Report ROH Best In The World 2019: Popolo di The Shield Of Wrestling, benvenuti! Alla tastiera Alessandro “Jin” Leone per il report di uno dei PPV più importanti dell’anno per la Ring Of Honor: Best In The World!

Passiamo subito all’opener di ROH Best In The World 2019!

SINGLES MATCH: FLIP GORDON VS RUSH

Cambio di theme d’ingresso per Gordon ed anche uno stile più aggressivo, ma Rush sembra non subire alcun danno. Flip lo provoca e Rush non è più Tranquilo. Dentro e fuori dal ring, duro lavoro dell’Ingobernable. Segue una fase dove nessuno riesce a dominare. Nel finale, Flip prova un Suicide Dive ma il messicano lo prende e lo schianta contro le barricate. Diversi conti di due tornati nel ring, ma con i Bull’s Horns si chiude la contesa.

VINCITORE: RUSH

Si presenta Nick Aldis, che augura una buona guarigione a Colt Cabana. Vorrebbe rivelare il suo nuovo compagno di coppia, ma interrompe James Storm. Per lui, Aldis è il “campione protetto” e per le sue vittorie merita questo spot. Il partner di Aldis e nuovo arrivo in NWA però è…Eli Drake! L’ex IMPACT! Wrestling dice di essere il miglior free agent in circolazione ed il Best In The World. Diverse offerte sono arrivate, dato che lui è il presente ed il futuro. Ha visto spesso i campioni NWA con la 10 Pounds Of Gold ed ora capovolgerà la situazione.

SINGLES MATCH: DALTON CASTLE VS DRAGON LEE

Lee prova ad imitare il fratello Rush a G1 Supercard e colpisce con due Bull’s Horns per ottenere quasi un conto di tre. Castle blocca la classica spettacolarità del luchador e comincia a distruggerlo, lanciandolo ovunque. Tornati nel ring, continua a martoriarlo a terra. La maschera viene sempre danneggiata, ma arriva una forte risposta del messicano. Bloccata la Desnucadora. Knee Strike dell’ex campione Jr. IWGP ma solo conto di uno. Va a lamentarsi dall’arbitro distraendosi, prova la Desnucadora ma viene bloccata di nuovo e subisce la Bang-a-rang. Castle, però, chiude la contesa con i Bull’s Horns.

VINCITORE: DALTON CASTLE

TAG TEAM MATCH: THE ALLURE (ANGELINA LOVE & MANDY LEON) VS JENNY ROSE & WOH WORLD CHAMPION KELLY KLEIN

Incontro che è davvero difficile giudicare, dato che non riesco a capire cosa vogliano fare. All’inizio dovrebbe esserci una rissa…ma non è considerabile una rissa. Incontro poi che prosegue senza una vera e propria logica, dato che i due team non controllano la situazione e non hanno una tattica precisa. Nel finale Velvet Sky tira giù l’arbitro e Leon colpisce Klein con una scarpa, con poi la Botox Injection della Love.

VINCITRICI: ALLURE

Dopo il match, debutta Maria Manic, che cerca di dirigersi verso il ring colpendo gli uomini della security. Uhm, ok.

BEST OF THREE SERIES FINAL MATCH: JAY LETHAL VS KENNY KING

Lethal rifiuta la stretta di mano, che è una palese presa in giro. Si parte con del lavoro a terra ed in particolare un focus di King sul braccio. Si riprende l’ex campione sia dentro che fuori dal ring. Prepara una sedia ma gli si ritorce contro. Per tutto l’incontro si ha poi l’aria che ormai i due si conoscano fin troppo bene ed infatti ci sono spesso counter a delle manovre caratteristiche. King prende il bastone da cieco, ma Jay ottiene prima un Roll-Up da due e poi la Figure Four Leglock. La molla, Lethal Injection ma solo due. Jay vuole un’altra Cutter, ma King non ci sta. Blockbuster, Lethal Injection rubata da King ed infine Royal Flush.

VINCITORE: KENNY KING

PURE RULES MATCH: JONATHAN GRESHAM VS SILAS YOUNG

Come immaginabile, l’incontro è fatto esclusivamente da prese, transizioni…insomma, 100% tecnica, con uno Young più duro e un Gresham più spettacolare. Nonostante la buona esecuzione e l’assenza di dominio di uno dei due, va detto che non c’è mai stato un focus specifico ad una parte del corpo e molti spot sono stati ripetuti più volte. Nella parte finale si abbandonano le prese in favore di manovre come i Suplex. Dopo un segmento fuori dal ring, mentre l’arbitro è distratto, a sorpresa Gresham colpisce con un Low Blow, attacca il braccio e finalmente la Octopus Hold è decisiva.

VINCITORE: JONATHAN GRESHAM

James Storm si unisce al tavolo di commento per il prossimo incontro.

