Dopo aver visto l’ultima puntata di SmackDown Live, andiamo ad analizzare le fasi salienti della serata con gli Ups&Downs di Beppe “HBK” Ieno

E’ terminata da poche ore la penultima punta di SmackDown Live, svoltasi al Bok Center di Tulsa, prima della disputa di WWE Super ShowDown, in programma venerdì prossimo. In attesa dell’evento in Arabia, quali novità avrà rivelato l’odierna edizione dello show blu? Lo scopriamo subito con gli Ups&Downs.

UPS

– WWE CHAMPIONSHIP 

La puntata di SmackDown si è aperta subito con il botto, ovvero con il re-match di Money In The Bank tra il campione WWE Kofi Kingston e Kevin Owens. L’incontro, ancora una volta, non ha deluso le attese, anche se è stato leggermente inferiore rispetto a quanto accaduto 2 settimane fa in PPV. KO ha sfiorato la vittoria, ma alla fine è stato il ghanese che, dopo aver ribaltato la Pop-Up Powerbomb, ha ottenuto il pin vincente tramite il suo Trouble In Paradise, mantenendo così la cintura WWE, in attesa del suo scontro con Dolph Ziggler.

– 24/7 CHAMPIONSHIP

Nella serata, nonostante le continue fughe di R-Truth, il titolo 24/7 ha cambiato possessore, dato che Elias è riuscito a schienare il rapper ballerino grazie all’aiuto di Shane Mcmahon, intento a celebrare il suo Appreciation Night. Tuttavia, il Drifter è rimasto campione solo per un’ora, visto quanto accaduto nel main event, con Roman Reigns che, insieme a Truth, ha sconfitto Elias e Drew McIntyre, permettendo all’atleta di colore di conquistare per la seconda volta il 24/7 Championship.

DOWNS

– SMACK = RAW?

La sensazione è che con la Wild Card Rule, SmackDown continui a diventare una sorta di piccolo recap di quanto accaduto 24 ore prima a RAW. Con i roster che sembrano ormai non avere più la distinzione originale della Brand Extension, guardare una puntata dello show blu non porta a nuovi sviluppi narrativi; semplicemente, ripete e prolunga le vicende del main roster.

Considerazioni generali

La puntata di SmackDown Live è da considerarsi positiva se confrontata con lo scempio dell’ultimo RAW. La qualità dei match è stata molto buona, così come i promo e lo sviluppo narrativo, anche se la sensazione che lo show blu non sia altro che un rifacimento di quanto accade nel main roster è molto elevato. Da segnalare anche come il 24/7 Championship pare portare più benefici a SmackDown che a RAW.