Wrestle Kingdom 14
Wrestle Kingdom 14

Wrestle Kingdom 14 Night 2 Report

Wrestle Kingdom 14 Night 2 Report. Per la prima volta, l’evento più importante di tutto il Giappone sarà diviso in due giornate. Alla tastiera Alessandro “Jin” Leone per il report di NJPW Wrestle Kingdom 14 Night 2.

Potete trovare tutti i nostri contenuti anche sulla nostra app. SCARICALA QUI!

Il report verrà aggiornato con l’inizio dell’evento. Vi rimandiamo alla nostra preview scritta e quella realizzata durante What’s Next.

TAG TEAM MATCH (JUSHIN “THUNDER LIGER” II RETIREMENT MATCH II): JUSHIN “THUNDER” LIGER & NAOKI SANO VS DRAGON LEE & HIROMU TAKAHASHI

Secondo match di ritiro di Jushin “Thunder” Liger. Ad iniziare il match sono lo stesso Liger ed Hiromu Takahashi e fin da subito  Jushin mette in seria difficoltà Hiromu sottomettendolo con la sua patentata Surfboard più volte, sorretto anche dal tifo del pubblico. Hiromu da il tag a Dragon Lee, immediatamente attaccano Sano e poi lo stesso Liger permettendo a Lee, di conseguenza, di dominare la contesa, per poi far dominare anche Hiromu Takahashi. Dopo poco tempo, oerò, Liger si riprende riuscendo a contrastare entrambi i suoi avversari, da il tag a Sano e questi, dopo aver tenuto testa sia a Lee che a Takahashisi concentra su Dragon Lee tanto da atterrarlo con un Lariat. Segue uno scambio tra Hiromu Takahashi e Liger, dove inizialmente Hiromu si dimostra molto aggressivo sembra avere la peggio Liger ma Hiromu Takahashi non ha messo in conto la Liger Bomb, Si susseguono le manovre acrobatiche di Dragon Lee, che finisce per colpire il suo tag team parter la prima volta e Naoki Sano poi con un Suicide Divementre Hiromu Takahashi e Jushin “Thunder” Liger danno vita ad una contesa sempre più coinvolgente che vede Liger capitolare alla Dynamite Plunger

VINCITORI: DRAGON LEE & HIROMU TAKAHASHI

Nel post match Liger riceve il rispetto dei sui avversari e ringrazia tutto il pubblico del Tokyo Dome che lo ha sostenuto. No Jushin “Thunder” Liger, grazie a te.

IWGP JUNIOR HEAVYWEIGHT CHAMPIONSHIP TAG TEAM MATCH: BULLET CLUB (TAIJI ISHIMORI & EL PHANTASMO) VS ROPPONGI 3K (SHO & YOH w/ROCKY ROMERO)

I 3K attaccano immediatamente, prima ancora del suono della campana, mandando i nemici fuori e raggiungendoli con dei Tope Con Hilo. Lavorando bene in coppia mettono in difficoltà i nemici che si prendono una pausa fuori dal ring. Quando lavora bene, il CLUB riesce ad alternare talento e scorrettezze efficaci. Ishimori e Phantasmo isolano SHO e gli fanno patire grandi dolori, facendogli risentire anche in maniera sbeffeggiante l’infortunio alla schiena. Grande seguenza di Phantasmo, con uno Springboard per schivare, uno Springboard Crossbody, uno Springboard Moonsault, un Suicide Dive su Rocky e poi Frog Splash per un conto di due. YOH subisce ancora l’inferiorità numerica e, sempre al limite delle regole, continuano l’assalto. Spear della disperazione di SHO che va a dare l’hot tag. Grave errore di distrazione ma riesce a riprendere in mano la situazione. Manda fuori sia Ishimori che Phantasmo e li raggiunge con uno Slingshot Crossbody. Ishimori, con uno Springboard Rolling Kick, ristabilisce la parità. SHO comincia una serie di German Suplex. Al terzo Phantasmo prova ad aggrapparsi a Ishimori ma invece lo coinvolge in una manovra doppia. Non bastano nè un Cradle Pin e neanche tante manovre di coppia. Il BC prova la 3K ma invece c’è un Flip Piledriver. Fallisce una Bloody Cross ed ora duellano Phantasmo e SHO, con il primo che sfodera una Styles Clash ma non basta. Phantasmo prova a colpire con le cinture mentre Ishimori distrae l’arbitro ma la cintura gli viene presa da Romero. Prova il low blow, ma SHO aveva una protezione illegale (scopriremo nel post match che la aveva anche YOH, idea di Rocky). 3K, Piledriver di SHO, Knee Strike di YOH e debutto della nuova finisher: Assisted Package Piledriver (in pratica la stessa mossa dei Lucha Brothers).

