Nella notte tra il 25 e il 26 Maggio, si è svolto Double Or Nothing, primo evento a pagamento della AEW. Ha rispettato le aspettative?

La prima pietra è stata posata. La chiave è stata girata, il freno a mano tolto e la prima innestata. La AEW ha offerto ai fan il suo primo evento a pagamento. Produzione televisiva e compartimento tecnico delle grande occasioni. Tanti gli ex-WWE presenti, molti in ruoli chiave per l’economia dello show. Altrettanti i wrestler meno conosciuti, in grado di mettersi in mostra ed esibire il loro talento. Sorprese ce ne sono state, qualità anche, così come alcuni dettagli migliorabili. Ma andiamo al punto.

Che show è stato AEW Double Or Nothing?

La card non era delle migliori. Seppure fosse buona per essere la prima di una neonata promotion. Le aspettative sono state quasi totalmente rispettate. Azione veloce, nel confine tra spotfest e sequenze ben studiate. Tale sintesi è adatta per descrivere ben 3 match della main card, tra cui l’atteso match tra Young Bucks e Lucha Bros; il quale ha visto i californiani prevalere con un pizzico di sorpresa. Lo show stealer è stato quasi unanimamente Cody vs Dustin Rhodes. Match che ha rappresentato il lato romanzato della AEW. Promemoria di come il sangue, possa notevolmente agevolare la riuscita di ciò che si vuole raccontare.

Come è stato il Main Event?

Argomento divisorio nel wrestling web italiano. Chris Jericho vs Kenny Omega è stato un buon match. Diverso da ciò che probabilmente molti si aspettavano. Questo primo evento AEW è stato anche lo scheletro da cui partire per costruire Storyline a lungo termine. E in funzione di ciò è necessario fare scelte chiare e prendere posizione. Si è evitato un False Finish Fest, preferendo mandare over la Judas Effect, nuova finisher di Jericho. La sensazione anticlimatica provata, probabilmente, è stato solo l’effetto di un booking più lineare di quanto si pensasse. Che ha visto Jericho prevalere grazie ad una strategia coerente dall’inizio alla fine, proiettandolo come Top Heel della federazione.

Riassumendo

Frecciate alla WWE, sbocchi narrativi, Rumor confermati e belle sorprese. AEW Double Or Nothing ha sicuramente rispettato le aspettative. Ponendo le basi per due match di grande impatto, probabilmente nella card di AEW All Out, il 31 Agosto. Parlo di Chris Jericho vs Hangman Adam Page per il titolo mondiale AEW e Kenny Omega vs Jon Moxley, la grande attrazione del post Main Event. In attesa di altre grandi firme e dello show settimanale con cui dare continuità. La AEW ha sicuramente posto delle solide basi da cui partire.