La WWE cancella un altro Live Event di SmackDown Live in programma di lunedì

In una mossa che non stupirà assolutamente nessuno, la WWE ha appena cancellato il terzo Live Event di SmackDown di lunedì sera in quattro settimane.
La federazione di Stamford ha dato la notizia ieri, affermando che il Live Event di SmackDown programmato al Tony’s Pizza Event Center di Salina, in Kansas, previsto per lunedì 27 maggio, è stato spostato a sabato 26 ottobre.
La sede ha rilasciato pubblicamente le sue scuse su Facebook per gli inconvenienti e l’improvviso spostamento dello show.

La cancellazione degli House Show continua per via della Wild Card Rule

Come le cancellazioni precedenti, ciò è certamente avvenuto per via della Wild Card Rule. Le top stars di SmackDown sono quasi certamente richieste per apparire a RAW quella sera. Agli occhi della WWE, questo ha la precedenza su un House Show casuale, quindi hanno preferito spostare il Live Event piuttosto che presentare un Live Event con una card poco brillante.

Anche gli House Show programmati per il 6 e il 20 maggio sono stati cancellati nelle ultime settimane. L’abitudine crescente ha portato all’ipotesi che la WWE potrebbe presto annullare gli House Show del lunedì sera. Sarebbe una mossa giusta, in caso questa Wild Card Rule dovesse continuare.

Wild Card Rule: di selvaggio rischiamo di vedere la reazione del pubblico

Questa Wild Card Rule è stata messa in atto da Vince McMahon nella puntata di RAW del 6 maggio, e prevede che ogni settimana, sia a RAW che a SmackDown, arrivino quattro membri dell’altro roster.
Il motivo dietro le quinte è chiaro: la WWE ha messo in atto quest’idea per risollevare gli ascolti in entrambi gli show.

Tale idea, tuttavia, ha ricevuto più critiche negative che positive. Per molti fan, più andrà avanti questa Wild Card Rule, più questa Brand Extension non avrà più senso di continuare. Con la continua cancellazione degli House Show di lunedì, il malcontento potrebbe aumentare sia tra le Superstars sia tra i fan.
Inoltre, con il caos all’interno del team creativo, la WWE rischia di andare in una direzione sbagliata, specialmente con l’avvento completo della AEW.