RAW Report 24-02-2020

RAW Report 24-02-2020

Prima di WWE Super ShowDown si passa per RAW

RAW Report 24-02-2020: Solo tre giorni ci separano da Super ShowDown, breve trasferta in terra araba durante la Road to WrestleMania, e una settimana da Elimination Chamber. Come se non bastasse, stanotte fa il suo ritorno il campione WWE Brock Lesnar, ansioso di mettere le mani addosso ai due che hanno causato la sua eliminazione alla Royal Rumble: Ricochet a Super ShowDown e se vincerà, Drew McIntyre a WrestleMania. A farvi compagnia, come di consueto, c’è il direttore Yuri “Thearchitect” Martinelli

Ora è possibile acquistare la prima rivista dedicata al wrestling italiano. CLICCA QUI!

Siamo  a Winnipeg e partiamo subito alla grande dato che tra gli annunci della regia, oltre alla presenza di Brock Lesnar, balza all’occhio pure la firma del contratto per la partecipazione all’Elimination Chamber match femminile.

L’episodio parte proprio come la settimana scorsa; Randy Orton fa il suo ingresso ed inizia a farneticare. La Vipera questa volta fa notare che sono 15 anni che la WWE non si esibisce a Winnipeg dopo di che alla sua maniera, ricollega tutto il suo deliro per tornare a dire che si scusa per quanto fatto ade Edge. Insomma la solfa non cambia da settimane ma questa volta è Kevin Owens ad intervenire per cercare di fare meglio di Matt Hardy.

Il wrestler canadese dice proprio di voler replicare quanto fatto dal maggiore dei fratelli Hardy e chiede cosa è passato per la mente di Randy Orton quando ha attaccato Edge e lo stesso membro del Team Xtreme. KO in pochissimo tempo tira fuori la sua ira facendo notare quanto sia stato grave distruggere il ritorno epico di Edge. Owens non trova una risposta concreta e per questo vuole affrontare The Viper per cavare le parole di bocca ad Orton. L’ex Evolution ci sta, più tardi sarà 1 vs 1.

Si cambia scenario; Angel Garza e Zelina Vega escono allo scoperto per affrontare Humberto Carrillo. Prima del match però l’ex NXT da prova delle sue doti da uomo galante baciando la mano di Charley Caruso che aveva posto le classiche domande pre match.

SINGLES MATCH: ANGEL GARZA(W.ZELINA VEGA) VS HUMBERTO CARRILLO

Humberto Carrillo soffre la sfrontatezza iniziale di suo cugino ma ben presto recupera terreno e dopo averlo messo alle strette sul ring, lo centra con un poderoso Suicide Dive. Il match si sviluppa fuori dal quadrato e Garza riesce a rimettersi in sesto con due Superkick destabilizzanti per chiunque ma non per l’ex 205 Live, che risponde con il medesimo colpo e poi passa a connettere una serie di stomp. Dopo la pubblicità è l’ex Cruiserweight Champion a prendersi le luci dei riflettori, connettendo un sensazionale Spanish Fly! Segue una rocambolesca serie di Roll Up, che vede imporsi Angel Garza, il quale incastra a terra il cugino fino al conto di 3 dopo che Carrillo aveva tentato una Body Scissor.

VINCITORE: ANGEL GARZA

SINGLES MATCH: RICOCHET VS LUKE GALLOWS(W./AJ STYLES & KARL ANDERSON)

Ricochet sembra avere più difficoltà rispetto alla contesa di sette giorni fa che lo ha visto collidere con Karl Anderson. Luke Gallows si impone subito con un poderoso Big Boot che blocca un volo dell’One and Only. L’ex United States Champion recupera terreno prima camminando letteralmente in verticale sul corpo del nemico e poi colpendolo con un Enzuigiri Kick, che apre la strada ad un Running Crossbody. L’ex membro del Bullet Club tenta di controbattere ma viene sorpreso dalla Recoil seguita poi da una Shooting Star Press decisiva. Il tutto sotto l’occhio vigile di Paul Heyman che osservava l’azione dal backstage

La regia ricorda il grandioso trionfo ottenuto sabato notte da Tyson Fury, laureatosi nuovo WBC World Heavyweight Champion sconfiggendo il campione Deontay Wilder

VINCITORE: RICOCHET

AJ Styles ed i suoi compari sono infuriati  e mentre cercano di fare il punto della situazione incontrano nel backstage, Aleister Black. Il Club inizia a provocare l’olandese attaccandolo senza ritegno e lasciandolo a terra. Il Dutch Destroyer si rialza quasi subito ma è parecchio intontito.