TAG TEAM MATCH: BRISCOES (MARK BRISCOE & JAY BRISCOE) VS NWA WORLD HEAVYWEIGHT CHAMPION NICK ALDIS & ELI DRAKE

I Briscoes provano a bloccare la contesa a terra. Alla risposta del campione seguono degli attacchi in coppia. Entra Drake, ma i Briscoes riprendono il controllo. Tag rapidi e molte mosse combinate per sfiancarlo. Reazione, tag ad Aldis che ottiene un due con un Michinoku Driver. Ennesima ripresa dei due fratelli. Uranage, Enziguri e Iconoclasm di Mark ma solo due. Aldis blocca il Froggy-bow e Drake colpisce con un Superplex in corsa. Jay mette fuori gioco Aldis ma arriva il Burning Hammer di Drake solo per un due. Redneck Boogie, ma Aldis interrompe il conteggio. Evitato il Jay Driller, Cloverleaf ma Mark lo ferma. Cactus Elbow su Aldis fuori dal ring. Drake e Jay battagliano nel pubblico mentre Aldis con un Superplex stende Mark fuori dal ring fino al conto di dieci.

DOPPIO COUNT-OUT

Kamille salva Aldis dal venir schiantato su un tavolo, ma i Briscoes stendono tutti i membri della sicurezza e Mark colpisce il campione NWA sul tavolo con il Froggy-bow. Arriva Marty Scurll ad aiutare l’amico a rialzarsi.

ROH WORLD TELEVISION CHAMPIONSHIP MATCH: SHANE TAYLOR (C) VS BANDIDO

La differenza tra i personaggi e soprattutto gli stili di lottato aiutano particolarmente lo scorrere dell’incontro, più piacevole del previsto. Fin da subito non mancano spot devastanti. Ma non parlo solo delle abitudini incredibili del luchador, parlo anche di una devastante Apron Powerbomb del campione. Quando Bandido sembrava spacciato ha una incredibile ripresa e riesce a controllare una gran parte dell’incontro, sempre con i suoi ritmi fuori dal comune. Moonsault bloccato da Taylor che va con una Uranage. Second Rope Splash per un conto di due. Greetings From 216 bloccata dal messicano con un Superkick. Bloccato anche il 21-plex. Powerbomb, Knee Strike e Package Piledriver solo per un due. Bandido risponde con una Powerslam ed ottiene quasi un conto di tre. Shooting Star Press, ma ancora due. Taylor rapidamente si riprende e chiude con i Greetings From 216.

VINCITORE ED ANCORA CAMPIONE: SHANE TAYLOR

ROH SIX-MAN TAG TEAM CHAMPIONSHIP MATCH: VILLAIN ENTERPRISES (MARTY SCURLL, BRODY KING & PCO) VS LIFEBLOOD (MARK HASKINS, TRACY WILLIAMS & PJ BLACK)

Prima sequenza a coppie alternate. Prima Scurll e Haskins con del lavoro inglese, poi PCO e Black con dei calci, infine King e Williams con uno stile più rude. Da qui, l’incontro passa alla follia che ci si poteva aspettare. Un susseguirsi di spot pericolosi, con protagonisti i campioni che continuano a dominare anche nel ring. Provano a controllarla tenendo all’angolo, ma gli sfidanti attaccano in tre per provare a riprendere la situazione in mano. Solo temporaneamente però, dato che i campioni continuano con la precedente strategia. Black prova a resistere sia a Scurll che a PCO, ma non ci riesce. Apron Powerbomb di Williams sul Frankenstein. Backslide Driver di Black su Scurll, Superkick e Moonsault per un conto di due. King sembra un luchador, tra Armdrag e Tope. PJ riprova la sequenza Superkick prima e Moonsault dopo ma va a vuoto. Gonzo Bomb di King e Moonsault di PCO.

VINCITORI ED ANCORA CAMPIONI: VILLAIN ENTERPRISES

Dopo il match, arrivano i Soldiers Of Savagery ad attaccare il LifeBlood. Bandido arriva e salva la situazione, ma c’è anche Bully Ray che lo stende. Prende una sedia, ma si presenta Flip Gordon con una mazza da kendo a metterlo in fuga. Dopo tanti mesi di attesa finalmente Flip si è unito al LifeBlood! All’improvviso però parte un video. Marty Scurll annuncia il quarto membro del Villain Enterprises: The Mercenary, FLIP GORDON! Nello stupore generale, Bandido viene assalito e Flip colpisce Williams con un 450 Splash su un tavolo fuori dal ring.

ROH WORLD CHAMPIONSHIP MATCH: MATT TAVEN (C) VS JEFF COBB

Si parte con delle prese e Taven cerca di ancorare l’avversario alle corde. Cobb prova a buttarla sulla potenza per disfarsi del suo avversario, ma il campione a sorpresa tiene il passo. Cobb riprova a controllare, ma Taven incredibilmente amministra. Sputo, DDT fuori dal ring, Suicide Dive e tornati dentro c’è ancora Taven. Incredibile. L’ex Matanza è costretto a mettere le dita negli occhi. Cobb finalmente controlla, ma Taven colpisce tre volte con la Just The Tip, ottenendo solo un conto di uno. Climax fallita la prima volta, ma la seconda va a segno ed ottiene un due. German di Cobb, ma il Tour Of The Islands è trasformato in una Spike Climax.

VINCITORE ED ANCORA CAMPIONE: MATT TAVEN

Se volete far parte della nostra community entrate nel gruppo Telegram

Per partecipare alle nostre periodiche chiacchierate entrate a far parte del nostro canale Discord