Ads

Report Super Show-Down 2019 | Diretta: Popolo di The Shield Of Wrestling, benvenuti! Alla tastiera Alessandro “Jin” Leone per il report in diretta del terzo evento in Arabia Saudita della WWE, Super Show-Down!

Vi rimandiamo alla nostra preview di Super Show-Down per avere maggiori informazioni sull’evento.

Al tavolo per il kick-off Charly Caruso, David Otunga e Beth Phoenix, che ci rielencano la card, incentrandosi inizialmente sulla distruzione attuata da Brock Lesnar a RAW su Seth Rollins, che si ritroverà in difficoltà contro Baron Corbin con anche il rischio d’incasso del Money In The Bank.

Diversi wrestler annunciano di partecipare alla 50 Men Battle Royal, tra i quali Ricochet e Robert Roode.

Il prossimo match in analisi è Dolph Ziggler vs Kofi Kingston, con tutte le vicissitudini sia a SmackDown che a RAW. Kofi si difende dalle accuse di non meritarlo mostrando tutti i suoi sforzi (con anche immagini del suo ritorno in Ghana).

Terzo match analizzato: Finn Balor (Demon) contro Andrade, per il titolo Intercontinentale. In particolare, focus sul Demone e sul suo utilizzo. Il problema per El Idolo non sarà solo fisico, ma anche psicologico.

Intervista a Seth Rollins, che non è chiaramente al 100% dopo l’attacco, ma è andata così e non ha problemi. Lui vuole essere, nonostante tutto, un campione combattivo e il suo obiettivo è affrontare e battere Baron Corbin e difendere il titolo. Se Lesnar e Heyman vorranno mantenere la loro parola, lui sarà pronto.

Dopo Super Show-Down, ci sarà un documentario su Ronda Rousey sul WWE Network.

Prossimo incontro: 3 vs 1, Lucha House Party vs Lars Sullivan. Incontro imprevedibile, dato che in tre i luchadores possono rappresentare una minaccia. C’è bisogno di una strategia.

Altri che parteciperanno alla Battle Royal sono gli Heavy Machinery, Tucker e Otis. Anche Rusev si aggiunge all’elenco.

Recap storico per il prossimo match in analisi, Randy Orton vs Triple H. Questione decennale ed ormai anche personale, con Orton che vuole definitivamente il passaggio di testimone.

Diverse misure per presentare uno scontro di potenza, Braun Strowman vs Bobby Lashley. Strowman ha vinto la sfida a Braccio di Ferro, ma in un match di wrestling ci sarà molta differenza, anche perché Lashley dopo la sconfitta ha dimostrato di non essere da meno.

Focus ora spostato sulla guerra tra Roman Reigns e Shane McMahon scoppiata in queste settimane. Il figlio di Vince McMahon, per vendicarsi del padre, ha reclutato diversi lottatori, come Elias e Drew McIntyre.

Per concludere con l’analisi del kick-off, un dream match (anche se con molti anni di ritardo): Goldberg vs Undertaker. Due icone del wrestling mondiale dei decenni passati, due dei lottatori più conosciuti della storia, con nel culmine del montaggio la colonna sonora dell’evento, When Legends Rise dei Godsmack.

Anche questa sera, al tavolo Michael Cole, Corey Graves e Renee Young (che non porta un velo)

TAG TEAM MATCH: USOS (JIMMY USO & JEY USO) VS REVIVAL (SCOTT DAWSON & DASH WILDER) 

Match scolastico, con gli Usos che palesemente si stanno divertendo e cercano di rendere il pubblico partecipe (impresa non facile). I Revival lavorano però con durezza e precisione e riescono a portare la contesa dalla loro isolando uno dei due fratelli all’angolo. Ci sono anche delle scorrettezze, ma l’arbitro viene ingannato. Dopo aver resistito a diversi altri imbrogli, nel ring si scatena un Superkick Party. Sarà proprio un Double Superkick su Dawson a chiudere la contesa.

VINCITORI: USOS

Termina così il kick-off.