Drake Maverick: il sogno infrangibile
Drake Maverick: il sogno infrangibile

Drake Maverick: il sogno infrangibile

Un tentativo di lucro o una bella storia?

Drake Maverick: il sogno infrangibile; la storia di un uomo che si sta giocando tutto quello che ha, provando ad andare oltre i suoi limiti per rimanere aggrappato al sogno chiamato WWE.

Il canale YouTube della federazione ha caricato un toccante video sulle ultime settimane dell’ex general manager di 205 Live, che proverò a raccontarvi con passione.

Black Wednesday

La storia parte da un annuncio incredibile del general manager di NXT, Sir William Regal, che per l’impossibilità del NXT Cruiserweight Champion Jordan Devlin di difendere con costanza la cintura, ha indotto un torneo a punti, che ci avrebbe dunque accompagnato nelle settimane a venire, tra otto pesi leggeri, il cui vincitore sarebbe stato incoronato come campione ad interim.

La decisione di istituire il torneo era irrevocabile, nonostante la mancata approvazione di Devlin, ma tra gli otto partecipanti spiccava quello di Drake Maverick, fino a quel momento utilizzato in tanti modi dalla federazione: general manager, lottatore comedy nelle scenette del 24\7, e manager degli AOP, ma che non aveva mai avuto modo di dimostrare il suo valore.

Maverick nel video racconta di essersi appassionato al wrestling, come tanti suoi coetanei, guardando le gesta di un supereroe come Hulk Hogan, ma per la sua fisionomia iniziò a vedere come modelli da seguire gente come Rey Mysterio o Spike Dudley sognando un giorno di poterne emulare le gesta, arrivando ad essere una superstar WWE.

Un sogno parzialmente realizzato, e pubblicamente ammesso, nel suo primo discorso come general manager di 205 Live, in cui Drake rivelò di aver lavorato tutta la vita per arrivare a stare di fronte a quell’audience.

L’approdo in federazione, seppur non proprio nei panni sperati, non demotivò Maverick, che accolse la sfida promettendo a sé stesso che sarebbe stato il miglior GM di sempre.

Drake si accorse però di non star facendo quello che amava davvero fare del wrestling, lui si sentiva migliore di quelle insulse e delle volte disgustose scenette, ma grazie al torneo avrebbe finalmente avuto l’opportunità di dimostrare il suo valore, quello per cui aveva lavorato per 19 anni.

Ma nessuno avrebbe potuto prevedere cosa sarebbe successo di lì a pochi giorni.

Il 15 aprile verrà ricordato da molti come un giorno buio della storia di questa federazione, in cui decine di atleti sono stati rilasciati nel pieno della situazione coronavirus, in una nefasta giornata, passata alla storia come il Black Wednesday.

Vittima di questa ondata di licenziamenti fu anche Drake Maverick, il cui nome sorprese molti, vista la sua presenza nel torneo.

Ultima spiaggia per Drake Maverick

Drake, dopo aver commosso l’internet-web con un toccante video-messaggio, si preparò a giocarsi l’ultima carta per rimanere nella federazione tanto amata da bambino.

Nel video Drake mostra il pacco arrivato direttamente da Stamford, Connecticut, contenente la lettera di rilascio, la cui apertura avrebbe segnato la fine del suo percorso.

Maverick è pronto ad affrontare il suo destino, e si presenta carico alla Full Sail University per affrontare Jake Atlas, ma il suo avversario si dimostra più forte e lo sconfigge.

Sull’orlo del baratro Drake si appresta poi ad affrontare il suo secondo incontro contro Tony Nese, il primo vero match point della vita contro il suo sogno da bambino. Questa volta però, andando forse oltre i suoi limiti, vince l’incontro.

Questa settimana ad NXT, Maverick avrà dunque la sua ultima spiaggia, ma l’avversario è il peggiore possibile, l’ex 6 volte IWGP Junior Haevyweight Champion, Kushida, assoluto favorito del torneo.

Dicono di lui

Quello che colpisce maggiormente in questo video è il modo in cui le persone parlano di lui, in un modo apparentemente sincero e genuino.

Significative sono per esempio le parole di Robbie Brookside, producer dello show giallo-nero, che ricorda il loro primo incontro in uno show indipendente, e ricorda la passione e l’emozione che Drake mise quella sera.

Anche R-Truth, avversario di mille scenette comedy per guadagnarsi il 24\7 Championship, ha modo di dire la sua in questo video, e sorprende vedere una persona sempre allegra come Truth commuoversi parlando del collega, ribadendo la sua sempre grande ambizione e la sua enorme capacità di lavorare per arrivare a realizzare i suoi sogni.

Splendide e ricolme di sincero rispetto le parole di Jake Atlas, che dopo aver battuto il collega, ne tesse le lodi dicendo che ormai non esistono persone così, capaci di mettere così tanto cuore nel tentativo di ridare qualcosa indietro, un attestato di stima non indifferente

Che sia uno spregevole tentativo di lucro sulle ultime apparizioni di una persona o che sia un ingegnoso work atto a raccontare una bella storia di vita, quello che è certo è che Drake Maverick stia riuscendo a coinvolgerci tutti, nella speranza che il suo sogno apparentemente infrangibile non vada in mille pezzi?

Un piccolo video della WWE, che merita davvero di esser visto:

Seguici su Google News

 

Altre storie
Shad Gaspard: il tributo di Arnold Schwarzenegger
Shad Gaspard: il tributo di Arnold Schwarzenegger