Giunge il momento della Bestia, Brock Lesnar seguito dall’inseparabile Paul Heyman. Il pubblico di Winnipeg è esaltata alla visione del campione e lo è ancora di più dopo la presentazione dell’avvocato. Heyman esegue la solita gloriosa descrizione di Lesnar e rapidamente passa a spiegare perché Brock Lesnar dominerà contro Ricochet a Super ShowDown e contro Drew McIntyre a Wrestlemania, distruggerà i suoi avversari e scriverà una volta di più la storia della WWE. Come dice sempre L’ex ECW questo non è uno spoiler ma una previsione. Non accade nient’altro; prima di uscire The Beast posa con la cintura sopra al tavolo di commento.

SINGLES MATCH: ALEISTER BLACK VS ERICK ROWAN

Aleister Black zoppica sia nel backstage che durante la camminata per raggiungere il ring. Erick Rowan sembra poter avere la meglio fin da subito ed ovviamente non esita ad approfittarsi delle condizioni di Black al fine di ottenere una prestigiosa vittoria. Nonostante tutto il wrestler olandese tiene botta e si destreggia con i suoi calci. Il match si sposta fuori dal ring; Rowan si lancia contro Black ma l’ex NXT schiva i colpo ed l suo nemico finisce per sbattere a terra la misteriosa gabbia che porta con se. L’ira dell’ex membro della Wyatt Family si abbatte sul Dutch Destroyer, il quale finisce per essere sbattuto contro il ring post con una Powebomb. Rowan poi si sincera dello stato della gabbia ma quando torna sul ring subisce la beffa e viene steso da due Black Mass, che come sette giorni fa gli costano il match.

VINCITORE: ALEISTER BLACK

Sarah Schreiber intervista il vincitore a proposito della vittoria nonostante l’attacco subito nel pre match. Black è infuriato e promette che questa furia si abbatterà su AJ Styles tra sette giorni.

Charley Caruso intervista Drew McIntyre per rivivere il percorso che ha portato il wrestler scozzese a rinascere dopo l’addio alla WWE fino a conquistare il Main Event di WrestleMania 36. L’ex NXT Champion ricorda quando Vince McMahon lo aveva presentato come il futuro della WWE, il Chosen One ed un probabile WWE Champion. Le cose andarono male e lui finì a suonare una chitarra finta con i 3MB, sicuramente non ciò che sognava e quando si allontanò da Stamford era veramente arrabbiato ma si guardò allo specchiò e trovò piano, piano tutte le energie e la convinzione per tornare ad essere uno dei volti di spicco del wrestling mondiale. Si ricostruì ed una volta raggiunta di nuovo la WWE, grazie all’esperienza fatta ad NXT, ai consigli di Triple H ed all’esperienza maturata ha scalato la vetta passo dopo passo, compiendo il suo destino fino ad ora. Adesso dopo aver conquistato Il Main Event di WrestleMania manca solo l’ultimo grande passo: sconfiggere Brock Lesnar.

R-Truth raggiunge il centro del ring e scopiazzando il nome dello show di The Miz, indice una puntata del suo nuovo show, il Truth Tv. Gli ospiti del Talk Show: Lana e Bobby Lashley

Lana interrompe subito L’ex 24/7 Champion e gli dice che loro sono qua solo perché il “suo Bobby” ha un match contro di lui. L’incontro viene fatto partire e nonostante la leggera resistenza di Truth espressa con la combo Five Knuckle Shuffle+Protobomb del suo idolo John Cena, alla fine Lashley ad avere la meglio.

La regia annuncia che tra sette giorni assisteremo al match tra Aleister Black ed AJ Styles ed anche ad un 2 vs 2 tutto al messicano; Rey Mysterio ed Humberto Carrillo vs Andrade ed Angel Garza.

