Becky Lynch 365

BECKY LYNCH 365

Riviviamo insieme i 365 giorni da campionessa di Becky Lynch

Continua il periodo d’oro per Becky Lynch, l’atleta irlandese dopo aver sconfitto Shayna Baszler a Wrestlemania 36 prosegue la collezionare di record. Traguardi saranno molto difficili da battere per le prossime lottatrici che cercheranno di percorrere le orme della lottatrice Irlandese

Inutile girarci attorno, Becky Lynch da reietto, reputata spesso come la più debole delle Horsewoman anche a causa di quel titolo NXT mai vinto, è diventata il volto della WWE grazie alla sua determinazione e ad una fan base che non l’ha mai lasciata e non la lascerà mai sola nei momenti di difficoltà.

WrestleMania 35

Esattamente un anno fa andava in scena il match femminile più importante nella storia del Wrestling nell’evento più importante della disciplina, Wrestlemania 35 dove, nel Main Event dello show, Becky Lynch, Charlotte Flair e Ronda Rousey si sfidarono in un Triple Threat Winner Takes all match.
Il match fu un autentica battaglia senza esclusione di colpi, alla fine a prevalere sulle contendenti fu proprio Becky Lynch schienando Ronda Rousey e laureandosi così RAW e SmackDown Women’s Champion.

L’inizio di un regno che con il passare del tempo è entrato sempre più nella storia della federazione di Stamford.

Becky2Belts

I primi giorni di certo non sono stati il punto più alto di questo magico regno per Becky. Becky2Belts (cosi si faceva chiamare dai suoi fan in quel periodo) si è trovata a difendere lo SmackDown Women’s Championship dalla sua eterna rivale/amica Charlotte Flair, mentre il RAW Women’s Championship da una debuttate Lacey Evans. Le rivalità in quel periodo furono abbastanza pesanti sopratutto quella con la Evans, era evidente che Lacey non era pronta per palcoscenici così grandi e doveva rimanere a NXT ancora per molto tempo.

Becky decise di difendere i titoli in due diversi Match nel PPV Money In The Bank. The Man si sbarazzò molto facilmente della debuttante mentre perse lo SmackDown Women’s Championship nel match successivo contro Charlotte Flair grazie ad un’interferenza dell’avversaria precedentemente sconfitta da Becky.

La rivalità tra Becky e Lacey continuò in quel di RAW nelle settimane successive fino ad arrivare allo scontro finale di Extreme Rules, dove, con l’aggiunta di Seth Rollins, in quel periodo WWE Universal Champion e attuale fidanzato di Becky, e Baron Corbin, i quattro si sfidarono in un Extreme Rules Mixed Tag Team Match valido per il RAW Women’s Championship e il WWE Universal Championship. Il Match è stato molto buono, entrambe le coppie non si sono risparmiate ma la protagonista della contesa resta sempre l’atleta irlandese. Infatti, verso la fine del match, Baron Corbin colpì Becky con l’End of Days scioccando i fan e facendo esplodere la rabbia del campione Universale Seth Rollins. Il match si concluse con la vittoria di Becky Lynch e Seth Rollins grazie a quest’ultimo che schienò Corbin.

SummerSlam

Dopo questa rivalità tutt’altro che indimenticabile, Becky era in cerca di una nuova sfidante e l’occasione si presentò nella puntata di RAW del 15 Luglio dove in un Fatal-4-Way-Elimination Match si sfidarono Alexa Bliss, Carmella, Naomi e Natalya, e la vincitrice avrebbe avuto un’opportunità titolata nell’evento più importante dell’estate, SummerSlam, che in quella occasione si svolgeva in Canada. A vincere fu Natalya e la rivalità tra le due fu di tutt’altra caratura rispetto a quella con Lacey. Becky e Natalya nel corso delle settimane non si sono risparmiate, con una Nattie che ha cercato in tutti i modi di impensierire il regno incontrastato di The Man.

Il loro incontro fu un Submission Match, (Dis Arm Her Vs Sharpshooter ) un match bellissimo tra le due; tecnico e senza esclusione di colpi, ma anche questa volta, malgrado l’impegno di Natalya, Becky Lynch ha avuto la meglio.

Faccia a faccia con la Bo$$

Qui arriviamo probabilmente ad uno dei momenti più alti del regno dell’atleta Irlandese. Nella puntata Raw post Summerslam abbiamo Natalya sul ring con un tutore al braccio che ringrazia i fan per il supporto che le hanno dato durante il match con Becky, ma ad un tratto fece il suo ritorno Sasha Banks dopo una lunga assenza. Il pubblico impazzì di gioia, ma solo per pochi secondi perché l’atleta di Boston aggredì Natalya alle spalle con un ferocia che non si vedeva dai tempi di NXT. Becky tentò di salvare Natalya ma tutto fu inutile, infatti la Banks colpì la campionessa più e più volte con una sedia.

Il messaggio era chiaro: “Sono qui per prendere ciò che per te è più caro ovvero il tuo RAW Women’s Championship“. La sfida è stata lanciata e la prima contesa fra le due si svolse a Clash of Champions, in un match anche questo molto buono. Le due non si sono risparmiate e ad avere la meglio è stata proprio la lottatrice di Boston ma per squalifica, infatti nelle parti conclusive del Match Becky, per vendicarsi di ciò che Sasha fece a lei durante la puntata post SummerSlam, prese una sedia ed iniziò a colpire Sasha.

Tutto ciò faceva presagire che la loro rivalità non fosse finita anzi tutto il contrario, infatti nella puntata di RAW successiva al PPV, Sasha sfida nuovamente Becky ad Hell In A Cell. The Man ovviamente non si è tirata indietro proponendo alla Banks un Hell In A Cell Match. Mentre la faida proseguiva la popolarità di Becky Lynch cresceva sempre più fino ad essere la prima scelta del Roster di RAW nel draft (mai nessuna donna nella storia della compagnia di Stamford è stata scelta per prima). A questo ennesimo riconoscimento si aggiunge la possibilità di condividere il ring con una leggenda vivente come The Rock nella puntata di SmackDown del 4 ottobre. A dimostrazione che Becky Lynch per la WWE è sempre più il vero e unico volto della federazione.

Il 6 Ottobre finalmente si svolge Hell In A Cell e giungiamo alla resa dei conti tra lei e Sasha Banks. Match bellissimo tra le due, probabilmente il migliore della serata con spot innovativi e tanti colpi di scena. Le reazioni del pubblico sono un switch continuo, dal “This is Awesome” al “Fight forever“. Un match da vedere e rivedere assolutamente. A trionfare però alla fine fu sempre Becky Lynch grazie ad un Bexploder dalla terza corda sulle sedie d’acciaio e alla Dis Arm Her. Becky finalmente è riuscita a battere l’unica delle 4 Horsewoman WWE che non era mai riuscita a battere: Sasha Banks.

Survivor Series, sfida tra campionesse

Finita la rivalità con la Banks è tempo del quarto ed ultimo Big four della WWE ovvero Survivor Series, un’edizione che rispetto agli altri anni ha una grossa novità, infatti anche il roster di NXT parteciperà a tale evento.
Becky se la dovrà vedere contro la SmackDown Women’s Champion Bayley e l’NXT Women’s Champions Shayna Baszler, inutile dire che la prima sconfitta per schienamento di Becky avvenne proprio in quel periodo a causa di Shayna e Bayley. Infatti ad approfittare di ciò fu Asuka che schienò The Man in un match non valido per il titolo femminile di RAW.

Le tre continuarono a punzecchiarsi per tutto il periodo di SummerSlam con apparizione delle lottatrici in tutti e tre i Roster: RAW, SmackDown e NXT. Tutto ciò portò le tre nella parte più importante della card di Survivor Series ovvero il Main Event.

Match che paga tanto il Booking scellerato dei precedenti incontri messi in scena durante la serata, infatti abbiamo NXT ormai spedito verso la vittoria con SmackDown dietro e RAW ultimo. Match vinto dalla Queen of Spades ai danni di Bayley. Il post match fortunatamente per Becky Lynch fu un tantino meglio. Infatti l’Irlandese aggredí Shayna che si trovava in piedi sul tavolo dei commentatori a festeggiare. La campionessa di RAW chiuse l’evento dicendo: “Questo è il mio show!”

