Fan del wrestling ma soprattutto di The Shield of Wrestling, dopo aver vissuto l’ennesima nottata di wrestling in vostra compagnia, TSOW è pronta a rivelarvi gli Ups&Downs di TLC. Alla tastiera il direttore, Yuri”Therchitect”Martinelli

UPS:

•ACCELERATA PERFETTA – Ups&Downs

Il Triple Threat match a coppie è piazzato nella parte più giusta della card e gestito veramente bene. The Usos, The Bar e The New Day si affrontano nel secondo match e con il minutaggio e lo scenario a disposizione fanno veramente tutto quello che possono dando una giusta accelerata al PPV che prevede ancora altri 8 match in quel momento. L’unica nota negativa è la prevedibilità della costruzione e del conseguente finale dell’incontro.

•”COME NEI MIGLIORI ANIME E MANGA GIAPPONESI” – Ups&Downs

Mentre commentavo il match con Ciro, che ha curato il report dell’evento, lui mi ha paragonato la scena di Braun Strowman aiutato da una parte del roster di RAW, alle classiche scene che vediamo nei migliori anime e manga giapponesi ed effettivamente se pensiamo a Goku che chiede l’energia per lanciare la sua sfera Genkidama il paragone calza a pennello. Terminate le similitudini, il match/segmento, finisce tra gli Ups per fatto che finalmente RAW ha ripresentato un face di punta, sperando che funzioni ed ha fatto riprendere la posizione netta, precedentemente lasciata da Strowman.

•NON VI SCALDATE È COMUNQUE UN UP – Ups&Downs

Sono certo che solo leggendo la frase sopra avete intuito di che match sto parlando. Esatto, proprio di Drew McIntyre vs Finn Balor (si risponde da solo come Tonio Cartonio del Fantabosco). Con la sconfitta di Drew, la WWE ha dimostrato di saper rimediare ai propri errori con lucidità ed in questo periodo non è così scontato. Infatti la ‘E aveva fatto il passo più lungo della gamba con lo scozzese, rendendolo totalmente da zona titolata anche più di Braun Strowman. Il problema è che The Monster Among Man è da tempo lo sfidante designato di Brock Lesnar. La pensata intelligente dei booker sta nel fermare McIntyre con due sconfitte, subite per mano di Dolph Ziggler così da tenere lo scozzese fermo per gennaio poichè sarà sicuramente invischiato nella faida con un sempre sostenutissimo Dolph, non dimenticando che a distrarre Drew ci sarà anche il Royal Rumble match.

•POKER DI UP – Ups&Downs

Arrivati a questo punto della card non mi aspettavo di scrivere un altro Up. Non pensavo nemmeno che Nia Jax vs Ronda Rousey potesse avere dei lati positivi. Invece abbiamo visto un match costruito in maniera credibile e pieno di ribaltamenti di fronte. Non è mancato nemmeno il buon wrestling con Ronda che tenta anche di superarsi con due belle manovre in step up.

• AJ STYLES VS DANIEL BRYAN – Ups&Downs

Un match veramente brillante! Nonostante l’esito fosse abbastanza scontato i due non fanno pentire gli spettatori di aver comunque visto l’incontro. La contesa parte lenta per poi accelerare sempre di più manovra dopo manovra. Daniel Bryan dopo essersi liberato dello Yes Movement è più motivato e lo dimostra con la sua resistenza ad oltranza. AJ è sensazionale, le prova tutte ma alla fine viene beffato da uno scaltro Bryan che rovescia a suo favore una Inside Cradle,

• LA COCCARDA – Ups&Downs

Per concludere questo ottimo evento ci vuole un main event dello stesso livello ed è proprio quello che Becky Lynch, Charlotte Flair ed Asuka hanno offerto. L’incontro è stato proprio come la coccarda che si mette su un regalo dato che la WWE ci ha proprio regalato un bell’evento confezionato con i fiocchi. La conclusione è un apostrofo rosa tra le parole Triple Threat match a Wrestlemania

DOWNS:

 

•Considerazioni neutrali – Ups&Downs

•Non iniziamo di certo bene l’evento sapendo che dovremo sorbirci anche un solo minuto in più della faida tra Elias e Bobby Lashley. Probabilmente si conclude in maniera discutibile una delle storyline più azzeccate degli ultimi tempi. Sto parlando di quella tra Natalya e Ruby Riott, che vede spuntare Nattie in un periodo dove una vittoria le serve a poco. Sicuramente la Riott dopo aver intrapreso la strada della cattiva ragazza disposta a superare anche la linea degli affetti familiari da poco scomparsi, qualora avesse schiantato la canadese sopra il tavolo con la foto di suo padre, avrebbe ottenuto uno status da heel che l’avrebbe contraddistinta.

Dopo un inizio in sordina assistiamo a quello che potrebbe essere considerato, per situazione storica e spettacolo offerto, uno dei papabili PPV dell’anno.

Tutto lo show è raccontato dagli Ups e questo la dice lunga sulla qualità. Però mi sento di dire una cosa ; speriamo che il signor Rated R, sabato, a What’s Next, aveva ragione altrimenti, la signora WWE ha rovinato la cosa che mette più hype in un Royal Rumble match, sapere l’ultimo partecipante.