Carissimi lettori di The Shield of Wrestling, siamo live dal FedEx Forum di Memphis-Tennessee, pronti per il racconto dell’ultima puntata di Smackdown Live!

•Lo show si apre con il summit indetto da Paige, la quale si trova sul ring con Naomi, Lana, Charlotte Flair e Becky Lynch. La general manager distribuisce indicazioni sul portare a casa la briefcase. Si accende una piccola miccia fra Naomi e Lana, spenta immediatamente da Charlotte che elenca tutti i suoi allori, facendo riferimento al fatto che lei non abbia mai vinto la valigetta. Becky invece, ci promette di diventare campionessa ancora una volta, anche se questo significherà collidere con la sua migliore amica. Al summit sopraggiungono le Iiconics, che si prendono gioco delle wrestler sul ring, iniziando con le solite imitazioni denigratorie. Si aggiungono anche Mandy Rose e Sonya Deville all’armoniosa combriccola, e logicamente il tutto sfocia in una rissa da bar.

SINGLE MATCH: DANIEL BRYAN V. SHELTON BENJAMIN

Daniel Bryan raggiunge subito vette altissime, andando a mirare agli arti superiori del suo avversario, il quale si difende usufruendo della superiorità fisica che gli permette di lanciare Bryan fuori dal ring; successivamente, il wrestler di colore scaglia l’American Dragon contro il tavolo di commento con un Trapped Knee Back Drop, che provoca a Bryan dei problemi al ginocchio. Torniamo dalla pausa pubblicitaria con Benjamin che danneggia ulteriormente il ginocchio sinistro di Daniel Bryan con una sottomissione; l’ex RoH trova le corde e mette a segno la sua controffensiva, composta da calcioni e mosse rapide, ben mirate agli arti inferiori di Benjamin. Ci troviamo sulla terza corda, dove Shelton, dopo aver eseguito un Knee Strike, mette a segno un Superplex devastante: 1…2…NO! I due si contrastano a vicenda con le loro sottomissioni, fino alla Heel Hook decisiva.

VINCITORE: DANIEL BRYAN

•Dopo un mini segmento comico fra The Miz e Paige nel backstage, quest’ultima rende il primo arbitro speciale del match tra Rusev e Samoa Joe.

•Fa il suo speciale ingresso in arena Jerry “The King” Lawler, pronto ad intervistare AJ Styles all’ultima fermata prima di Money In The Bank. Jerry si complimenta con AJ per lo schiaffone di settimana scorsa dato a Shinsuke Nakamura, chiedendo al campione perché abbia ricorso ad un’azione di tale caratura. AJ risponde di essere dispiaciuto di aver dato uno schiaffo a Nakamura, preferiva dargli direttamente un pugno. The Phenomenal chiude il segmento dicendo che dopo Money in The Bank, Smackdown Live sarà ancora “The House that AJ Styles built”.

SPECIAL GUEST REFEREE MATCH (THE MIZ): SAMOA JOE V. RUSEV (W/Aiden English)

Si inizia in modo competitivo, con colpi a destra e a manca. Joe esegue un Suicide Dive e andiamo in (una lunghissima) pausa pubblicitaria. Si torna finalmente al centro del ring con uno scontro di pugni fra i due, vinto da Rusev che deve ricorrere ad un Running Heel Kick. Joe colpisce erroneamente Miz a causa di una distrazione provocata da Aiden English, dando inizio alla completa disfatta di Joe via Jumping Kick.

VINCITORE: RUSEV

Al termine della contesa, Rusev infierisce sulla Samoan Submission Machine utilizzando una scala, per poi cercare di prendere la valigetta. Rusev è ad un passo, però è Miz a staccare la valigetta dopo aver eseguito una Skull Crushing Finale sull’ex United States Champion. Miz apre la valigetta ma al suo interno trova solo dei pancake.

NO-TITLE MATCH: JEFF HARDY V. SHINSUKE NAKAMURA

Il nipponico si prende subito gioco di Jeff Hardy, schernendo anche le sue taunt. Lo scontro si sposta fuori dal ring, dove Jeff vola dall’apron ed investe letteralmente Shinsuke. Torniamo dal break pubblicitario con Hardy che mette a segno la sua classifica offensiva, ottenendo un pin di soli 2. Nakamura dà sfogo alla sua rabbia connettendo una serie di calci, va però a vuoto con la tipica ginocchiata e si becca la Whisper in The Wind: 1…2! Shinsuke sopperisce alla combo Twist of Fate – Swanton Bomb di Hardy, riuscendo però a salvarsi toccando le corde. Si prosegue e Nakamura decide di colpire Hardy con un Low Blow.

VINCITORE BY DQ: JEFF HARDY

Nakamura lancia un chiaro messaggio ad AJ Styles, connettendo una Kinshasa che costringe Jeff Hardy a restare al suolo fino al conto di 10.

•Big Cass si trova nel backstage e continua la sua campagna contro le persone basse, Daniel Bryan in particolare. Cass questa volta utilizza un ‘misuratore’ d’altezza, dicendo che le persone basse non dovrebbero lottare se non hanno i requisiti necessari.

10-WOMAN TAG TEAM MATCH: ASUKA, LANA, NAOMI, BECKY LYNCH & CHARLOTTE FLAIR V. CARMELLA, MANDY ROSE, SONYA DEVILLE, BILLIE KAY & PEYTON ROYCE

L’incontro si svolge abbastanza rapidamente, con tag repentini che danno a tutte l’opportunità di inserirsi nella contesa. Becky dà una sonora lezione a Carmella, connettendo anche il Bex-Ploder: solo 2. La Lasskicker viene confinata all’angolo nemico, con le heel che utilizzando numerosi quick tags per tenere Becky a bada. Torniamo dalla pausa con l’irlandese ancora in balia delle sue avversarie; doppio cambio ed è Charlotte Flair a ristabilire le gerarchie, distribuendo colpi ovunque. La Flair cerca addirittura un Moonsault ma Peyton Royce mette le ginocchia, finendo per prendersi una combinazione dell’ex Absolution. Asuka entra nella contesa dopo un faticato cambio, riuscendo a bloccare Mandy nella Asuka-Lock! Il tutto sfocia in una rissa senza quartiere, Charlotte sale dal paletto e fa strike con un Moonsault Press! Carmella viene chiusa nella sottomissione risolutiva della nipponica, ed è costretta a cedere.

VINCITRICI: NAOMI, LANA, BECKY LYNCH, CHARLOTTE FLAIR & ASUKA

Si chiude su queste festose immagini l’ultima puntata prima di Money in The Bank. Adios!