Carissimi lettori di The Shield of Wrestling, alla tastiera c’è il vostro Phoenix pronto a raccontarvi quanto succederà durante l’odierna puntata di Monday Night Raw, che è la penultima tappa prima di Survivor Series. Buona lettura!

•Incominciamo subito con un incontro. Cosa abbastanza rara.

•Tecnicamente avremmo dovuto assistere ad una Battle Royal fra team, ma c’è un piccolo inconveniente.

Braun Strowman interrompe subito i giochi e mette KO praticamente tutti. Il pubblico apprezza. Strowman si accomoda al centro del ring, impugnando un microfono. The Monster Among Man ci preannuncia che la puntata è stata gentilmente offerta da lui, raccontandosi molto stanco delle decisioni di Baron Corbin, che chiama a gran voce sul ring. Stephanie McMahon si presenta sul ring e cerca di far calmare il colosso in vista di Survivor Series, facendo soprattutto leva sulle ingiustizie di Shane McMahon. Strowman è molto chiaro: non gliene può fregare di meno. Steph insiste, ma Braun è consapevole che la McMahon vuole soggiogarlo: Stephanie gli offre tutto in caso di vittoria, addirittura una shot allo Universal Championship. Braun accetta e vuole anche un match con Baron, con le sue regole; Stephanie accetta, ma a patto che tutto ciò succeda dopo Survivor Series.

Sul ring sopraggiunge la nostra Raw Women’s Champion, Ronda Rousey.

L’ex UFC si dimostra essere subito astiosa e strappa il microfono alla McMahon, dicendo che nulla la renderà più motivata quando andrà faccia a faccia con Becky Lynch. Ronda vuole spezzare qualche braccio e si avvicina alla moglie di Triple H… Baron Corbin salva la situazione e si dirige verso il ring. Ronda lo proietta al tappeto con una sua tipica manovra. Corbin sta per essere bastonato anche da Braun, ma Stephanie calma le acque e conclude il segmento!

•SINGLE MATCH: EMBER MOON V. TAMINA (W/Nia Jax)

La natia del Texas cerca di portarsi in vantaggio con la sua spiccata rapidità. Intanto notiamo che Alexa Bliss sta seguendo dal backstage. Ember mette a segno quante più manovre possibili, ma subisce una distrazione da parte di Nia ed inizia il declino. Torniamo dalla pausa pubblicitaria con Ember che fallisce un Suicide Dive ai danni della Jax, ciononostante riesce nuovamente ad imporsi su Tamina: la Eclipse è quasi vicina, ma grazie all’ennesima distrazione, la figlia del compianto Superfly connette la combo Superkick-Diving Splash.

VINCITRICE: TAMINA (W/Nia Jax)

Le due infieriscono ulteriormente su Ember.

Corey Graves si trova al centro del ring per tenere una mini intervista con l’idolo delle folle, Seth Rollins! Il campione si dice molto contento riguardo la sfida che lo aspetta con Shinsuke Nakamura, ma in questo momento non ha altro per la testa se non Dean Ambrose. The Lunatic Fringe appare nel mega schermo e dice che nessuno merita delle spiegazioni. L’ex campione WWE è decisamente molto esaltato in questo momento. Ambrose fa una sconcertante dichiarazione: lui credeva che lo Shield lo rendesse forte, ma tutto ciò che ne è correlato lo rendeva debole.. Ed è per questo che Ambrose dà fuoco alla sua ormai ex tenuta della “Fratellanza”, sotto gli occhi imperterriti di Seth, che corre a cercarlo.

Drew McIntyre e Dolph Ziggler si dirigono lentamente verso il ring. Lo scozzese ci ricorda alcune delle sue conquiste attuali, come la rottura dello Shield, oppure della caviglia di Kurt Angle. Tutte cose già predette da lui stesso. McIntyre si dice molto contento di aver annientato Angle con la sua celebre manovra. L’ex ICW ci invita a guardarlo negli occhi, tra l’altro affermando che Raw è ora il suo show. È una situazione incontrovertibile. Finn Bàlor ha qualcosa da dire e difatti interrompe il discorso con la sua theme song. McIntyre ha da ridire anche su Finn, difatti gli consiglia di andarsene dato che settimana scorsa ha dovuto salvarlo da Bobby Lashley. Finn propone un incontro, McIntyre approva… Ma l’irlandese dovrà affrontare Dolph Ziggler. Tutto ufficializzato, ma McIntyre apre le danze con una testata!

•SINGLE MATCH: FINN BÀLOR V. DOLPH ZIGGLER (W/Drew McIntyre)

The Show Off si porta in vantaggio per un periodo molto prolungato a causa del l’assist di Drew. Finn esce da un paio di pin e addirittura cerca la sua manovra risolutiva, fallendo miseramente. Torniamo dal break pubblicitario e troviamo un Finn Bàlor voglioso di vincere. L’ex NXT Champion ce la mette tutta per questa rimonta, addirittura prova un pin dopo un Double Foot Stomp, ma è 2. Ziggler risponde con una Fame Asser, solo 2. Bàlor va nuovamente a vuoto con il Coup de Grace, ma stende ambedue i rivali con una Tope con Hilo. Bàlor, nella fase finale, fallisce nuovamente la manovra risolutiva, ma riesce ad aggiudicarsi la vittoria tramite Roll-Up.

