IWOTW Focus: Mike Bailey

IWOTW Focus: Mike Bailey

IWOTW cambia formato momentaneamente, divenendo un momento per parlare di alcuni lottatori indipendenti.

Ultimo aggiornamento:

A causa della cancellazione di numerosi show, IWOTW cambia formato momentaneamente, divenendo un momento per parlare di alcuni lottatori indipendenti

“SpeedBall” Mike Bailey. Lottatore talentuoso quanto sfortunato. O forse no? Classe ’90 originario di Laval, in Canada, Émile Charles Baillargeon-Laberge comincia a calcare i ring nel 2006. Dal 2014 inizia ad uscire dal Canada, dove il suo nome è ormai più che cementificato, e si ritrova a lottare per numerose federazioni statunitensi (CZW, EVOLVE e PWG per citare le tre più famose) ed anche la messicana AAA. Il suo talento è cristallino ed è palese a tutti. Il suo stile esplosivo, duro ma anche spettacolare, si sposa bene con qualsiasi ambiente.

Nel 2016 una tremenda batosta: per problemi legati al visto, Bailey è bandito dagli Stati Uniti per cinque anni

I grandi piani in serbo per lui (si parlava addirittura della Battle Of Los Angeles) svaniscono, ma non si scoraggia. Punta su due mercati molto forti: quello britannico e quello giapponese. Valige pronte e si vola oltreoceano. Nella terra del sol levante fa casa in DDT, alternando come solito di questa promotion comedy ad altissima qualità. PROGRESS, RPW, OTT, ATTACK!, DEFIANT e wXw sono le federazioni che più invece hanno suo ricordo in Europa. I capolavori si sprecano e i suoi sforzi per mantenere una discreta fama sembrano andare a buon fine. Ad un solo anno dalla fine del bando dagli Stati Uniti, Bailey torna a far parlare di sé. Torna in Germania per il wXw 16 Carat Gold. Tra i suoi avversari arriva qualcuno di cui sicuramente parlerò in rubrica: Bandido. Il loro incontro è qualcosa di sensazionale, forse il migliore di un weekend di wrestling da far impazzire. Un capolavoro, forse il match dell’anno. E nella finale con Cara Noir perde con onore, aiutando a dare qualcosa in più ai classici canovacci degli incontri del Cigno Nero. Questi anni fuori dagli States potrebbero aver fatto bene a SpeedBall. Un talento come il suo ha acquisito esperienza da vari angoli del pianeta, unendo il tutto in un lottatore ormai divenuto totale. Mike Bailey sta tornando sulla bocca di tutti: cosa gli riserva il futuro?

Altre storie
Pills Of Wrestling #40: Le musiche di James Alan Johnston
Pills Of Wrestling #40: Le musiche di James Alan Johnston