Dopo la pausa pubblicitaria assistiamo alla firma del contratto valevole per l’Elimination Chamber Match femminile. Sono tutte sul ring eccetto Shayna Baszler ma il motivo non è ben preciso. Jerry”The King”Lawler, dopo aver assistito ad uno dei tipici deliri in lingua giapponese di Asuka fa firmare il contratto. Liv Morgan passa il foglio a Ruby Riott e la guarda in cagnesco. A questo punto giunge la Baszler, che sbuca dal pubblico, raggiunge  il ring, firma il contratto e poi va faccia a faccia con Natalya. Lo scontro sembra imminente ma Asuka spinge via la canadese e si sostituisce a lei. Parte una rissa generale dalla quale Shayna si estranea. La Baszler osserva compiaciuta ma ci sono problemi anche per lei ed a portarli ci pensa Becky Lynch. Finalmente le due si confrontano a suon di pugni e Takedown. Il tutto viene bloccato dagli arbitri e dagli addetti alla sicurezza. Lo scontro è rimandato ancora.

Gli Street Profits raggiungono il ring e fanno capire quanto siano esaltati per il match titolato di Super ShowDown contro Seth Rollins e Buddy Murphy. I due provocano senza sosta i campioni, che dopo diversi minuti escono sullo stage visto che Murphy ha un incontro in programma contro Angelo Dawkins. La contesa è cortissima, infatti dopo le prime difficoltà Seth Rollins interviene e fa scattare la squalifica.

I campioni di coppia vanno via ma Montez Ford provoca il Messia del lunedì sera, il quale non ci sta e torna sul ring per un 1 vs 1.

SINGLES MATCH: SETH ROLLINS(W./BUDDY MURPHY) VS MONTEZ FORD(W./ANGELO DAWKINS)

Montez Ford scaglia subito fuori dal ring Seth Rollins e poi travolge lui e Muprhy con un Tope con Hilo. Dopo lo spot la contesa prosegue. Il Monday Night Messiah connette un Dropkick che fa scivolare dal turnbuckle Ford e non contento schianta il nemico contro il paletto e poi contro la barricata fuori dal ring con due Buckle Bomb. Ancora un’altra pubblicità dopo la quale assistiamo ad uno sviluppo ulteriore nella contesa. Ford prende il controllo del match, ormai i due sul ring sono senza compagni dato che l’arbitro li aveva fatti rientrare nel backstage per dei problemi causati poco prima. L’ex campione di coppia di NXT viene evita un Pedigree e connette un DDT! Poco dopo mette a segno una Sunset Flip Powerbomb dal paletto ma manca clamorosamente la Frog Splash scoprendo il fianco e subendo il Curb Stomp fatale!

VINCITORE: SETH ROLLINS

La regia annuncia che la settimana prossima sarà a RAW Beth Phoenix, la moglie di Edge, per parlare delle condizioni di suo marito.

Giunge il momento del Main Event, Kevin Owens e Randy Orton raggiungono il ring ma la contesa prende una piega molto particolare appena Seth Rollins e i suoi discepoli si presentano sul quadrato. Dopo alcune combinazioni scambiate dai due lottatori sul ring, Seth Rollins continua a distrarre Kevin Owens ma ormai è rimasto solo; i Viking Riders sono arrivati per mettere in fuga i discepoli del Messia. Orton tenta uno schienamento e l’arbitro conta in maniera insolitamente rapida costando il match a KO.


Rollins passa le sedie alla vipera per eseguire un Con-Chair-To ma il canadese sfrutta le classiche indecisione di Mr. RKO e sottrae una sedia per difendersi. Poco dopo Orton va via mentre Owens prende l’arbitro per la casacca, gliela strappa e scopre che sotto ha una maglia del Monday Night Messiah. Seth Rollins si è dato alla fuga mentre il povero finto arbitro subisce prima una Stunner e poi viene schiantato su un tavolo per chiudere la puntata letteralmente “col botto”!

Per rimanere informati sul mondo del wrestling, continuate a seguirci sul nostro sito e su FacebookInstagramTelegramYouTubeDiscordTwitter e Twitch.

Se volete far parte della nostra community, entrate nel gruppo Telegram.

Altre storie
R-Truth
Nuovo campione 24/7 a WrestleMania!