Review NJPW G1 Climax 30 – Day 9
Review NJPW G1 Climax 30 – Day 9

Review NJPW G1 Climax 30 – Day 9

Analisi, voti e considerazioni sulla nona giornata del G1 Climax 30

Review NJPW G1 Climax 30 – Day 9 con analisi, voti e considerazioni sulla nona giornata del G1 Climax 30

Siamo arrivati alla nona giornata del Grade One, iniziamo come al solito con le due parole sui giovani leoni e poi dritti ai blocchi. La qualità media dei match tra Young Lions si sta alzando gradualmente ed oggi Uemura e Kidd lo han dimostrato alla loro. Un incontro carino, spigliato e combattuto e con quella voglia che contraddistingue i piccoli talenti. Yuya finisce Kidd con la High Angle Boston Crab, complimenti ai due! Trasportiamoci ai match di blocco.

Shingo Takagi vs Yujiro Takahashi

Buona contesa, più tendente al sufficiente che al discreto per certi versi ma sicuramente coinvolgente. Yujiro ci prova coi suoi mezzi ma il Drago mena le mani più velocemente, poco da fare. Si poteva assolutamente fare qualcosa di più dopo quello che abbiamo visto negli ultimi mesi. I due avevano passato già periodi di screzi e non vedevano l’ora di questa contesa. Il posto dell’opener di blocco anche è molto ambizioso ma non riescono ad andare oltre il normale.

VOTO: 6.5/10

La liberazione di Shingo
La liberazione di Shingo

 

Jay White vs Jeff Cobb

Che figuraccia Jay, che figuraccia… Il leader de facto del BULLET CLUB è visibilmente stordito, nonostante Gedo intervenga spesso, non riesce a contrattaccare alcune manovre di Cobb, che non è di certo il Kota Ibushi di torno. Però, la sconfitta con Ospreay ha sicuramente fatto male a Jay, forse provato dalla situazione EVIL o semplicemente psicologicamente distratto dalla vittoria dell’Assassino. Cobb stupisce tutti e nel finale riesce a colpire la sua Tour Of The Island, pazzesco. La situazione è assurda, difficilmente ci si poteva aspettare un qualcosa di simile ma anche nelle modalità. Jeff non sembra uscirne da assoluto campione dalla contesa, anzi, mi ha lasciato un po’ in una certa indifferenza. Manca qualcosa nel cammino dell’ex PWG. Incontro tecnicamente buono ma si poteva fare decisamente di meglio, dosando meglio i Ref Bump e giocando meglio sulla super forza di Cobb.

VOTO: 7/10

Jay White umiliato
Jay White umiliato

 

Kazuchika Okada vs Minoru Suzuki

Un grande e particolare incontro tecnico, concisa e lineare la strategia di Minoru e azzeccatissima la maniera di contrattaccare di Okada. Un piccolo grande capitolo della loro eterna faida, diverso dagli altri ed estremamente riuscito nel suo. La contesa è molto spedita e Okada sembra quasi stia rinascendo, ampliando il suo parco mosse ma dimostrando a tutti che ce la può fare anche senza la Rainmaker. Nel finale, dopo grandi sequenze, Kazuchika entra nella stessa posizione che gli ha regalato il primo fall del leggendario 7 stelle e la vittoria con Jericho, entrambe a Dominion. Anche questa volta il Roll Up gli concede la vittoria, entrambi molto bravi, incontro ottimo.

VOTO: 8/10

Il caro vecchio Kazuchika
Il caro vecchio Kazuchika

 

Tomohiro Ishii vs Taichi

Arriviamo a quello che è probabilmente il miglior incontro della serata, una versione più compassata dei loro vecchi scontri, intelligentemente posta in questo G1. I due si conoscono e dosano meglio le loro azioni, questo però non li ferma dal colpirsi continuamente con calci e chop. Non si possono distogliere gli occhi da questo match, è incredibile dall’inizio alla fine. Gli Axe Bomber, i Gamengiri, i Backdrop Driver, i Lariat… non manca nulla per un grande match di Puro con ovviamente alle spalle una solida narrativa. Nel finale, arrivato molto lentamente, quasi in modo epico se vogliamo, Ishii connette Sliding Lariat e Brainbuster, portandosi a casa i punti. Mi verrebbe da dire ‘Fight Forever’, ma è ormai un corodecisamente inflazionato da una grossa fetta di fan. Fantastici, Tomohiro Ishii e Taichi andrebbero clonati.

VOTO: 9/10

Pitbull volante, pericolo costante
Pitbull volante, pericolo costante

 

Kota Ibushi vs Will Ospreay

La qualità non è messa in dubbio ma complessivamente ci si aspettava di più. Ci si aspettava una sorta di capitolo totale della faida tra i due e invece è un altro filler. Per carità, il puzzle si compone perfettamente e i loro due precedenti per quanto limitanti son stati ottimi. L’azione è molto veloce e non sbagliano quasi nulla, in 15 minuti fanno molto bene ma non abbastanza da giustificare una semi-God fight. Superbi entrambi a coprirsi a vicenda negli spot, realizzati poi molto bene. Quello della Avalanche Rana ad esempio, particolare e molto riuscito. Ormai le argomentazioni date sembrano ovvie, molto bene ma non benissimo, servivano quei minuti in più e quella spinta in più.

VOTO: 8.5/10

 

God
God

 

Altra giornata si conclude e da ora in poi si entra nell’inferno.

 

*FOTO PROVENIENTI DAL SITO UFFICIALE DELLA NEW JAPAN PRO-WRESTLING*

 

Stiamo cercando nuovi elementi per il nostro staff! Ci sono diverse posizioni disponibili: se sei interessato, CLICCA QUI.

Ora è possibile acquistare la prima rivista dedicata al wrestling italiano. CLICCA QUI!

 

Seguici su FacebookSeguici su Google News

Altre storie
Violent By Design sconfiggono Decay ad Against All Odds 2021
Violent By Design sconfiggono Decay ad Against All Odds 2021
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: