NELLA SUA ULTIMA INTERVISTA CON LA STAMPA, CM PUNK HA RACCONTATO COME SI SENTIVA NEL PERIODO IMMEDIATAMENTE PRECEDENTE AL SUO RILASCIO DALLA WWE.

Queste le parole di Punk:

I was crying out for help. I wasn’t finding it, I really needed to focus on me. Some people want to say it’s dramatic, but I watched friends in wrestling turn to drugs and alcohol and eventually die because they can’t get the help that they need. I had to force myself to do it and step back. I’m not the one to generally ask for help. So when I finally was doing it, that should have alarmed a lot of people. But it didn’t. I was just one of the cattle.

Stavo cercando aiuto in lacrime. Ma non lo trovavo, avevo bisogno di concentrarmi su me stesso. Qualcuno definisce tutto questo drammatico, ma ho visto amici nel mondo del wrestling iniziare a bere e a drogarsi e anche morire perchè non trovavano aiuto. Ho dovuto fare un passo indietro. Non sono uno che di solito chiede aiuto. Quindi quando l’ho fatto avrebbe dovuto allarmare qualcuno. Ma non è successo. Ero solamente parte del gregge.

Parlando invece della storia tra lui e Dr. Amann:

I didn’t think I would get as emotional as I did, but having to watch myself get a concussion, then listen to people on both sides and hear their versions of stories were all consistent. They all said ‘Oh yeah, we all knew he had a concussion.’ I just had to sit there frustrated. Why didn’t you do something? Why didn’t you help me?

Non pensavo di essere così coinvolto emozionalmente, ma dopo aver subito una commozione cerebrale ho sentito la gente da entrambe le parti dare la stessa versione della storia. Dicevano ‘Si, sappiamo che ha avuto una commozione’ e io dovevo solo stare seduto senza fare nulla. Perchè non avete fatto nulla? Perchè non mi avete aiutato?