VINCITORI E NUOVI CAMPIONI: ROPPONGI 3K

REVPRO BRITISHI HEAVYWEIGHT CHAMPIONSHIP MATCH: ZACK SABRE JR (c) vs SANADA

L’incontro inizia con i due contendenti che con agilità e conoscenza del corpo umano provano ad applicare la prima vera presa. Segue una serie di tentativi di pin falliti, come una Paradise Lock. Sabre inizia il suo lavoro contemporaneo alle braccia ed alle vie respiratorie. SANADA si dimostra, nuovamente, in grado di stare al passo. Se dei lottatori sono abili con le sottomissioni sono anche bravi a liberarsi. SANADA ha un vantaggio atletico quindi Sabre, quando esce fuori dal ring, si mette nell’angolino per non subire manovre spericolate. Continua il ribaltamento delle prese e la sorpresa di Sabre nel vedere qualcuno così pronto. SANADA prova lo Standing Moonsault ma ZSJ lo cattura. Tiene sia il braccio che la gamba. Il membro degli Ingobernables nuovamente sorprende e Sabre ha un grande dolore. Esce dal ring ma si espone e SANADA lo raggiunge con uno Slingshot Crossbody. SANADA ribalta una presa, non termina la Skull End ma fa girare Sabre, prova il Moonsault ma va a vuoto e subisce un Running Knee Strike. Degli Uppercut da entrambe le parti. SANADA prova lo Springboard ma va a vuoto. Iniziano una serie di pin e solo uno di SANADA per poco non risulta decisivo. Moonsault tramutato in Skull End ma Sabre va con la European Clutch. Solo conto di due, Skull End non chiusa e ora Sabre ci riprova. SANADA ribalta, prova ancora la Skull End ma c’è la European Clutch. Per un attimo sembra riuscire a farla a sua volta, ma c’è un altro ribaltamento dell’inglese.

VINCITORE E ANCORA CAMPIONE: ZACK SABRE JR

IWGP UNITED STATES CHAMPIONSHIP MATCH: JON MOXLEY (C) VS JUICE ROBINSON (w/ DAVID FINLAY)

Juice attacca il rivale durante il suo ingresso, lo schianta contro le barricate, lo fa cadere di gola e poi Scoop Slam fuori dal ring. Moxley, che solo ora si toglie il giubbotto, risponde e prende due sedie (che, ricordiamo, si possono usare fuori dal ring). Juice però fa inciampare il nemico che cade di faccia su una sedia. Successivamente fa sedere Mox sulla sedia e lo investe con una Cannonball. Reazione di Mox nel ring, con un lancio talmente forte che Robinson finisce fuori dal ring. Sediata per il campione di coppia e tornati nel ring c’è un ground & pound. Mox però è corretto con l’arbitro Tiger Hattori e strappa anche una risata al pubblico con il classico saluto rispettoso giapponese. L’assalto però non diventa meno violento. Lotta di chop, Juice le tira meglio quindi Mox prova a morderlo. Viene fermato, prova qualcos’altro ma si becca una Spinebuster. Powerbomb, ma ancora conto di due e Juice inizia ad accusare i colpi subiti. Jon blocca la serie di pugni e chiude l’avversario in una Figure-Four Leglock. Le corde vengono raggiunte, ma con l’ausilio del paletto continuano i danni alla gamba. Figure-Four anche fuori dal ring con Juice nell’angolo del ring. Viene piazzata una sedia in testa a Juice. Mox vorrebbe colpirlo con un’altra sedia, ma pur di fermarlo Robinson gli tira un pugno secco contro l’oggetto. C’è dolore, ma lo ha bloccato del tutto. Superplex e Jackhammer, ma solo conto di due. German Suplex per scappare alla Pulp Friction, ma a sua volta Juice sfodera un German Suplex. Grande roll-up alla Death Rider ma non c’è il tre. Mox vuole lo scambio di colpi e lo ottiene, ma alle dure provocazioni corrispondono duri colpi. C’è il Knee Trembler, ma Juice sfodera la forza dei pugni. Pulp Friction ribaltata però in Death Rider ed il sogno è compiuto a metà.

VINCITORE E ANCORA CAMPIONE: JON MOXLEY

Riecheggia una musica conosciuta nell’arena quando sembra tutto finito. Moxley è sbalordito: è Minoru Suzuki ed è incredibilmente pronto alla lotta. Jon non si gira indietro e all’iconico Kaze Ni Nare i due sono faccia a faccia. Comincia la rissa, Mox prova a tramutarla in un incontro ma Suzuki lo chiude nella Sleeper Hold e lo schianta con il Gotch Style Piledriver. Lui non è un avversario qualunque e la sfida è lanciata.

