WWE | Nuova aggiunta alla lista delle parole vietate Non sentiremo più la parola “Codebreaker” riferita alla celebre mossa finale di Chris Jericho.

Come tutti ormai sappiamo, la WWE ha una lunga lista di parole che wrestler e telecronisti non possono pronunciare in televisione. In piena PG-era infatti la WWE ha categoricamente vietato termini scurrili per tutelare la propria immagine, inoltre ha sostituito diverse parole con altre per differenti ragioni. Per accrescere l’importanza dei vari titoli infatti, oggi la WWE utilizza la parola “Title”, a discapito del termine “belt” caduto ormai in disuso. C’è però, da pochi giorni, una new entry nella lista delle parole vietate che riguarda Chris Jericho.

No more Codebreaker

A tutte le parole già precedentemente vietate, se ne è aggiunta neanche troppo inaspettatamente un’altra: “codebreaker“. La “lista nera” dei termini vietati ha infatti una nuova aggiunta: la parola con la quale viene spesso indicata la mossa finale di Chris Jericho. Il wrestler canadese iniziò ad usare la Double Knee Facebreaker, nome tecnico della Codebreaker, nel 2007 dopo uno dei suoi numerosi ritorni nella federazione di Vince McMahon. Solo in tempi recenti Y2J ha adottato un’altra manovra risolutiva finale, la Judas Effect, con la quale è riuscito a sconfiggere Kenny Omega durante il primo PPV della AEW, Double Or Nothing.

Ed ora?

I wrestler delle indies utilizzano la mossa finale di Chris Jericho molto frequentemente come trademark move. Generalmente viene sempre chiamata Codebreaker, per rispetto nei confronti di Jericho, ma questo non sarà più il caso della WWE. Dave Metlzer ha infatti specificatamente parlato di questo cambiamento sul Wrestling Observer Radio. Il nuovo ed attuale WWE United States Champion, Ricochet, è l’unico ad utilizzare l’ormai ex-Codebreaker in WWE al giorno d’oggi. Melzter ha spiegato come i telecronisti non siano più autorizzati a riferirsi alla Double Knee Facebreaker chiamandola Codebreaker, così come tutti i fan la conoscono.

Ai ferri corti

Chris Jericho ha lasciato la WWE iniziando ad apparire nella NJPW tra la fine del 2017 e l’inizio del 2018. Ha mantenuto un buon rapporto con la federazione con sede a Stamford, fino al momento in cui ha deciso di firmare per la compagnia di Tony Khan, l‘All Elite Wrestling. La decisone di Y2J non è infatti andata troppo a genio ai dirigenti della WWE.  Dopo averlo rimosso dall’intro degli show televisivi e dopo averlo spostato nella sezione Alumni, è arrivata anche la decisione sulla Codebreaker. Nessun wrestler e nessun telecronista della WWE è quindi più autorizzato a nominare Chris Jericho nè tantomeno a fare alcuna allusione nei suoi confronti.