriva Ilja Dragunov a fermarlo. Torpedo Moscow ma erroneamente viene colpito anche Coffey che soffre dolore al ginocchio. WALTER lo scaccia e poi si accanisce sul suo avversario, prima lo manda sui gradoni poi lo schianta fuori dal ring con una Powerbomb. Lariat, un arbitro arriva a pin già iniziato da parecchio e c’è un near fall nonostante il ritardo. Prosegue la rissa tra Wolfe e Dragunov, WALTER sale il paletto ma Coffey lo raggiunge. Joe non riesce a resistere alle Chop, cade ma si riprende e colpisce con un Avalanche Belly-To-Belly Suplex. Coffey è stufo delle Chop e aggredisce violentemente il nemico. A WALTER basta poco per tornare in vantaggio, atterra l’avversario e con lo Splash per poco non chiude la contesa. Powerbomb bloccata da Coffey, due volte All The Best For The Bells ma WALTER esce. Prova la terza volta ma WALTER lo chiude nella Sleeper Hold che gira e rigira come sempre. L’austriaco molla, picchia duro e la richiude. Sleeper Suplex. Una Powerbomb, ma WALTER non è soddisfatto. Chop sul collo, Powerbomb ancora e Sleeper Hold ancora fino alla resa.

VINCITORE ED ANCORA CAMPIONE: WALTER

L’evento sembra finire, ci sono i titoli di coda… MA ARRIVA L’UNDISPUTED ERA! Scatta una durissima rissa, tutti i membri dell’Imperium vengono neutralizzati sotto l’incessante coro “NXT! NXT! NXT!”. WALTER viene accerchiato e per lui c’è la Total Elimination. Il campione del Regno Unito è totalmente immobilizzato e subisce anche la Last Shot. SHOCK THE SYSTEM, questo è il finale. Ci si rivede a Worlds Collide.
Se volete far parte della nostra community entrate nel gruppo Telegram mentre per restare sempre aggiornati sulle ultime notizie seguite il nostro canale Telegram

Per partecipare alle nostre periodiche chiacchierate entrate a far parte del nostro server Discord.

Altre storie
IMPACT! Wrestling Report 18-02-2020