Jon Moxley ha parlato duramente della sua ultima run in WWE a Talk Is Jericho

L’ex-Dean Ambrose della WWE, Jon Moxley, ha fatto una sorprendente apparizione a Double Or Nothing sabato scorso, attaccando Chris Jericho, l’arbitro e Kenny Omega, al termine del main event di uno show che ha ricevuto parecchie critiche positive.
L’arrivo di Moxley alla neonata promotion, è stato uno dei punti più discussi dello show inaugurale della AEW e uno dei più discussi nell’ultima settimana.

Jon Moxley è stato ospite dell’ultimo episodio del podcast di Chris Jericho, Talk Is Jericho, dove ha parlato della sua ultima run in WWE. Moxley ha spiegato i motivi per cui ha deciso di lasciare la federazione, attaccando duramente quest’ultima, il team creativo e Vince McMahon.

Prima di ciò, Moxley ha espresso la sua gratitudine verso la compagnia, sottolineando quanto sia cresciuto lì negli ultimi otto anni.
Tuttavia, egli è stato rapido a sottolineare anche che lasciare la federazione significava togliersi un grosso peso dalle spalle.

” L’unico amore che ho, oltre a mia moglie, è il wrestling. “

L’ex-Dean Ambrose ha abbandonato la WWE a fine aprile, alla scadenza del suo contratto. Egli ha però rivelato che le sue intenzioni di abbandonare la federazione, sono sorte lo scorso luglio così come le sue frustrazioni con la compagnia e il suo personaggio.

Quali sono i motivi principali che lo hanno spinto ad abbandonare la WWE?

Jon Moxley ha spiegato come il team creativo lo stesse proponendo costantemente come un “idiota”, con promo e segmenti che nessuno reciterebbe.
In un’occasione, gli fu detto di fare uno scherzo sporco che rifiutò categoricamente di leggere. Ciò condusse a un tortuoso processo per modificarlo.
Inoltre ha sottolineato quanto fosse disgustato quando la federazione ha voluto sfruttare la malattia di Roman Reigns, dicendo che chiunque avesse avuto tale idea dovrebbe solo vergognarsi.

” Il processo creativo della WWE fa schifo. E’ terribile, sta uccidendo la compagnia. Ed’è colpa di Vince. Non è proprio tutta colpa sua, ma dei suoi modi. E’ appassionato del suo lavoro così tanto che potrebbe morire sulla sua sedia nel backstage.”

Più il conflitto tra Dean Ambrose e il team creativo della compagnia andava avanti, più egli si sentiva fisicamente male, fisicamente depresso.
Ecco, dunque, i motivi per cui ha deciso di abbandonare la federazione di Stamford e di non degnare di uno sguardo all’offerta di rinnovo.

Jon Moxley ha anche aggiunto di essere stato pagato $500 alla sua ultima apparizione in WWE, a The Shield’s Final Chapter, evento speciale andato in onda sul WWE Network il 21 aprile.

Un’emancipazione attesa da parecchi mesi

Questo episodio di Talk Is Jericho, con ospite Jon Moxley, è diventato in sole dieci ore l’episodio con i più alti dati di ascolto nella storia del podcast.
L’intervista dell’ex-Dean Ambrose può risultare straziante, ma anche affascinante. Più racconta i dettagli, più ha senso il suo abbandono.