Successivamente allo #shake-up di questa settimana, #Roman Reigns è stato draftato permanentemente nel roster di #Smackdown Live.

Il Superstar Shake-Up ha tendenzialmente rivoluzionato l’organigramma WWE. Lo scambio più clamoroso è stato quello tra il fenomenale AJ Styles e Roman Reigns. Una sponda l’abbiamo già analizzata nel precedente focus. Ove abbiamo sviscerato le possibilità di AJ nel roster di RAW. Perciò ora vorrei concentrarmi maggiormente su presente e futuro del Big Dog, Roman Reigns.

Cosa sappiamo?

La direzione che si è voluta intraprendere nell’ultima puntata di Smackdown Live, non sembra delle migliori. Una scrittura che sembra riprendere il tanto odiato “One vs All“del 2016, uno dei periodi di minor sopportazione nei confronti di Roman Reigns. Stavolta, tuttavia, ci sono delle differenze che potrebbero influire. Fresco del ritorno dalla malattia, Roman Reigns ha finalmente raggiunto il tanto agognato consenso dal pubblico. Protetto dalle innumerevoli reunion con lo Shield e dalla empatia derivata dalla sua più grande battaglia extra ring? Probabilmente. Sappiamo solo che questo stint a Smackdown Live, ci potrà dare delle risposte significative dal punto ii vista narrativo. Riuscirà a rimanere over anche in singolo ed essere finalmente un top face convincente?

Che risultato possiamo aspettarci?

Domanda strettamente collegata alla gestione che ci verrà proposta. Come ho già detto, l’inizio non è molto convincente. La WWE sembra aver voluto sfruttare la tolleranza nei confronti di Roman Reigns, per proporre finalmente ciò che hanno sempre voluto. Un top face vendibile che venga tifato dai fan. Non è da escludere che l’obiettivo possa essere raggiunto. Smackdown Live è un posto in cui, storicamente, vige una linearità creativa maggiore. Questa, unita alla caratteristica “minor pressione” dello show blu, potrebbe davvero far bene al Big Dog.

Come lo si può proporre?

Personalmente, rivedo in lui un possibile erede di Batista, per quanto riguarda la caratterizzazione del personaggio. Un face “badass” che potrebbe rendere al massimo se contrapposto ad un Heel convincente. È anche vero che la situazione attuale del roster, non si presti particolarmente a questa possibilità. Ciò che temono tutti è il probabile scontro con Kofi Kingston. Fresco campione WWE e face estremamente acclamato. Sarà difficile proporre immediatamente Reigns nel Main Event, senza renderlo una figura ingombrante. Spero vivamente in un buon feud nell’uppercard che possa lanciare coerentemente Reigns ai piani alti, possibilmente contro un neo campione Heel. Ovviamente, pubblico permettendo, seppure la palla in mano l’abbia sempre il buon vecchio Vince, di cui conosciamo vizi e preferenze.