Riparte la Road To WrestleMania

Chiuso il capitolo Survivor Series, Becky tentò l’assalto ai titoli di coppia femminili assieme alla sua amica/nemica Charlotte Flair. “E’ ora che Becky2belts torni“. Assalto che però non andò a buon fine, infatti a TLC nel Main Event si sfidarono Becky Lynch e Charlotte Flair Vs Kabuki Warriors in un Tables, Ladder and Chairs match.
L’incontro fu penalizzato dall’infortunio di Kairi Sane, ma alla fine la bestia nera di Becky Lynch, Asuka, riuscì ugualmente a strappare le cinture dalla scala facendo cadere proprio l’atleta irlandese.

Qui iniziò una vera e propria ossessione da parte di Becky verso l’atleta nipponica appunto sua bestia nera. “La WWE ha voluto proteggermi da lei perché non crede in me, ma io questo match lo voglio a tutti i costi”. E così fu infatti. Dopo svariati tentativi Becky ottenne questo match per la Royal Rumble 2020, esattamente un anno dopo il loro match della Royal Rumble 2019.

Incontro che per la prima volta vede Becky sfavorita rispetto alla sua rivale. Il match fu molto simile a quello dello scorso anno ma questa volta il risultato fu differente. Infatti Becky riuscì a sconfiggere per la prima volta in assoluto il suo incubo Asuka grazie alla Dis Arm Her.

WrestleMania 36, da Ronda Rousey a Shayna Baszler

Nelle puntate post Royal Rumble, Asuka sfido nuovamente Becky in un match valido per il titolo di RAW, Becky accettò senza problemi e sconfisse la nemica malgrado le varie interferenze di Kairi Sane. Mentre la campionessa festeggiava la sua vittoria, un vecchio fantasma del suo passato non tanto remoto l’attaccò alle spalle,
Shayna Baszler!

La Cage Fighter, non contenta di aver attaccato Becky, la morse al collo facendola sanguinare. Messaggio più che chiaro, le due si sarebbero sfidate prima o poi. Quale occasione migliore se non WrestleMania? Prima
di tutto Shayna, malgrado l’attacco, doveva procurarsi tale opportunità. Ad Elimination Chamber, la Queen Of
Spades si è dovuta sbarazzare di Liv Morgan, Asuka, Ruby Riott, Sarah Logan e Natalya in un Elimination Chamber match. Incontro dominato dalla Baszler sotto gli occhi vigili di Becky.

Le due nelle settimane post Elimination chamber si scontrarono sia verbalmente che fisicamente, e non sono mancati i riferimenti a Ronda Rousey sopratutto. Si arriva finalmente al loro match di WrestleMania dove le due non si sono di certo risparmiate. Abbiamo assistito ad 8 minuti di fuoco, 8 minuti di vero wrestling dove ad uscirne vincitrice è ancora la wrestler irlandese, contro ogni pronostico, tirando fuori dal cilindro un Roll Up stile Bret Hart a Wrestlemania 8.

365

Ora eccoci qua. Oggi 7 Aprile 2020 Becky ha raggiunto quota 365. Bel numero per una campionessa, pochi possono vantare tale record. Nella storia recente del wrestling solo atleti del calibro di CM Punk, Kazuchika Okada e Brock Lesnar possono vantare di aver tenuto un titolo oltre un anno. Un traguardo assolutamente non facile da raggiungere nel Wrestling moderno nel quale il fan medio, sui social, cambia spesso idea e le federazioni molte volte sono costrette ad ascoltare il giudizio dei sostenitori.

Becky in ciò è un’eccezione, infatti il supporto dei fan verso di lei c’è sempre, la gente non le ha voltato le spalle e a confermare ciò è la grande e costante crescita che ha nei suoi account social.

Insomma la WWE sembra aver fatto bingo con lei, unico vero volto di questa federazione. Chissà cosa riserverà il futuro alla campionessa irlandese, quali e quanti record ancora batterà…
Un fatto è certo, questo regno rimarrà nella storia della WWE per sempre, una Run epica che molto probabilmente non potrà essere replicata.

Per rimanere informati sul mondo del wrestling, continuate a seguirci sul nostro sito e su FacebookInstagramTelegramYouTubeDiscordTwitter e Twitch.

Se volete far parte della nostra community, entrate nel gruppo Telegram.

Altre storie
Universal Championship, una brutta love story
Universal Championship, una brutta love story