La puntata di RAW Post WrestleMania, non ha rispettato le aspettative, lasciando il pubblico di Brooklyn insoddisfatto alla fine dello show.

Una soddisfacente edizione di WrestleMania, non è bastata a placare il malcontento dei fan. Il RAW Post WrestleMania, notoriamente colmo di sorprese e fan service spudorato, questa volta non è riuscito nell’intento. Le attenuanti ci sono, con lo shake-up alle porte, era complicato offrire un booking che gettasse basi future. Ciò ha generato un evento per lo più inconsistente e fine a se stesso. Caratteristica che non ha particolarmente indispettito i fan, almeno fino al Main Event. Molte assenze pesanti, tra cui alcune aspettate, come quelle di Brock Lesnar e Ronda Rousey e altre inaspettate, come quelle di Roman Reigns e Drew McIntyre. I ritorni di Sami Zayn e The Undertaker e il debutto di Lars Sullivan, sono riusciti a scaldare il pubblico adeguatamente, così come l’annuncio del Winner Take All match tra Kofi Kingston e Seth Rollins. Un po’ tutti sentivano odore di fregatura, ma ciò che ha lasciato perplessi è stato lo scarso impegno nel giustificare la doppia difesa dei titoli massimi della federazione. Un Tag Team match con The Bar, completamente scontato e senza senso, ha scatenato l’ira, legittima, del pubblico live di RAW.

Cosa aspettarsi dallo Shake-Up?

Come già detto, l’attenuante per non aver messo su un RAW particolarmente elettrico, è riconducibile alla scossa generale che ci sarà settimana prossima. A parte uno scambio tra Becky Lynch e Lacey Evans, non abbiamo assistito ad evoluzioni narrative importanti. Possiamo però constatare che questo Shake-Up, porrà le sue basi su due campioni massimi face, che dal punto di vista della connessione col pubblico sono una garanzia. Di sfidanti heel, di transizione e non, ce ne sono in quantità, basterà solamente costruire bene. Come al solito l’attenzione nello Shake-Up si sposta sull’uppercard. Molta gente in cerca di nuovi stimoli e sfidanti, si vocifera un possibile scambio di titoli secondari, che aprirebbe a match inediti, come ad esempio Finn Bàlor vs Andrade, Ali o Rey Mysterio. I soliti Kevin Owens e Sami Zayn, garanti di qualità, ma spesso senza destinazione, sono sempre ambiti in entrambi i roster. Anche un possibile split tra Aleister Black e Ricochet, potrebbe finalmente lanciare i due in singolo. Tanta carne al fuoco nelle settimane Post Mania. Gli ingredienti per creare nuove rivalità e match freschi ci sono, a dispetto dalla deludente puntata di RAW. Noi, come al solito, ci affidiamo alla competenza della federazione per soddisfare la nostra fame.