Tra 2 giorni andrà in onda WWE Super ShowDown e l’unico feud ben costruito sembra essere quello tra Kofi Kingston e Dolph Ziggler.

Sparare sulla croce rossa sarebbe ingeneroso e poco produttivo. Ormai abbiamo imparato a prendere gli eventi in Arabia Saudita per quello che sono. Undertaker vs Goldberg e Triple H vs Randy Orton sono i due match di punta della card. Dichiarazione palese di come la qualità di lottato e storyline, sia l’ultimo dei pensieri. Ebbene non è completamente così. Dolph Ziggler, sin dal suo ritorno, ha mostrato una rinnovata fame di successo. La sua Gimmick richiama quella di 2 anni fa, ma gode di una nuova linfa. Una linfa donata dall’ottima contrapposizione di Kofi Kingston. Face che ha realizzato il proprio sogno. Un ultimate underdog che ce l’ha fatta e, nonostante l’overpush più o meno costante, è rimasto over con il pubblico.

Perché funziona?

Con una costruzione di poche settimane, Kofi e Dolph hanno dato mostra di ottime capacità. Esempio di uno script semplice e coerente, fatto risplendere dalle abilità dei due talenti interessati. I Promo di Ziggler godevano di una ferocia quasi reale. Forse perché, in parte, i motivi di questa rivalità lo sono. Ciò non ha fatto altro che offrire mordente alla storia raccontata.

Ma era tutto voluto?

Sembra uno di quei casi in cui il risultato supera le aspettative. Mi sento quasi di pensare che tutta questa qualità, non era voluta. La storia è quasi autoscritta, l’impegno profuso dal creative team non è stato impressionante. Ma semplicemente, funziona. Kofi e Dolph hanno grande chimica da ormai 8 anni, e ciò è sfociato nella Storyline che stiamo vivendo. Il prodotto, non si sposa affatto con il contesto in cui viene offerto. Ed è qui che sorgono le prime preoccupazioni.

Cosa c’è che non va?

La faida tra Kofi Kingston e Kevin Owens, con l’ottima scrittura avuta, sembrava aver raggiunto solo un altro step. Ed è probabilmente così. Dolph Ziggler non è altro che una via di transizione per solidificare il regno di Kofi. Ovviando all’assenza di Owens in quel di Super ShowDown. Kofi Kingston vs Dolph Ziggler non è uno degli incontri di punta dell’evento. Con le 4 ore di durata previste, non sarà certo il minutaggio il problema. Bensì l’epilogo del match, probabilmente tenuto sottotono, poiché non brillerà sotto la luce dei riflettori, riservata ai due Main Event. Una disparitàiincredibile tra la qualità del risultato e la sua esposizione. Ah, il match è valido per il WWE Championship, il titolo più importante al mondo. Così, in caso ve ne foste dimenticati.