NEVER OPENWEIGHT CHAMPIONSHIP MATCH: KENTA (c) VS HIROKI GOOTO

Goto non si lascia provocare e parte subito all’attacco. Partenza tremenda per il campione, con lo sfidante che non gli lascia un attimo di respiro. La reazione di KENTA arriva a suon di Big Boot e lanci fuori dal ring, ma Goto è un toro. Solo ora il campione può togliersi la maglia e cominciare ad attaccare sul serio. Fuori dal ring controlla il membro del BULLET CLUB. Prova a far buttare fuori Goto che, con molta lentezza a causa di una DDT sulla rampa, rientra. Il samurai viene nuovamente lanciato fuori e KENTA ci riprova senza successo. E allora si risolve come sempre: a calci e ginocchiate. Goto soffre come un cane bastonato ma c’è una reazione. I due si scambiano delle gomitate all’angolo, ma Goto ne tira una fortissima, quasi da KO. Spinning Heel Kick all’angolo e Saito Suplex ma solo conto di due. Bloccata la Ushigoroshi e Powerslam. Tornado DDT dal paletto verso l’apron di KENTA, Flying Clothesline ma conto di due. Goto cede alle provocazioni e si becca una DDT. Le ginocchiate ed i calci sembrano aver fiaccato il membro del CHAOS che invece cattura l’avversario in una Ushigoroshi a sorpresa. Prova qualche presa ma viene chiuso nella GAME OVER. Per sua fortuna raggiunge le corde con il piede. Calcioni rabbiosi di KENTA e Green Killer. Double Foot Stomp ma c’è ancora un kick-out. Entrambi chiudono la Sleeper Hold ma solo quella di KENTA è efficace. Dopo l’ennesimo calcio c’è il PK, proprio come usava Katsuyori Shibata. GTS bloccata e i due si scambiano vari colpi. GTR bloccata, va invece la GTW ma è solo due e Goto può colpire ancora con la GTR.

VINCITORE E NUOVO CAMPIONE: HIROKI GOOTO

Vengono annunciati le date e i luoghi dei pay-per-view e, con sorpresa, non sarà presente il G1 Special ma solamente il G1 Climax.

SPECIAL SINGLE MATCH: JAY WHITE (w/GEDO) VS KOTA IBUSHI

White prova da subito a distrarre Ibushi ma il tentativo fallisce. Dura reazione di Switchblade che con un duro colpo dall’apron manda la Golden Star contro le barricate, addirittura spostande definitivamente. White lo raggiunge e lo lancia contro altre barricate, poi lo fa sbattere di testa contro l’apron. Ibushi esce all’uno, ma i danni ci sono. Neckbreaker, ma Ibushi esce ancora all’uno. Mentre tiene con forza una Headlock, White provoca ed insulta l’avversario. Reazione con una Snaprana e White va a riposare fuori dal ring. Ibushi lo raggiunge con uno Slingshot Crossbody. Springboard Dropkick e grande dimostrszione di atletismo. Powerslam, Springboard Moonsault ma solo conto di due. DDT di White e parità ristabilita. Death Valley Driver ma è solo conto di due. I due si sfidano a colpi di counter ed Ibushi schianta il nemico con il Buster Driver. White reagisce con numerosi colpi, ma ad Ibushi ne bastano meno per fare più danni. Gli inviti dello stesso Ibushi e di Gedo servono a poco: White barcolla e non danneggia, mentre Ibushi colpisce durissimo. Ceffone di White che sembra riprendere in mano la situazione solo per venire travolto da un Lariat. Ibushi evita il ref bump ma si becca la Flatliner ed il Deadlift German Suplex. Rolling Brainbuster. Kiwi Krusher evocato da Gedo a segno ma è solo conto di due. Snap Saito Suplex per fermare la reazione di Kota. Ora Jay vuole il Superplex ma non lo ottiene. Gedo distrae un attimo l’arbitro, quanto basta a White per mettere le dita negli occhi del nemico. Ibushi cade sull’apron, prova la Springboard Avalanche Hurricanrana ma White muove la corda e fa cadere il nemico. Sorprendendo, White esegue una Avalanche Uranage ma è solo conto di due. Sleeper Suplex. White è stanco, vorrebbe chiudere ma si becca il V-Trigger. Ibushi chiama la Kamigoye, sa che White lo intercetterebbe dunque lo ribalta e poi colpisce con un German Suplex. Conto di due sia a questo sia alla seguente Bomaye. Bloccata la Kamigoye, bloccata anche la Blade Runner. Calcio alla testa ma White schianta Ibushi contro l’arbitro che schizza fuori dal ring. Gedo colpisce Kota con una sedia… ma non subisce alcun danno. I calci all’addome non lo piegano e con un pugno secco Ibushi lo mette KO. Strisciando White va verso la sedia, ma un calcione lo ferma. Golden Star Powerbomb ma l’arbitro è ancora fuori dai giochi. Ibushi riporta l’arbitro nel ring e White fa di tutto per non farsi rialzare. Serie di calci, Kamigoye ma Gedo tira via il già martoriato arbitro. Ora Gedo ha un tirapugni, Ibushi vorrebbe spezzargli il braccio ma White gli lancia la sedia in testa e il pugno di Gedo va a segno. L’arbitro rientra e per quanto esausto White ha la chance per chiudere. Prima una manovra che assai fa male a Kota, la Bloody Sunday, ed infine Blade Runner.