VINCITORE: FINN BÀLOR

•Nel backstage Stephanie McMahon, in compagnia di Baron Corbin, ingaggia Finn Bàlor come membro del Survivor Series Team. McIntyre e Ziggler cercano vendetta, ma Stephanie mette tutti d’accordo spostando nuovamente il focus su Shane McMahon e Smackdown Live. Il team diventa sempre più “affiatato”.

Charly Caruso, nel backstage, chiede dichiarazioni a Ronda Rousey su quanto detto da Becky Lynch settimana scorsa. L’ex UFC reputa ridicolo tutto ciò ed è sicura di riuscire a vincere. Soprattutto si dice molto fiera per tutto il seguito chr ha accumulato in questi ultimi tempi. Sopraggiungono Tamina e Nia Jax, che augurano buona fortuna alla compagna di roster.

•Di ritorno dalla pausa pubblicitaria siamo sul ring con la Riott Squad. Ruby ci tiene a mostrarci quanto successo una settimana fa, dove ha rotto gli occhiali del padre di Natalya. Ruby appare visibilmente dispiaciuta, ma poi rivela che tutto ciò è stato veramente soddisfacente. La Riott voleva solo che Nattie provasse delle forti emozioni, tant’è che si è trasformata in una bambina. Natalya appare magicamente in arena e cerca di tenere testa alle tre ragazzacce, ma subisce addirittura una Hart Attack, storica manovra resa nota da Jim Neidhart e Bret Hart.

Siamo pronti per riprendere quanto iniziato poche ore fa.

•BATTLE ROYAL PER DECRETARE IL TAG TEAM LEADER A SURVIVOR SERIES

La contesa è ovviamente confusionaria fin dall’inizio. Sicuramente spicca la dinamicità dei Lucha House Party, che riescono ad eliminare i Revival con l’aiuto del B-Team. Gli Ascension fanno piazza pulita e se la giocano con Chad Gable & Bobby Roode. I due, con una furbata, riescono ad eliminare Konnor e si aggiudicano la posizione di leader.

VINCITORI: CHAD GABLE & BOBBY ROODE

•L’arena s’illumina letteralmente e a fare il suo ingresso, accompagnato dall’inseparabile Paul Heyman, è Brock Lesnar. L’avvocato della bestia prende parola e, dopo aver terminato le adulazioni nei confronti del suo assistito, fa i complimenti a Braun Strowman per la sua verace resistenza e non solo. Paul ci tiene a fare i complimenti anche ad AJ Styles, ed è qui che il pubblico va in visibilio. Paul è convinto che la folla osanni Styles pensando che possa battere Lesnar, ma per lui c’è un solo biglietto di sola andata per Suplex City. Il tutto è frettolosamente sfociato in un beatdown per i Singh Brothers e Jinder Mahal, che hanno osato mettersi al livello di Brock.

•Proseguiamo con l’entrata di Bobby Lashley e Lio Rush. Quest’ultimo continua ad osannare il suo amico senza sosta. Bobby fa alcune pose, e addirittura si prende gioco del pubblico mostrando il suo didietro. Sopraggiunge Elias, il quale chiama una specie di telefono azzurro e segnala il maltrattamento di un bambino di 10 anni, ovvero Lio. L’ex TNA invita il musicista sul ring, che fomenta l’azione dicendo che Bobby fa schifo.

•SINGLE MATCH: ELIAS V. BOBBY LASHLEY (W/Lio Rush)

Il match è ben bilanciato. Bobby riesce ad avere la meglio grazie a Lio, che trattiene Elias all’esterno del ring e lo costringe a restarci fino al conto di 10.

VINCITORE BY COUNT-OUT: BOBBY LASHLEY (W/Lio Rush)

Bobby è ufficialmente il quinto membro del Survivor Series team. I festeggiamenti durano poco dato che Elias si prende la sua rivincita.

•Siamo finalmente giunti al momento della verità. Alexa Bliss, accompagnata da Mickie James, Tamina e Nia Jax fa il suo ingresso in arena. La Bliss, dopo aver detto che ormai tutto ciò è personale, annuncia il suo team: Nia Jax, Mickie James, Tamina e… La vincitrice del prossimo match.

SINGLE MATCH: SASHA BANKS V. BAYLEY

Fase dinamica che vede aprire il match molto bene. Sasha prende un leggero vantaggio grazie ad una ginocchiata e una HeadScissor all’esterno del ring. Prova il pin dopo una Meteora, ma il conteggio è di 2. Bayley si riprende e connette il suo Bayley-To-Belly sull’apron ring. Torniamo dalla pausa pubblicitaria e vediamo Bayley intrappolata nella Bank’ Statement. Mickie James e le sue scagnozze attaccano ambedue le ragazze e fanno terminare il match.

VINCITRICE: NO CONTEST

Ruby Riott si rivela essere quindi la quinta scelta Alexa Bliss.

Veniamo momentaneamente proiettati al backstage, dove vediamo Becky Lynch sottomettere Ronda Rousey con la Dis-Arm-Her. La campionessa si presenta in arena con la divisione femminile di Smackdown Live al completo, che mette in ginocchio le ragazze di Raw. Arriva Ronda che cerca di fare la differenza, ma viene cacciata a furia di sediate. Letteralmente. Una sanguinante Becky Lynch continua ad infierire sulla Rousey, per poi andarsene soddisfatta.

Su queste immagini si chiude l’odierna puntata di Monday Night Raw. Alti e bassi, di cui ovviamente discuteremo negli Ups&Downs. Dalla base e dal sottoscritto è tutto, goodbye and goodnight!