The Shield Of Wrestling è live, pronto per il report dell’evento che darà il via alla Road To WrestleMania: Royal Rumble.

Il kick-off sarà analizzato durante What’s Now, il podcast di TSOW dedicato agli eventi principali.
Ascolta “What’s Now : Royal Rumble Edition” su Spreaker.

Finalmente parte l’azione. Entrano sullo stage Asuka e Becky Lynch. Titolo femminile in palio!

SMACKDOWN WOMEN’S CHAMPIONSHIP MATCH : ASUKA(C) VS BECKY LYNCH

L’azione, come da previsione, è frenetica fin da subito. Becky Lynch cerca di non lasciare spazi ad Asuka e la colpisce duramente all’altezza dell’apron ring. La situazione si ribalta per l’irlandese che dopo il ritorno sul quadrato viene immobilizzata con l’utilizzio anche delle corde in una Asuka Lock. La campionessa prende la situazione in mano e con convinzione tenta un Missile dropkick, egregiamente schivato dalla Lynch. Asuka però ha mille risorse ed in sequenza esegue una Arm bar seguita dalla Asuka Lock. La sfidante per il titolo riesce a raggiungere l’apron ma la sua avversaria la raggiunge anche la e la schianta a terra. L’ex PCB riesce a tornare sul ring al conto di 9 ma è chiaramente stordita e subisce in diversi momenti due poderosi calci, riuscendo però ad evitare sempre il pin. L’azione si sposta sul turnbuckle e Becky tira fuori dal cilindro un Super Bex-Plex. Le due lottano al tappeto, Asuka tenta lo smacco, eseguendo la Dis-arm-her. Becky si libera e risponde alla stessa maniera con l’Asuka lock. Sulle sottomissioni la giapponese si dimostra superiore e con una manovra degna di un contorzionista chiude Becky prima nella sua consueta finisher e poi sposta la pressione sul collo con la posizione del ponte che costringe la Lynch a cedere.

VINCITRICE E ANCORA CAMPIONESSA : ASUKA

L’azione prosegue abbastanza spedita. Entrano in scena The Miz e Shane McMahon. Ovviamente i due sono seguiti dai campioni di coppia di Smackdown Live.

THE MIZ & SHANE MCMAHON VS THE BAR (SHEAMUS & CESARO) (C) – SMACKDOWN! TAG TEAM CHAMPIONSHIP

Gli sfidanti non attendono e partono subito alla riscossa, con Shane che atterra immediatamente Sheamus che non se lo aspettava. Il Bar applica più volte l’ottima chimica e stile tecnico, ma spesso sia Miz che Shane riescono a liberarsi e ad infliggere diversi danni. La spettacolarità del figlio di Vince McMahon è determinante in molte occasioni e da un po’ di brio all’incontro. Il Bar spesso però chiude la situazione all’interno del proprio angolo, come solito, danneggiando senza rischiare. Arriva l’hot tag a Shane O’Mac che prima evita un Brogue Kick e poi continua con diverse manovre soprattutto sul Celtic Warrior ma anche su Cesaro, ottenendo un due con una DDT. Posiziona entrambi all’angolo, pronto a far saltare il pubblico con un Double Coast To Coast, ma Cesaro lo cattura nel suo Giant Swing di durata infinita. Approfitta della posizione e tenta la Sharpshooter, ma Shane la converte in una Triangle Choke. A vittoria quasi certa, Sheamus interviene, ma Miz lo allontana. Nonostante ciò, i campioni si ricompongono e con la Assisted White Noise vanno molto vicini alla vittoria. Cesaro regala l’assist per il Brogue Kick, ma Miz spinge lo svizzero che viene quindi colpito. Il Magnifico colpisce l’irlandese con la Skull Crushing Finale e permette al suo compagno di salire sul paletto per la Shooting Star Press vincente!

VINCITORI E NUOVI CAMPIONI: THE MIZ & SHANE MCMAHON

Bellissimo momento per The Miz che va a festeggiare con suo padre e Shane McMahon.

Con la solita convinzione che la contraddistingue si fa largo verso il ring Sasha Banks. The Bo$$ attende la ca campionessa di RAW che entra acclamata da tutti.

RAW WOMEN’S CHAMPIONSHIP MATCH : RONDA ROUSEY(C) VS SASHA BANKS

Le due portano subito la contesa a terra. Ronda provoca Sasha con le sue movenze e poi tenta i Tre amigos di Eddie Guerrero, tanto caro alla Banks. La sfidante non ci sta e prende una netta posizione connettendo un gran bel Suicide dive. La contesa torna sul quadrato. Sasha riesce a mettere alle strette Ronda Rousey facendola quasi cedere grazie ad un tentativo di Arm bar portato all’estremo. L’ex UFC subisce una torsione della spalla eloquente ma resiste, facendo la stessa cosa anche con la successiva Bank’Statement. Sasha mette a segno un gran Superplex ma Ronda non molla. A questo punto la musica cambia. Ronda blocca un’offensiva della Banks fuori dal ring e la chiude nella sua Arm Bar. Sasha cede ma è fuori dal ring, non vale! The Bo$$ controlla la situazione  e gioca con la sfidante come il gatto fa con il topo. Rousey riprova l’Arm bar ma la Banks rovescia le sorti e connette la Bank’Statement , utilizzando illegalmente anche un pezzo di attire staccatosi prima. Ronda è bloccata al centro del ring ma dopo essere stata immobilizzata anche al braccio trova la forza dal nulla e chiudiei conti con la Piper’s Pits.

VINCITRICE ED ANCORA CAMPIONESSA : RONDA ROUSEY

Sasha Banks va via molto delusa ma poi decide di tornare sui suoi passi per stringere la mano a Ronda Rousey. Non fa solo questo però perchè The Bo$$ mostra il numero 4 a Ronda e non lascia spazio a dubbi.