VINCITORE: JAY WHITE

Non contento, White colpisce con un’altra Blade Runner dopo il match.

SPECIAL SINGLE MATCH: HIROSHI TANAHASHI VS CHRIS JERICHO

Sono tenuto ad annunciare così il Painmaker perché così è stato annunciato ed ha portato la cintura con sé. Inizio alla pari, con i due che provano ad indebolirsi con delle prese di base. Jericho ora inizia a danneggiare il nemico fuori dal ring e fa il classico dito medio prendendo una fotocamera. Si va sui tavoli dei commentatori dove schianta il nemico con una DDT (non sfondando il tavolo ma con comunque un grande impatto). A causa di Jericho, inoltre, non è più possibile udire la telecronaca in lingua inglese. Riempito da odio e con il pubblico che sostiene l’Ace, Le Champion e la leggenda vivente ingaggiano un duello ma l’ex campione WWE è sempre in vantaggio. Jericho prova un goffo High Fly Flow, ma Tanahashi se la ride dopo aver schivato. Jericho è convinto di aver lanciato il nemico fuori dal ring, invece è risalito aggrappato alle corde e con uno Sling Blade sembra ribaltare la situazione. Jericho lo attira nell’angolo per farlo impattare con l’arbitro. Segue un low blow e, con il ritorno della telecronaca, Chris comincia a colpire con la cintura dei pantaloni. Hiroshi è stufo anche di subire insulti e replica il colpo basso. Tanahashi controlla per poco, ma riesce a neutralizzare un Lionsault e raggiunge Jericho fuori dal ring con un High Fly Flow. Le Champion ora è in difficoltà e quando sente già dolore alla gamba si becca, in mezzo alle corde, un Dragon Screw, poi un Dropkick e di nuovo un Dragon Screw. A vuoto lo Sling Blade, bloccato il Code Breaker ed ancora Dragon Screw. Anche con Jericho a terra, altri due Dragon Screw. High Fly Flow ma Jericho alza le ginocchia e colpisce con il Lionsault che porta solo al due. Tanahashi incredibilmente blocca il Judas Effect e con un Bridging German Suplex ottiene un conto di due. Prova ad attaccare ancora ma Chris gli rovina il momento con le Walls Of Jericho. Ora i due battagliano, entrambi molto danneggiati. L’Ace sembra uscire vincente dalla situazione di stallo. High Fly Flow ma CodeBreaker al volo. Le Champion invoca il Judas Effect ma l’Ace si abbassa, gli ruba la CodeBreaker ma è un near fall. Sling Blade a vuoto e Jericho va di Liontamer. Tanahashi esce subito con un roll-up. Twisting Neckbreaker e Sling Blade per un conto di due. Strada spianata, High Fly Flow ribaltato in Walls Of Jericho. Le corde sono troppo lontane e la presa è troppo pesante. C’è la resa.

