WWE | Bray Wyatt vs Tonio Cartonio

Nell’ultima puntata di Monday Night RAW, Bray Wyatt ha effettuato il suo ritorno on screen, attraverso una vignette molto ambigua.

Sin dal 2013 il personaggio di Bray Wyatt ha sempre navigato sotto la luce di un faro diverso. Non è mai stato uno dei tanti e non può essere trattato come tale. Purtroppo l’errore di proporlo nella maniera errata è stato fatto più volte. Il che ha portato ad una perdita di mordente e interesse nel personaggio. Situazione che, dunque, richiede un costante rinnovamento, poiché, sotto sotto la WWE non ha mai smesso di puntarci. Rinnovamento che passa attraverso la family, il broken universe o addirittura il WWE Championship. Ma un cambio così radicale nella sua gimmick non si era ancora visto. Bray Wyatt si è ripresentato sotto forma di un inquietante Tonio Cartonio. Un amico dei bambini che vuole lasciare alle spalle il male procurato, servendosi anche di nuovi “alleati“.

Ma perché?

L’assenza è stata lunga e il Bray Wyatt visto in team con Broken Matt Hardy, aveva perso ogni tipo di misticismo. Giusto rinnovare nuovamente, poiché, come già detto, è un processo di cui Bray Wyatt necessita più del dovuto. E anche in quanto a forma fisica, si può dire che il guru sia migliorato.

Ma come verrà collocato?

Trovo inutile cercare di demarcare Bray Wyatt, denominandolo Heel o Face. È un personaggio che brilla di luce propria e deve sprizzare carisma da ogni poro. A mio avviso bisogna preservarlo il più possibile, facendolo comparire di rado nelle puntate settimanali. Ciò che distrugge il buzz di una gimmick simile, è abituarsi a vederla regolarmente. Difficile fare previsioni basandosi su una vignette. Ma spero vivamente di vedere un Bray Wyatt versione Dr. Jekyll e Mr Hyde. Una copertina apparentemente soft, ma un contenuto spietato. Un nemico degli Heel e una preoccupazione per i Face. Un character imprevedibile, ambiguamente dolce, ma sadico nel risultato. Insomma, un Bray Wyatt che rispecchi a pieno la sua gimmick, tenendo fede anche al suo passato.

Anche se..

Per i più perversi, questa vignette ha scomodato pensieri poco casti. Una direzione che la WWE odierna non prenderebbe mai. Seppure il collegamento bambini/uomo squilibrato, possa effettivamente far presagire tale scelta. Mera speculazione quella che riguarda le tempistiche di un eventuale ritorno in ring. Ammesso che lo vedremo esibirsi a RAW. Quel che è certo è che una gimmick del genere, potrà creare un consistente buzz, che indubbiamente gioverà a Bray Wyatt in quanto wrestler ed entertainer.

Altre storie
Il role model tra WWE e AEW
Il role model tra WWE e AEW