Carissimi lettori di The Shield of Wrestling, ben ritrovati nel nostro consueto appuntamento degli Ups&Downs dell’ultima edizione di Monday Night Raw. Buona lettura!

UPS:

THE IRISH BLOOD – Ups&Downs

Indubbiamente questa Invasion era molto scontata e le incoerenze narrative sono innumerevoli, ma ragazzi, siamo in tema Survivor Series. Non vi nascondo che ho follemente amato questa attitude di Becky Lynch: sanguinosa, cruenta, decisiva al punto giusto. Più passa il tempo e il suo personaggio acquisisce maggiore importanza e spessore. È veramente paradossale vedere che un componente di Smackdown Live riesca a mettere in atto il miglior momento di Monday Night Raw.

DOWNS:

Onestamente non ho trovato nessun punto talmente negativo da essere inserito in questa posizione. Molto inusuale per una puntata pre pay-per-view.

Considerazioni neutrali – Ups&Downs

•Il feud fra Seth Rollins e Dean Ambrose sembra essere ormai entrato nel vivo. Sinceramente non mi ha pienamente coinvolto, ma perlomeno sta iniziando a seguire il filone narrativo e chissà, magari può rivelarsi decisamente più ingegnoso.

•Un po’ legnosa la situazione attorno a Baron Corbin e Braun Strowman, con quest’ultimo che addirittura perdona momentaneamente colui che gli ha costato l’Universal Championship e ci si allea. Questa alleanza è destinata a durare pochissimo.

•Il team femminile di Raw mi convince veramente molto. Ottimo l’inserimento di Ruby Riott, che si rivelerà essere una buona risorsa. Personalmente non lo reputo un Up totale dato che, come ogni team, ha le sue pecche.

•Abbastanza mediocre la situazione attorno alla Tag Team Division. I Revival sono protagonisti di un uragano che sembra proiettarli da qualunque parte tranne che nella zona titolata.

Ebbene ragazzi, queste erano le mie considerazioni riguardanti l’ultima puntata dello show rosso. La sezione commenti è vostra: fatemi sapere cosa ne pensate!