VINCITORE: CHRIS JERICHO

DOUBLE GOLD RUSH MATCH: IWGP HEAVYWEIGHT CHAMPION KAZUCHIKA OKADA VS IWGP INTERCONTINENTAL CHAMPION TETSUYA NAITO

L’arbitro Red Shoes decreta una piccola gara: qualche schieramento di tifosi è più rumoroso. Vince Naito per un soffio. Atmosfera incredibile per uno degli incontri più importanti della storia del professional wrestling. È raro sentire il pubblico scatenato in Giappone, ma oggi non ci sono paragoni. Si parte con delle prese provocatorie. I due mostrano subito il loro incredibile atletismo ma il primo a rimanere in piedi è Okada. Splash all’angolo, DDT ed abbiamo già un conto di due. Slingshot Senton ed una presa alle vie respiratorie. Okada attacca ancora ma c’è una forte ripresa di Naito che in poco tempo riesce a colpire con tante manovre. Dopo un Leg Sweep Naito si sposta fuori e fa cadere Okada con un Neckbreaker. Neckbreaker anche nel ring ma è conto di due. Naito prova una presa ma Okada si appoggia alle corde con il piede. Naito attacca duramente e torna a focalizzare i colpi sul collo. Sputo dell’Ingobernable ma Okada risponde ed atterra il rivale con un Big Boot. Flapjack di Okada, prova un altro Big Boot ma viene bloccato. C’è un Uppercut. Sunset Flip di Tetsuya, ma Okada riprende la precedente posizione dell’Air Raid Neckbreaker e lo esegue. Elbow Drop dalla terza corda ed iconica taunt. Okada vuole già la Rainmaker ma Naito risponde a suon di gomitate. Okada prova a colpire ma Naito risponde con una Pop-Up Spinebuster. Avalanche Hurricanrana di Naito ma la Gloria viene fermata. Quando Okada sembrava diversi riposare all’angolo sorprende Naito con uno Shotgun Dropkick. Tetsuya risponde a due cariche verso l’angolo, sale sul paletto ma Okada lo colpisce con uno dei suoi incredibili Dropkick e lo fa cadere giù. Sapendo dell’infortunio al ginocchio a causa di White, Okada fa sbattere duramente il ginocchio contro il pavimento. Il campione massimo fa liberare un tavolo di commento, colpisce ancora il ginocchio e poi lo fa impattare proprio contro il durissimo tavolo. Dolorante e lontano dal ring, il sogno di Naito sembra sparire con il conto dell’arbitro. Quando nessuno ci credeva più, Naito rientra e si becca un Dropkick dalla terza corda. Schienamento, ma c’è un kick-out. German Suplex, ma Naito evita il Rainmaker e va di Tornado DDT. Il ginocchio non regge, ma c’è comunque una durissima Gloria. Naito sorprende tutti con una incredibile Avalanche PoisonRama ma nello stupore generale non è un conto di tre. Destino bloccata. Naito prova un rimbalzo dalle corde ma Dropkick di Okada. Esausti, i due battagliano in ginocchio. Ogni singolo colpo riecheggia nel Tokyo Dome, anche l’ennesimo sputo di Naito. Dal nulla Okada sembra provare la Rainmaker, Naito lo ferma con uno schiaffo, tentativi di manovre ma c’è la Spinning Rainmaker. A vuoto la Rainmaker, Destino ribaltata in Tombstone Piledriver e c’è la Rainmaker decisiva… NO! NO! NAITO ESCE DALLA RAINNAKER! Okada prova un altro Tombstone, Naito si libera ma ormai non riesce più a rialzarsi. Ancora sputo in faccia ed un ormai furioso Okada riprende a schiantare il ginocchio al tappeto. Ben tre volte, ed Okada è riempito di fischi. Lariat ma non molla la presa. Ancora Lariat ma non molla ancora. Rainmaker MA NAITO LA RIBALTA IN DESTINO. IL GINOCCHIO FA MALE, PROVA LO SCHIENAMENTO. UNO, DUE… NO! Al diavolo il ginocchio! Stardust Press! Uno, due… no! Destino non va! Valentia! DESTINO!

VINCITORE E DOPPIO CAMPIONE: TETSUYA NAITO

Naito vede Okada andarsene e vuole prima dirgli qualcosa. Lottare nel Main Event di Wrestle Kingdom e vincerlo è incredibile: entrambi vogliono rifarlo. Le due cinture vengono portate al nuovo campione. Buenas noche, Tokyo Dome! Chiede al pubblico com’è stato e la risposta e positiva! Cosa ci farà ora con le due cinture? Tranquilo, Assen Na Yo! Una cosa in realtà vuole farla: continuare nel futuro con entrambe. Per chiudere il secondo giorno di Wrestle Kingdom li vuole tutti qua: EVIL, SANADA, BUSHI, Hiromu, Takagi e lui: Los Ingoberna-ARRIVA KENTA! ARRIVA KENTA! PK e GTS! KENTA rovina un momento perfetto! BUSHI arriva ma ormai la frittata è fatta. Poteva essere la fine perfetta, invece ci salutiamo sulle immagini di BUSHI che aiuta un dolorante Naito a tornare nel backstage.

Altre storie
WIVA Canti di Guerra Review 18-07-2020
WIVA Canti di Guerra Review 18-07-2020